Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

per ricordare i Giusti per gli armeni

Il 24 aprile di ogni anno il popolo armeno ricorda l'anniversario del Metz Yeghern (il Grande Male), il genocidio iniziato nel 1915 dal Governo dei Giovani Turchi ai danni della minoranza armena nei territorio sotto il dominio ottomano. In Armenia una folla immensa confluisce nella capitale Yerevan per la processione a Dzidzernagapert (la Collina delle rondini), dove sorge il Mausoleo che ricorda le vittime dello sterminio. Al termine della cerimonia vengono tumulate nel Muro della Memoria le ceneri, o un pugno di terra del luogo di sepoltura di un Giusto, in segno di gratitudine del popolo armeno. Oltre che per onorare queste figure esemplari, nel Giardino dei Giusti per gli armeni, accanto al Museo del Genocidio, gli alberi vengono dedicati alle personalità internazionali che si recano a rendere omaggio alle vittime del Metz Yeghern. Questo luogo della memoria è stato creato nel 1995 dal direttore del museo Laurenti Barseghian e da Pietro Kuciukian, fondatore del Comitato Internazionale I Giusti per gli armeni - La memoria è il futuro, che assegna il titolo a chi si è adoperato per fermare le stragi, salvare i perseguitati o testimoniare al mondo la verità del genocidio. Così, accanto ai Giusti e ai testimoni dell’epoca, sono ricordate le personalità che ancora oggi si battono per salvaguardare la memoria di quegli eventi tragici e rendere giustizia alle vittime. Alcune strade e scuole, in Armenia, sono dedicate a questi Giusti.

Cerimonia per Giacomo Gorrini

nel Muro della Memoria di Yerevan

Altre gallerie fotografiche...

Cerimonia per Karen Jeppe

al Muro della Memoria di Yerevan

Cerimonia per Fritdjof Nansen

al Muro della Memoria di Yerevan