Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

Un ex combattente per vicino di casa

Il New York Times racconta il ritorno alla vita normale dei colombiani, non solo gli ex Farc, ma anche i comuni cittadini che hanno la ventura di trovarseli come vicini. Perché la riconciliazione è vissuta in gran parte sulla pelle dalla gente comune, come nel villaggio di Tierra Grata, vicino a La Paz.


Quando il passato ricorda il presente

Le celebrazioni a Malta della Giornata della Memoria sono l'occasione per ascoltare la toccante testimonianza di Sami Modiano, ebreo di Rodi sopravvissuto ad Auschwitz, e conoscere da vicino il lavoro di MOAS, l'organizzazione creata da Regina e Christopher Catrambone impegnata nel soccorso ai migranti. 


“La politica dei rifugiati dovrebbe basarsi sui fatti, non sulla paura”

I rifugiati sono uomini, donne e bambini intrappolati nella furia della guerra o fatti bersaglio della persecuzione. Lontani dall'essere terroristi, sono spesso anch'essi vittime del terrorismo. Di Angelina Jolie


"Un presidente che ci condanna alla mediocrità"

Samuel Heilman racconta su Haaretz di quando, tanti anni fa, sbarcò in America dopo che la sua famiglia era scampata alla Shoah in Germania. Da allora, migliaia di migranti hanno costruito il successo degli USA, e bloccare le frontiere come sta facendo Donald J. Trump può solo consegnare questo grande Paese alla mediocrità


Dopo i fuochi d'artificio di Trump

Dopo la vittoria di Trump, i dilemmi globalizzazione/mercato nazionale, trans-nazionalismo/nazionalismo, protezionismo/liberismo sono usciti dalla caverna platonica degli intellettuali per diventare assi di scontro politico su scala mondiale e nazionale. Una riflessione di Giovanni Cominelli


"La nostra nuova era del disprezzo"

Karen Stohr è professore associato di Filosofia all'università di Georgetown. Per il New York Times ha analizzato il linguaggio violento e distruttivo della politica USA ed è arrivata a suggerire una modalità di risposta non simmetrica alle forme di bullismo a cui si assiste in Rete e non solo.


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

La sposa bambina

la vera storia di Nojoud Ali

La storia

Mehrangiz Kar

avvocato, scrittrice, docente all’Università di Harvard