English version | Cerca nel sito:

Chen, trattative per l'esilio

l'attivista cede dopo le minacce alla moglie


L'avvocato cinese cieco Chen Guancheng ha lasciato l'ambasciata USA dove era riparato evadendo dagli arresti domiciliari e si trova in ospedale perché durante la fuga ha riportato una frattura a un piede. All'esterno del nosocomio manifestazioni di sostegno all'attivista che si è battuto contro gli aborti forzati. 

Fonti francesi e americane asseriscono che Chen sarebbe deciso a rimanere in Cina, ma secondo i suoi legali le cose non stanno così e il dissidente starebbe chiedendo di poter partire per gli Usa a bordo dell'aereo su cui viaggia Hillary Clinton


Sembra che l'attivista abbia appreso che le autorità cinesi hanno minacciato di picchiare a morte la moglie nel caso in cui lui continui le sue lotte. Pertanto sarebbe al vaglio l'ipotesi dell'esilio per Chen e i suoi familiari. Il tutto mentre Pechino continua a pretendere le scuse americane per il caso.  

3 maggio 2012

Commenti

Totalitarismi

la negazione dell'Uomo nel secolo delle ideologie

Nell'esperienza storica del Novecento emergono due fenomeni speculari e produttivi delle peggiori tragedie del secolo: il fascismo - nella sua versione estrema di nazismo - e il comunismo - nella sua versione estrema di stalinismo. 
Entrambi sorretti da una straordinaria e dirompente potenza "ideale" in grado di trasformarsi in forza materiale: l'ideologia, intesa come capacità di fornire una visione complessiva del mondo che spieghi ogni risvolto della vita dell'uomo e gli attribuisca un senso rigidamente inquadrato in quella visione, dalla quale non si può prescindere senza perdere la propria stessa essenza.

leggi tutto

Scopri nella sezione