English version | Cerca nel sito:

Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano




Nuovi Giusti al Giardino Virtuale

L’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano (composta da Comune di Milano, Gariwo e UCEI) organizza venerdì 5 marzo alle ore 15, presso il Giardino di Milano, la cerimonia in streaming per la consegna delle pergamene intitolate agli otto nuovi Giusti inseriti nel Giardino Virtuale “Giusti del Monte Stella”, lo spazio creato nel 2017 su Gariwo.net per accogliere segnalazioni e testimonianze dei cittadini su figure dimenticate o sconosciute meritevoli di essere ricordate.


Rassegna stampa | I nuovi Giusti del Giardino Virtuale per il 2020

I quotidiani Avvenire, la Repubblica, Corriere della Sera, il Giorno e il Centro, i telegiornali di Rai3 Rai e Italia 1 e due trasmissioni di Radio 1 Rai e di Radio Popolare hanno dato risalto alla cerimonia per i nuovi Giusti del Giardino Virtuale, seguita anche da diverse testate online.


Undici nuovi Giusti onorati nel Giardino Virtuale

Onorare i Giusti del passato senza abbassare lo sguardo sui rischi per la dignità umana che si annidano nel presente. È questo il monito lanciato dal presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti, Gabriele Nissim, durante la cerimonia che si è tenuta oggi 7 ottobre al Giardino dei Giusti di Milano per ricordare i nuovi Giusti del Giardino virtuale, l’estensione multimediale di quello presente al parco del Monte Stella.


Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano

Dal 13 novembre 2008 la gestione del Giardino dei Giusti di Milano è affidata all'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milanofondata dal Comune di Milano, dall'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e da Gariwo. Il 24 gennaio 2003, grazie alla proposta di Gabriele Nissim, Presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti, è stato inaugurato a Milano il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, nella grande area verde del Monte Stella. Nel Giardino vengono onorati gli uomini e le donne che hanno aiutato le vittime delle persecuzioni, difeso i diritti umani ovunque fossero calpestati, salvaguardato la dignità dell’Uomo contro ogni forma di annientamento della sua identità libera e consapevole, testimoniato a favore della verità contro i reiterati tentativi di negare i crimini perpetrati. 

A ciascuno di loro è dedicato un ciliegio selvatico, messo a dimora durante una cerimonia in sua presenza o con la partecipazione dei suoi familiari, con un cippo in granito deposto nel prato sottostante.

Il sito dell'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano