English version | Cerca nel sito:

In compagnia dei Giusti

di Martina Landi

“Non c’è ragione evidente per cui non dovrebbe essere così: apparteniamo alla stessa specie e le nostre dinamiche sociali sono identiche, o almeno affini, ovunque. Eppure a gennaio, guardando con sospetto la Cina, avevamo la percezione che nulla del genere potesse accadere in Europa. Non su quella scala, non così, non da noi. Perché no? Per un pregiudizio infondato, il pregiudizio dell’altrove”. Scriveva così Paolo Giordano sulle pagine del Corriere della Sera il 9 marzo 2020, poche ore prima del decreto che ha trasformato l’Italia in un’unica “zona arancione”.

A gennaio si pensava che il virus, come altri prima di lui, non avrebbe raggiunto il Vecchio Continente né modificato la nostra quotidianità. Ci sbagliavamo, e ce ne siamo accorti improvvisamente. Il caso di Mattia, il giovane di Codogno dalla cui malattia è scattato l’allarme, è in poco tempo diventato il simbolo di questa vicenda. E poiché la forza dei simboli è spesso fondamentale nelle situazioni incerte, la notizia dell’uscita del giovane dal reparto di terapia intensiva è certamente una grande iniezione di speranza per tutto il Paese. 

È proprio sulla speranza che Gariwo vuole concentrarsi in questi giorni particolari.
Le scuole sono chiuse, gli eventi rimandati, a tutti è raccomandato di limitare il più possibile gli spostamenti. Si moltiplicano le richieste, da parte di autorità e volti noti, di restare a casa - #iorestoacasa è l’hashtag più ricorrente sui social - e di ritrovare un senso di comunità a volte ignorato in nome dell’individualismo e della frenesia dei ritmi quotidiani.
Non bisogna tuttavia farsi prendere dalla paura e dal panico. Noi di Gariwo ci siamo, e vi terremo compagnia con le storie dei Giusti. Per ricordare che in ogni momento della storia ci sono state e ci sono persone che hanno scelto il bene, che hanno salvato delle vite, che hanno fatto anche solo un “gesto Giusto”. E per continuare ad alimentare, attraverso video, articoli, suggerimenti e storie, il grande movimento culturale che insieme abbiamo creato in questi anni.

Crediamo che questo non sia il momento di fermarci, ma di rallentare e prestare attenzione agli esempi di ieri e di oggi. Pochi giorni fa abbiamo celebrato il 6 marzo al Giardino di Milano in maniera simbolica e senza le centinaia di ragazzi che ogni anno affollano le balze del Monte Stella. Per ricordare i Giusti onorati, abbiamo scelto il tema della responsabilità globale a cui tutti siamo chiamati in quanto abitanti di questo pianeta.
Chi ha salvato una vita durante i genocidi del Novecento, chi ha sfidato i totalitarismi per un’Europa di pace e democrazia, chi oggi si batte per i diritti delle donne e dei più deboli, chi ha difeso e difende l’altro conto ogni forma di fondamentalismo, chi protegge l’ambiente dalla minaccia dei cambiamenti climatici, ci dimostra non solo che in ogni momento è sempre possibile fare una scelta di responsabilità, ma anche che di fronte a sfide globali non possiamo dividerci - in Stati, regioni, popoli - ma affrontare tali problemi consapevoli di appartenere a un’unica natura. Solo così si interrompono i meccanismi di odio e contrapposizione.

I Giusti sono una grande terapia in questo senso, e non devono essere visti come esempi astratti. Dalle loro storie possiamo imparare comportamenti per la nostra vita quotidiana, anche in questo momento. Abbiamo la fortuna di non vivere in tempo di guerra, di non dover lottare per la democrazia contro un totalitarismo soffocante, possiamo godere dei privilegi della tecnologia e dell’innovazione. Impariamo dai Giusti a prenderci cura dell’altro attraverso delle scelte di responsabilità.
Ci possiamo salvare solo tutti insieme, e i Giusti ci indicano la strada per farlo.

Continuate a seguirci nei prossimi giorni sulla nostra pagina Facebook. Abbiamo pensato a tutti: insegnanti, ragazzi, lettori, cittadini, membri del nostro Network.

Ogni giorno dedicheremo un momento alla scuola, alle 10.30: scoprite GariwoSchool, l’appuntamento con una lezione, un percorso didattico, un approfondimento per sentirsi come in classe…ma dal pc di casa!
Per trascorrere insieme questo mese, vi proporremo ogni giorno “Una storia, un libro, un film”. Restate in casa, in compagnia dei Giusti!

Abbiamo pensato anche di raccogliere le storie e le riflessioni che tutti voi vorrete inviarci. Scriveteci a redazione@gariwo.net o usate sui social l’hashtag #iostoconiGiusti per segnalarci una figura che amate particolarmente, il libro che state leggendo, l’attività che avete proposto ai vostri studenti, ma anche le piccole cose che questo nuovo tempo rallentato vi ha fatto riscoprire… Nell’attesa di rivederci presto, nei nostri Giardini dei Giusti!

Martina Landi, Responsabile redazione Gariwo

Analisi di Martina Landi, Responsabile redazione Gariwo

10 marzo 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Scopri tra gli Editoriali

Multimedia

Arriva l’onda dei profughi climatici - Corriere TV

Antonio Ferrari parla con la ricercatrice Elena Brunello