English version | Cerca nel sito:

"In Russia domina la censura"

la denuncia del figlio di Anna Politkovskaya

Sono passati quattro anni dal brutale assassinio di Anna Politkovskaya, la giornalista che ha denunciato i massacri di civili in Cecenia. Ancora oggi però i mandanti dell'omicidio restano impuniti. Nell'anniversario della sua morte il capo del team d’investigazione Aleksandr Bastrykin ha ammesso che le indagini si erano svolte troppo velocemente e che "il caso merita di essere riaperto".

La redazione del Comitato Foresta dei Giusti ha sentito suo figlio Ilya Politkovsky, che ha avuto parole dure per la Russia di oggi: "Non c'è libertà di espressione e la censura contro cui lottava mia madre esiste anche oggi, la situazione peggiora di continuo.

Una prova di questo è il fatto che il processo per punire gli assassini di mia madre è sempre fermo allo stesso punto".

HALIMA BASHIR VINCE IL PREMIO POLITKOVSKAYA 2010

La dottoressa Halima Bashir è stata premiata con Il riconoscimento in memoria della reporter assegnato dall'associazione londinese RAW (Reach all Women in War). Halima Bashir è un medico sudanese che è stata aggredita e violentata per aver denunciato gli stupri sulle bambine del Darfur compiuti dalle milizie dei Janjaweed agli ordini del Presidente Bashir.

7 ottobre 2010

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Giornata mondiale contro la pena di morte

10 miti da sfatare secondo Amnesty USA

La storia

Fannie Lou Hamer

attivista per i diritti civili e politici dei neri