English version | Cerca nel sito:

Suggerimenti di lettura

per l'estate 2020

Ecco i nostri consigli di lettura per l'estate!
Gariwo vi augura buone vacanze e vi dà appuntamento a settembre...

Per l'estate 2020, non perdetevi “I Giusti dello sport”, un eBook gratuito con le storie degli atleti che hanno scelto il bene. Gariwo regala ai suoi lettori una raccolta con le più grandi storie di giustizia e diritti umani nello sport, raccontate da alcune delle migliori penne del giornalismo sportivo italiano.
Scaricatelo a questo link!

I Giusti, di Jan Brokken
Iperborea, 2020

In “I Giusti” Jan Brokken ricostruisce la vicenda poco nota del salvataggio di alcune migliaia di ebrei lituani, polacchi, austriaci, tedeschi. Rifugiatisi in Lituania, nella speranza di scampare alla ferocia nazista, migliaia di ebrei finirono stritolati tra russi e tedeschi. Il patto Molotov – Ribbentrop prima e l’operazione Barbarossa poi li condannarono o ai gulag staliniani o ai campi di sterminio nazisti.
La fantasia visionaria di alcuni uomini, diplomatici di carriera o consoli onorari, inventò per loro una singolare via di fuga...

Gli italiani che hanno fatto la Francia, di Alberto Toscano
Baldini e Castoldi, 2020

Si legge in alcuni passaggi tratti dal capitolo « Salvate gli ebrei!» : È possibile fare del bene pur essendo dalla parte sbagliata. I soldati italiani, arrivati nel 1942 da occupanti della Francia sud-orientale, lasciano un buon ricordo tra gli ebrei francesi e stranieri. A Roma c’è nel 1942 un regime razzista; ma a Nizza e a Grenoble ci sono militari italiani decisi a proteggere dalla persecuzione razziale ebrei che i tedeschi vogliono deportare...

La via dei topi, di Emilio Barbarani
Ianieri Edizioni, 2019

Il libro è avvincente, e riesce a condurre il lettore tra le strade di Buenos Aires e le vie dei contrabbandieri sulla Cordigliera delle Ande. Proprio questi percorsi danno il titolo all’opera di Barbarani: le vie dei topi, utilizzate dopo la Seconda guerra mondiale per nascondere i criminali nazisti e allontanarli dall’Europa dei Processi di Norimberga. La posta in gioco non è solo etica o legale. Dove sono andati i fuggiaschi? Con quali fondi? E soprattutto, con quali piani?

Butterfly, di Yusra Mardini
Giunti, 2018

È il racconto dell’agosto 2015 ad aprire il libro di Yusra Mardini, giovane nuotatrice siriana scappata dalla guerra e capace di salvare, gettandosi in acqua insieme alla sorella Sarah, tutti i naufraghi con cui si trovava in balia delle onde. Butterfly è l’autobiografia di Yusra, un viaggio dalle piscine di Damasco alle coste dell’Europa, attraverso il caos delle primavere arabe, le proteste, il conflitto siriano, i bombardamenti e la decisione di lasciare la propria casa per arrivare in Europa.

Un calcio al razzismo, di Massimiliano Castellani e Adam Smulevich
Giuntina, 2019

Il calcio, il gioco più bello del mondo, subisce sempre più l’insidioso veleno del razzismo. Una minaccia che ha origine nei drammi che hanno attraversato la società europea nel secolo scorso e che ancora pulsa nel ricordo di quelle ferite. C’è infatti un filo che collega i maestri danubiani della Serie A epurati dal regime fascista in quanto ebrei agli ignobili attacchi contro campioni di oggi come Koulibaly e Lukaku. È quello che cerca di spiegare questo libro...

Per l'uguaglianza, di Lilian Thuram
Add editore, 2014

Non si lasci ingannare chi si aspetta la biografia di un calciatore nero “impegnato” contro il razzismo. O chi si immagina un volume ricco di aneddotica sul calcio, una raccolta di racconti di spogliatoio che svelano i segreti nascosti del sistema pallone. Per l’uguaglianza di Lilian Thuram è il percorso intellettuale di un uomo che una volta compreso che il razzismo è intrinseco nella società contemporanea, decide di sviscerarne le componenti e di andare alla radice del fenomeno.

Dallo scudetto ad Auschwitz, di Matteo Marani
Diarkos, 2019

Matteo Marani racconta la storia di un uomo e della sua famiglia, una storia dimenticata da tutti per più di sessant’anni. Racconta di un allenatore di calcio, forse il più grande della sua epoca, che verrà deportato ad Auschwitz per espiare l'unica colpa a lui imputata: essere ebreo. È Árpád Weisz, nato a Solt, in Ungheria, nel 1896.

A casa nostra, cronaca da Riace, di Lelio Bonaccorso e Marco Rizzo

Feltrinelli Comics, 2019

Cosa succede ai migranti dopo la “salvezza” che era stata al centro del precedente libro di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso? I due autori partono da questo quesito per indagare il sistema dell’accoglienza in tre luoghi simbolici: Riace, San Ferdinando e Gioiosa Ionica. Dalle tavole di A casa nostra emergono ancora una volta storie, volti, esseri umani. E la complessità di un sistema in bilico tra burocrazia, decreti, caporalato, assistenza e protezione.

