English version | Cerca nel sito:

Carte di Gariwo

Come e perché fare Memoria nella scuola

La scuola resta uno dei luoghi dove abita la Memoria. Molto più che in altri segmenti della società. Essa è un serbatoio importante di Memoria, grazie alle parole tessute per narrare i fatti che costituiscono la Shoah, ai bambini alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze. Per questo dobbiamo incessantemente chiederci come e perché continuare a testimoniare un impegno educativo in questo ambito.


La responsabilità della memoria: il presidente AEI aderisce alla Carta della Memoria di Gariwo

“Ho voluto aderire a questa lodevole iniziativa pubblica che denuncia senza mezzi termini la brutalità del male, offrendo al contempo la concreta possibilità di opporvisi. Per me forse si tratta di affermare praticamente e congiuntamente due dottrine fondamentali della fede evangelica: tanto quella della gravità del peccato e i suoi effetti devastanti, quanto quella della grazia comune, l’azione provvidenziale di Dio nella società per mitigarli."


Questo è il giorno dell’America. Il giorno della democrazia

Questo è il giorno dell’America. Questo è il giorno della democrazia. È un giorno per la storia e per la speranza, un giorno di rinnovamento e risolutezza. Messa alla prova tante volte nei secoli, l’America è stata testata in un modo nuovo e l'America ha raccolto la sfida. Oggi celebriamo il trionfo non di un candidato ma di una causa, la causa della democrazia.


Consigli di lettura per il Giorno della Memoria

In vista di questo periodo dedicato alla Memoria, abbiamo pensato di raccogliere consigli di lettura per affacciarsi a questo tema in modo creativo e da diversi punti di vista. Riflettere sugli avvenimenti che ci hanno preceduto per capire il presente significa ricercare le coordinate che ci permettano di interpretare le nuove situazioni con la consapevolezza dei pericoli o delle opportunità che certi meccanismi culturali, sociali e individuali innescano.


Nozioni e consapevolezza. Gli studenti polacchi e la memoria dell’Olocausto

Quel che è successo al popolo d’Israele non deve ripetersi mai, e deve assurgere a principio morale di difesa di ogni nazione in pericolo. Gabriele Nissim ha perfettamente ragione, quando afferma che dovremmo impegnarci a rendere i giovani sensibili a tutti i genocidi. La comparitistica intesa come metodo d’indagine insegna a contemplare molteplici prospettive di ricerca.


Il senso della memoria

Il ruolo cruciale della memoria si è costituito soprattutto in riferimento al Novecento, il secolo dei genocidi, fino a temere che la memoria sopravanzi la storia, ma soprattutto che, dilatandosi ai crimini contro l’umanità, dal passato al presente, banalizzi o indebolisca la centralità della Shoah. Ne è nato un dibattito a volte aspro e divisivo. Non è questa la mia posizione.


 

Il libro

Un calcio al razzismo. 20 lezioni contro l'odio

Massimiliano Castellani, Adam Smulevich

Multimedia

Igor Trocchia

come combattere il bullismo e il razzismo nel calcio

La storia

Wallace Broecker

il pioniere della lotta ai cambiamenti climatici