English version | Cerca nel sito:

Cambiamenti climatici: siamo sull'orlo di un sensibile riscaldamento globale?

di Wallace Broecker

Wally Broecker pubblicò l'articolo "Il cambiamento climatico: siamo sull'orlo di un sensibile riscaldamento globale?" nel 1975. Fu una drammatica previsione della condizione climatica che stiamo vivendo oggi, che rese popolare il termine riscaldamento globale. Non solo, Broecker mise in guardia sull'immediata necessità di studiare il processo di riscaldamento del pianeta e eventualmente di predirlo prima che fosse troppo tardi. Ecco alcuni estratti dallo studio, disponibile interamente in lingua inglese in calce.

Il fatto che la temperatura globale media negli ultimi decenni sia scesa ha indotto gli osservatori a non considerare l'effetto di riscaldamento dovuto alla CO2 prodotta dalla combustione di combustibili chimici. In questo rapporto presento un'argomentazione per dimostrare che tale noncuranza potrebbe non essere giustificata. È possibile che ci troviamo sull'orlo di diversi decenni di rapido riscaldamento. In breve, l'argomentazione è la seguente. Il 18O registrato nel nucleo di ghiaccio della Groenlandia suggerisce chiaramente come l'attuale raffreddamento faccia parte di una lunga serie di simili fluttuazioni climatiche naturali. Questo raffreddamento ha, negli ultimi tre decenni, più che compensato l'effetto di riscaldamento prodotto dalla CO2 rilasciata nell'atmosfera come sottoprodotto della combustione di combustibili chimici. Per analogia con eventi simili del passato, il raffreddamento naturale attuale, tuttavia, si esaurirà all’incirca nel corso del prossimo decennio. Una volta accaduto questo, l'effetto della CO2 tenderà a diventare un fattore significativo ed entro il primo decennio del prossimo secolo potremmo avere temperature globali più calde che negli ultimi 1000 anni. [...]

Degli effetti climatici indotti dall'uomo, solo quello della CO2 può essere decisamente considerato come significativo a livello globale. [...]

La curva ottenuta combinando l'effetto della CO2 con la curva naturale simulata mostra drammaticamente cosa accadrebbe se la naturale tendenza di raffreddamento si esaurisse e mutasse nella conseguente fase di riscaldamento, secondo il programma qui ipotizzato. Inizierebbe un drammatico aumento della temperatura globale che continuerebbe per circa quattro decenni (cioè la metà del ciclo di 80 anni). Questo riscaldamento porterebbe entro l'anno 2000 a temperature globali medie superiori all'intervallo sperimentato negli ultimi 1000 anni. Fino a quando il consumo di combustibili chimici non sarà drasticamente ridotto, le temperature globali continueranno ad aumentare. I cicli naturali futuri si limiterebbero a modulare questo aumento sempre più forte (periodi di 40 anni di aumento più rapido seguiti da periodi di 40 anni di aumento meno rapido). [...]

Il punto fondamentale dell'argomentazione è rappresentato dal fatto che negli ultimi 30 anni la tendenza al riscaldamento dovuto alla CO2 è stata più che contrastata da un naturale raffreddamento. Questa compensazione non può continuare a lungo sia a causa della rapida crescita dell'effetto della CO2 sia perché il raffreddamento naturale quasi certamente si esaurirà presto. Potremmo trovarci di fronte a una sorpresa climatica. L'inizio dell'era del riscaldamento indotto dalla CO2 può essere molto più drammatica che in assenza di variazioni climatiche naturali. Le conseguenze agricole del riscaldamento che ne consegue non sono ovvie (e nemmeno le implicazioni sul livello globale del mare). La conoscenza della temperatura globale media ci dice poco sull’andamento delle precipitazioni nelle principali regioni produttrici di cereali. Non c'è dubbio, tuttavia, che questo graduale riscaldamento porterà a cambiamenti nell’andamento delle precipitazioni globali. I nostri sforzi per capire ed eventualmente prevedere questi cambiamenti devono essere raddoppiati. [...]

Wallace Broecker, scienziato, climatologo e geologo statunitense

Analisi di Wallace Broecker, scienziato, climatologo e geologo statunitense

11 febbraio 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Scopri tra gli Editoriali

Il libro

Sull'acqua

Michele Serra

Multimedia

Climate Refugees

di Michael P. Nash, USA, 2010

La storia

Guadalupe Campanur

protettrice della comunità indigena e dei boschi del Cherán