Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

dedicato ai Giusti di ogni parte del mondo

Il 24 gennaio 2003 è stato inaugurato a Milano uno spazio dedicato ai Giusti di tutto il mondo, nella grande area verde del Monte Stella. Nel Giardino vengono piantati ogni anno nuovi alberi per onorare gli uomini e le donne che hanno aiutato le vittime delle persecuzioni, difeso i diritti umani ovunque fossero calpestati, salvaguardato la dignità dell’Uomo contro ogni forma di annientamento della sua identità libera e consapevole, testimoniato a favore della verità contro i reiterati tentativi di negare i crimini perpetrati.

A ciascuno di loro è dedicato un ciliegio selvatico, messo a dimora durante una cerimonia in sua presenza o con la partecipazione dei suoi familiari, con un cippo in granito deposto nel prato sottostante. I primi alberi sono stati dedicati agli animatori dei primi Giardini dei Giusti proposti nel mondo, a Gerusalemme, Yerevan e Sarajevo: Moshe Bejski per i Giusti della Shoah, Pietro Kuciukian in onore dei Giusti per gli armeni, Svetlana Broz per i Giusti contro la pulizia etnica.

Dal 13 novembre 2008 la gestione del Giardino è affidata all'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, fondata dal Comune di Milano, dall'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e dal Comitato Foresta dei Giusti-Gariwo.

Il Giardino è nato grazie alla proposta di Gabriele Nissim, Presidente del Comitato Foresta dei Giusti, di riservare un luogo simbolico della città alla memoria delle figure esemplari di resistenza morale di ogni parte della Terra.

Inaugurazione Giardino dei Giusti di tutto il mondo

alberi per Moshe Bejski, Pietro Kuciukian e Svetlana Broz

Altre gallerie fotografiche...

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2016

in onore di Halima Bashir, Flavia Agnes, Sonita Alizadeh, Vian Dakhil, Azucena Villaflor e Felicia Impastato

Giornata dedicata a Khaled al-Asaad

Un albero al Giardino dei Giusti per il custode di Palmira e Convegno Internazionale al Piccolo Teatro Grassi

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2015

in onore di Mehemet Gelal Bey, Alganesh Fessaha, Razan Zaitouneh, Ghayath Mattar, Rocco Chinnici e la Guardia Costiera

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2014

in onore di Giovanni XXIII, Beatrice Rohner, Nelson Mandela, Giuseppe Sala, Don Barbareschi, Fernanda Wittgens e dei Giusti milanesi

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2013

in onore di Vaclav Havel, Dimitar Peshev, Fridtjof Nansen e Samir Kassir

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2012

in onore di Primo Levi, Claire Ly, Yolande Mukagasana e Ayse Nur Zarakoglu

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2011

in onore di Jan Karski, Sophie Scholl, Aleksand Solzenicyn, Romeo Dallaire, Armin Wegner

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2010

in onore di Giacomo Gorrini, Enrico Calamai, Vasilij Grossman, Marek Edelman, Guelfo Zamboni e Neda Agha-Soltan

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano 2009

in onore di Hrant Dink, Pierantonio Costa, Anna Politkovskaja, Dusko Kondor, Khaled Abdul Wahab e dei Giusti italiani

Giornata della Memoria 2008

Un albero per Sacharov al Giardino dei Giusti di Milano


Visualizzazione ingrandita della mappa

piazza Santa Maria Nascente - via Isernia MM1 (QT8)

Articoli:

Il TAR riconosce il valore del progetto di riqualificazione

Rigettato il ricorso dei “comitati del no” e di Italia Nostra


I Giusti del dialogo

Nella Giornata europea dei Giusti 2017


"L'azione giusta mi ha cambiato la vita"

Lassana Bathily si racconta a due anni dall'attentato all'Hyper Cacher


"Presidente Trump, ascolti il grido di libertà del Medio Oriente"

lettera aperta di Ensaf Haidar, moglie di Raif Badawi


Un albero per Etty Hillesum

la giovane ebrea onorata al Giardino di Milano