English version | Cerca nel sito:

Dal Passato al Presente: i Giusti in mezzo a noi

l'iniziativa di Gariwo per la Giornata della Memoria 2017

24 gennaio 2017
Ore 9.30 – 12.30
Teatro Elfo Puccini, Milano

Celebrare la Giornata della Memoria significa per noi non solo ricordare la tragedia della Shoah, ma anche soffermarsi sul bene fatto da persone giuste in un contesto di male estremo. Ci sembra questo il modo migliore per indicare una strada di speranza. Vogliamo che le azioni dei Giusti ispirino anche oggi le scelte di quanti devono confrontarsi con le guerre, il terrorismo, le emergenze umanitarie. La lezione del passato deve valere anche nel nostro travagliato presente. Non basta affermare che non si devono ripetere mai più gli orrori del passato, occorre anche indicare un modo per raggiungere quell’obiettivo. Anche oggi, come ieri, c’è bisogno dell’esempio dei Giusti.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto didattico e del Concorso “Adotta un Giusto”, promosso dall’Associazione per il Giardino dei Giusti (composta da Comune di Milano, Gariwo e l’UCEI) ed è rivolta alle scuole di ogni ordine e grado. Nel corso della mattinata saranno presentati e premiati i lavori degli studenti vincitori, ma l’iniziativa è aperta anche alle classi che non hanno partecipato al concorso.

Dopo i saluti istituzionali del presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolè e l’intervento di un fondatore di Gariwo, seguirà il messaggio di Roberto Jarach, Vicepresidente Memoriale della Shoah di Milano, che ci racconterà l’esperienza dell’apertura del Binario 21 ai rifugiati.

Seguirà la testimonianza di Regina Catrambone, che con il marito Christopher ha fondato il MOAS (Migrant Offshore Aid Station) per rispondere all’appello dei disperati che tentano di sbarcare sulle coste del Mediterraneo e ha messo a disposizione il suo patrimonio per organizzare due grandi imbarcazioni di soccorso che coadiuvano il Corpo della Guardia Costiera nelle operazioni di salvataggio dei migranti. E ascolteremo anche la testimonianza di Padre Mussie Zerai, “l’angelo dei profughi”, un eritreo presidente dell’associazione “Habeshia”, che offre assistenza ai richiedenti asilo e ai rifugiati presenti sul territorio italiano.

Seguiranno le presentazioni dei lavori degli studenti e le premiazioni dei vincitori.

Nel corso della mattinata, saranno proiettati brevi video e proposte alcune significative letture sui Giusti che onoreremo al Monte Stella il 15 marzo 2017.

Per info e prenotazioni: didattica@gariwo.net

10 gennaio 2017

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano

Dal 13 novembre 2008 la gestione del Giardino dei Giusti di Milano è affidata all'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milanofondata dal Comune di Milano, dall'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e da Gariwo. Il 24 gennaio 2003, grazie alla proposta di Gabriele Nissim, Presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti, è stato inaugurato a Milano il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, nella grande area verde del Monte Stella. Nel Giardino vengono onorati gli uomini e le donne che hanno aiutato le vittime delle persecuzioni, difeso i diritti umani ovunque fossero calpestati, salvaguardato la dignità dell’Uomo contro ogni forma di annientamento della sua identità libera e consapevole, testimoniato a favore della verità contro i reiterati tentativi di negare i crimini perpetrati. 

A ciascuno di loro è dedicato un ciliegio selvatico, messo a dimora durante una cerimonia in sua presenza o con la partecipazione dei suoi familiari, con un cippo in granito deposto nel prato sottostante.

Il sito dell'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano