Gariwo
QR-code
https://it.gariwo.net/magazine/editoriali/un-milione-di-motivi-per-ringraziare-i-lettori-di-gariwonet-25533.html
Gariwo

Un milione di motivi per ringraziare i lettori di gariwo.net

a cura della redazione

Per la redazione di gariwo.net quello che si sta concludendo non è stato un anno come un altro. L’invasione russa dell’Ucraina ha portato sempre più persone a esigere un’informazione attenta e puntuale e a cercare online analisi e approfondimenti di qualità. Ci siamo resi conto che, soprattutto durante i primi mesi di guerra, mancavano dei punti di riferimento essenziali per capire il contesto storico e culturale precedente alla scellerata invasione.

Il flusso continuo delle breaking news e l’analisi affidata - soprattutto in televisione - a commentatori improvvisati hanno creato un vulnus nella comprensione delle grandi questioni internazionali.

Dalle scuole, dalla rete delle associazioni che collaborano con la Fondazione Gariwo e dai lettori affezionati del sito e delle nostra newsletter è emersa la necessità di avere più strumenti interpretativi per capire cosa succede del mondo e quali sono le idee, le urgenze, le lotte, i sogni e le aspirazioni delle persone che vivono sotto le autocrazie, in guerra o che, anche in paesi democratici, subiscono discriminazioni, quando non proprio violenza, per le proprie nazionalità, credo, idee politiche, orientamento sessuale o identità di genere. Del resto sono proprio questi i contesti in cui agiscono i Giusti, le cui storie sono raccolte nella nostra Enciclopedia dei Giusti.

Da questa necessità abbiamo sviluppato l’idea di lavorare a delle pagine speciali come “Sul confine”, un contenitore di approfondimenti di storici, giornalisti e scrittori per capire le radici storiche che hanno condotto all’Holodomor, alla Shoah in Ucraina, al disastro di Chernobyl, e infine al movimento di Euromaidan e all’invasione russa.

Questo faticosissimo sforzo di ricerca ha fatto sì che diventasse fondamentale ampliare la rete dei collaboratori della redazione, così come gli ambiti di racconto: il giornalista Murat Cinar segue per noi l’arcipelago delle realtà dissidenti in Turchia, i membri del collettivo China Files raccontano su queste pagine cosa succede in Cina e negli altri paesi asiatici e grazie alle preziose analisi di Anna Zafesova, Tatjana Dordevic, Riccardo Michelucci, Maria Rita Corticelli e Cristina Giudici, solo per citare alcune delle collaborazioni più costanti, riusciamo ad ampliare il nostro sguardo su quello che succede nel resto del mondo.

Abbiamo la percezione che stiamo mettendo le basi per qualcosa di importante e la fiducia dei lettori ci incoraggia a proseguire in questa direzione.

Nel 2022 Gariwo ha avuto oltre un milione di lettori unici e le pagine viste sono state quasi un milione e seicentomila. I nostri approfondimenti sono stati studiati nelle classi di tutta Italia e le analisi dei nostri editorialisti sono state riprese e discusse nei programmi radiofonici, in televisione e sui giornali.

Crediamo che siamo davanti a un virtuoso punto di non ritorno. Vogliamo continuare a fornire strumenti e analisi utili a tutte le persone che hanno a cuore la tutela dei diritti umani e la prevenzione dei nuovi genocidi, oltre all’impegno a preservare la memoria dei mali del Novecento e delle storie di coloro che si sono battuti per sconfiggerli.

Negli ultimi giorni abbiamo posto le basi per rendere ancora più fruibile e ricca l’offerta contenutistica del sito. Vogliamo realizzare al suo interno un vero e proprio magazine e ampliare la rete degli autori per coprire tutte le principali aree di crisi del mondo, così come rendere questa rivista online la “casa” delle riflessioni degli intellettuali che si occupano delle tematiche a noi care: dal contrasto all’odio al dibattito sulla memoria, dalla prevenzione dei crimini di massa alla lotta per le libertà individuali e collettive.

Sarà uno strumento sempre più ricco e, soprattutto, plurale: cercheremo di fornire uno spettro ampio di idee e posizioni, tutte - tuttavia - all’interno dei valori fondativi di Gariwo: la verità storica, la lotta a ogni forma di discriminazione e di violazione dei diritti umani, la promozione della responsabilità individuale.

In sintesi, il 2023 si prospetta un anno di grandi sfide. Nella speranza di trovarvi ancora tutte/i al nostro fianco nella ricerca e nella promozione delle storie dei Giusti.

Grazie, care lettrici e cari lettori, della fiducia. Lotteremo per continuare a meritarla.

22 dicembre 2022

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Grazie per aver dato la tua adesione!

Scopri tra gli Editoriali

carica altri contenuti