Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

Apartheid

Nadine Gordimer e l'apartheid

Non solo un Premio Nobel (per la letteratura, nel 1991). La scrittrice sudafricana Nadine Gordimer, scomparsa a Johannesburg all’età di 90 anni, era per il suo Paese e per il mondo anche un simbolo della lotta contro l’apartheid.


"Perdono mio padre e il Sudafrica"

Il Premio Nobel Desmond Tutu è cresciuto nel Sudafrica dell'apartheid in una famiglia dove il padre picchiava la madre. Dalla rabbia e dalla pietà verso il genitore e se stesso ha tratto una grande lezione che poi ha saputo trasmettere a tutto il Paese anche grazie all'amicizia con Nelson Mandela, cui Gariwo ha dedicato un albero nel Giardino dei Giusti di Milano. 


Addio a Colin Eglin

Parlamentare bianco sudafricano, si recò in visita a Steve Biko in carcere e promosse il dialogo con i neri delle "homeland del sud". Figura scomoda, fu accusato da sinistra di essere interno al sistema e da destra di darsi alla retorica ben sapendo di guidare un piccolo partito senza chance di governare. 


Addio a Nelson Mandela

Nelson Mandela sarà ricordato al Giardino dei Giusti di tutto il Mondo di Milano il 6 marzo 2014 in occasione della Giornata europea dei Giusti. Lo ha deciso proprio pochi giorni fa l'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, accogliendo la proposta di Gariwo.


Mandela al Giardino dei Giusti di Milano

Editoriale di Gabriele Nissim, presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti

Il destino è qualche volta paradossale. Ci siamo ritrovati pochi giorni fa a Palazzo Marino di Milano con i garanti del Giardino dei Giusti - lo scrittore Francesco Cataluccio, il professore di Relazioni internazionali dell'


"Free Nelson Mandela"

Nelson Mandela non era solo il padre della lotta contro l’apartheid. Era anche un simbolo, un’icona pop fortissima che ha ispirato il mondo della musica, del cinema e dello sport.


Sudafrica, la nazione “arcobaleno”

dall’apartheid alla democrazia

Apartheid (letteralmente “separazione”) è il termine che definisce la politica di segregazione razziale istituita dal governo di etnia bianca del Sudafrica nel secondo dopoguerra, rimasta in vigore fino al 1993. È stata dichiarata crimine internazionale da una convenzione ONU nel 1973 e quindi inserita nei crimini contro l’umanità.
Per la prima volta il termine apartheid fu usato in accezione politica dal premier sudafricano Jan Smuts, nel 1917, ma solo dopo la vittoria del Partito Nazionale, una formazione nazionalista di destra, nel 1948 i neri e i bianchi furono separati sui mezzi pubblici o negli uffici statali e furono istituiti i bantustan, ghetti per la popolazione nera, nominalmente indipendenti ma in realtà sottoposti al controllo del governo sudafricano.

leggi tutto

Multimedia

"Mai più l'oppressione di uno sull'altro"

il discorso di insediamento di Mandela del '94

La storia

Nelson Mandela

il gigante dell'anti-apartheid