English version | Cerca nel sito:

Oltre il confine

Un docu-film su Ettore Castiglioni

Realizzato dopo anni di preparazione e lunghe ricerche storiche, “Oltre il confine” - il docu-film sulla straordinaria figura di Ettore Castiglioni - verrà proiettato allo Spazio Oberdan di Milano lunedì 4 giugno alle ore 21.15. Sarà presente anche il regista Andrea Azzetti.

Ettore (Nino) Castiglioni è stato uno dei personaggi più rappresentativi dell'alpinismo nel periodo compreso tra le due guerre mondiali.

Trentino per nascita, di famiglia medio borghese, amò l’ambiente montano e fu un attivissimo alpinista. Aprì circa 200 vie in tutto l’arco delle Alpi: su granito, calcare e dolomia, dalle occidentali alle orientali, per la maggior parte sulle Dolomiti.

Durante la seconda guerra mondiale, dopo l'8 settembre e la situazione che ne conseguì, abbandonò la divisa di ufficiale e con i componenti rimasti della compagnia che stanziava ad Ollomont in Valpelline, organizzò una “comune” alla malga del Berio, nei pressi del confine svizzero. Da lì accompagnò oltre la frontiera molti fuggitivi dal regime, sia politici, tra i quali Luigi Einaudi, sia perseguitati dalle leggi razziali fasciste.

Arrestato in Svizzera, fu rilasciato dopo un mese e diffidato dal varcare nuovamente il confine svizzero, azione che sarebbe stata punita con una lunga carcerazione.

Non volle rispettare quell’obbligo e fu arrestato e imprigionato al Maloja. Una notte fuggì per poter rimpatriare salendo verso il passo del Forno. Scalzo e vestito solo con un lenzuolo e una coperta si avventurò nella bufera di neve per la sua impresa più impegnativa, quella di rimanere in vita.

Figura emblematica quella di Ettore Castiglioni, alla quale per la prima volta ci si è avvicinati usando una macchina da presa. Il film documentario vede la diretta partecipazione di Marco Albino Ferrari, curatore dell’edizione critica dei diari di Ettore Castiglioni, e ha come attore protagonista Stefano Scandaletti, che veste i panni dell’enigmatico protagonista. Prodotto da Giuma srl di Trento in collaborazione con Gooliver, Studio All Image ed Avilab srl, con la regia di Andrea Azzetti e Federico Massa.

Ettore Castiglioni è stato accolto nel Giardino Virtuale di Gariwo con la seguente motivazione: Grande alpinista, perse la vita nella Resistenza per mettere in salvo in Svizzera piccoli gruppi di ebrei e perseguitati politici attraverso i valichi alpini.”

Gabriele Zerbi, membro di SEM (Società escursioni milanesi)

30 maggio 2018

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Arte

letteratura, cinema, arti visive

Le uniche forme di comunicazione umana in grado di esprimere l'indicibile.
Il modo più trasversale per parlare di bene e male.
La via universale per trasmettere la memoria.