Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

Flash News

La marcia di arabi ed ebrei

in migliaia in Israele contro razzismo e demolizioni

5 febbraio 2017

Tel Aviv

La protesta è intrapresa congiuntamente da migliaia di ebrei e palestinesi. Per gli organizzatori è un passaggio importante "nella lotta civile di arabi ed ebrei", che si considerano alleati contro l'autoritarismo. Sono state issate bandiere sia di Israele che dell'Autorità Palestinese ed è stata data la parola alla vedova di un palestinese ucciso dalla polizia israeliana durante la demolizione delle case nel villaggio beduino di Umm a fine gennaio. 

Libertà per Ahmadreza Djalali

ricercatore italo-iraniano condannato a morte a Teheran

13 febbraio 2017

Iran

Prima di andare in Iran, nell’aprile 2016, Djalali ha lavorato in Italia come ricercatore. Da 7 mesi si trova in isolamento nel carcere di Evin, dove rischia la pena di morte per l’infondata accusa di spionaggio. Dopo essergli stata negata l’assistenza legale, ha intrapreso uno sciopero della fame e le sue condizioni di salute sono molto peggiorate. Per richiedere la sua libertà è stata lanciata una petizione su Change.org, che ha già raccolto 150.000 firme.

USA, la protesta dei nativi diventa progetto didattico

la anti-Dakota access pipeline nella sezione Educazione del New York Times

8 febbraio 2017

Stati Uniti

Come si configura il progetto dell'oleodotto, quali parti coinvolge, la storia della persecuzione contro gli indiani d'America, quali risorse mettono in campo gli investitori e gli oppositori al progetto, come si potrebbe risolvere la controversia? Agli studenti è proposto di studiare questo conflitto nei suoi aspetti moderni e antichi, a soli pochi mesi dalla sua comparsa sulla scena pubblica. 

Afghanistan, uccisi sei operatori della Croce Rossa

ci sarebbe la mano dell'Isis

8 febbraio 2017

Kabul

Giorni drammatici nel Paese devastato dalla guerra e dai fondamentalisti. 20 morti in un attentato alla Corte Suprema, 6 morti e altrettanti dispersi in un attacco contro la CRI. Per il governatore locale e secondo alcune rivendicazioni, ci sarebbe l'Isis dietro queste violenze.