Brevi lezioni sul linguaggio, di Federico Faloppa
Bollati Boringhieri, 2019

L’idea di questo libro nasce dalla didattica, precisamente da un corso introduttivo al linguaggio che l'autore tiene in Inghilterra con gli studenti del primo anno. Un tentativo didattico, nel quale, oltre ad alcune nozioni tradizionali, Faloppa ha cercato di unire in modo interdisciplinare degli spunti di ecolinguistica, biologia, psicolinguistica, comunicazione non verbale. 

La storia ci salverà, di Carlo Greppi
Utet, 2020

Che la storia sia fatta solo di date, archivi, pietre e polvere è un triste equivoco. Che possa essere ridotta a una noiosa materia di obbligo scolastico è un peccato mortale. Che non serva più e sia poco adatta ai tempi dei social network, è una menzogna pericolosa. La dichiarazione d’amore per la storia di Carlo Greppi parte dalla passione giovanile per i pirati e i ribelli: personaggi come Robin Hood, William Wallace, Don Chisciotte e Lawrence d’Arabia. 

L'apicultore di Aleppo, di Christy Lefteri
Piemme, 2019

L’apicoltore Nuri e la moglie Afra passano le giornate cercando di ricucire le profonde ferite causate dalla guerra, in attesa di sapere dall’Ufficio migrazioni se la loro richiesta d’asilo verrà accettata.
In mezzo ci sono i soldati del regime di Assad, le fughe, i trafficanti, le traversate in mare e Atene, dove i nostri rimarranno bloccati per settimane insieme a migliaia di altri migranti.

Eroi dello sport, di Daniele Marchesini
Il Mulino, 2016

Quando un atleta diventa eroe? Se lo chiede e prova a rispondere Daniele Marchesini, storico e docente all’Università di Parma, ne “Gli eroi dello sport”. Partendo da un presupposto: eroe non vuol dire per forza campione. Anzi, molto spesso gli eroi sono perdenti, arrivano a un passo dal successo e poi vengono sconfitti.

PER I PIÙ PICCOLI...

Chico Mendes, difensore dell'Amazzonia, di Davide Morosinotto
Einaudi Ragazzi, 2020

Questo è un libro che finisce male il 22 dicembre del 1988. Ma comincia un po’ di tempo prima. Con una famiglia. E un trasloco nella foresta. La famiglia è quella del piccolo Zuza, primo protagonista di questo racconto. Insieme al padre, è un raccoglitore di gomma...

Perlasca, di Marco Mastragostino e Armando Miron Polacco
Becco Giallo, 2020

Il libro si apre con il ritorno di Perlasca in Italia e il racconto del suo stesso salvataggio: prima di iniziare la storia che lo vedrà fingersi funzionario di legazione spagnolo per salvare dalle persecuzioni centinaia di ebrei a Budapest, infatti, Perlasca riuscì a fuggire dai nazisti grazie all’avvertimento di un professore. Da qui, l’incontro con il Console spagnolo Sanz Briz, l’avvocato Farkas e i perseguitati di fronte alla legazione spagnola.

La musica del silenzio, di Luca Cognolato e Silvia Del Franca
Feltrinelli KIDS, 2020

Raul e sua sorella Marian - o “Gnoma”, come da fratello maggiore si diletta a chiamarla - sono due bambini di Budapest. Tutto inizia in una giornata come tante, a scuola. Finché il preside entra in classe e annuncia che dal giorno seguente tutte le persone di “razza ebraica” avrebbero dovuto esibire il certificato di cittadinanza, pena il licenziamento o l’espulsione.

Eterni secondi, di Rosario Esposito La Rossa
Einaudi Ragazzi, 2019

La Rossa racconta, con una penna piacevole e stimolante anche per gli adulti, venti storie di sport e di sportivi "perdenti" che tuttavia sono stati campioni, spesso proprio grazie alle loro sconfitte, nel fairplay, nel difendere i diritti umani e la dignità di tutte le persone.

L'ultima volta che siamo stati bambini, di Fabio Bartolomei
Edizioni e/0, 2018

Cosimo, Italo, Vanda e Riccardo hanno dieci anni e passano le giornate a giocare insieme, in una Roma martoriata dalla guerra e dalla fame. Nonostante le incertezze del conflitto, hanno trovato una loro normalità fatta di scherzi, dispetti e monellerie. Finché un giorno Riccardo, ebreo, viene “rubato dai tedeschi” e portato “alla fine della ferrovia”, come hanno sentito dire dai grandi...

20 luglio 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Arte

letteratura, cinema, arti visive

Le uniche forme di comunicazione umana in grado di esprimere l'indicibile.
Il modo più trasversale per parlare di bene e male.
La via universale per trasmettere la memoria.