Gariwo
https://it.gariwo.net/educazione/bando-adotta-un-giusto-202223-25239.html
Gariwo
Adotta un Giusto 2022/2023

Bando “Adotta un Giusto” 2022/2023

11 maggio, video di premiazione

Gariwo, la foresta dei Giusti (membro dell’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano con UCEI-Unione Comunità Ebraiche Italiane e Comune di Milano), insieme al Ministero dell’Istruzione, ha proposto anche quest’anno il bando di concorso “Adotta un Giusto” con l’obiettivo di promuovere negli studenti, attraverso il lavoro sui Giusti dell’Umanità, una cittadinanza attiva intesa come presa di coscienza dei principi che guidano un comportamento solidale eticamente responsabile.
La memoria del bene, consegnata al racconto delle azioni dei Giusti, ha un’importante funzione educativa perché sottrae all’oblio comportamenti che possono diventare esempi di “buone pratiche” anche nella vita quotidiana, non soltanto in situazione estreme.

Anche questa edizione del Bando ha visto la partecipazione di oltre 350 iscritti e l’invio di altrettanti elaborati artistico-letterari (testi, poesie, disegni, fumetti, videoclip) ispirati alle storie dei Giusti adottati, che hanno accompagnato le riflessioni degli studenti durante questo anno scolastico. Gli elaborati vincitori sono stati annunciati con un video di premiazione, uno per ciascun grado scolastico. Ogni video è arricchito da un intervento e messaggio speciale per i tantissimi studenti e insegnanti che hanno partecipato, con la speranza  che le classi e gli istituti che scelgono di adottare le storie dei Giusti saranno ogni anno sempre di più.

Per questa edizione, le classi i cui elaborati sono risultati vincitori del primo premio, riceveranno una stampante 3D. Riteniamo che questo strumento possa stimolare gli studenti e le studentesse durante le attività didattiche di lezione frontale ma anche nelle discipline trasversali. In un'epoca in cui la tecnologia corre veloce è fondamentale poter disporre di strumenti che sono in grado di creare nuove modalità di apprendimento e stimolare la curiosità dei ragazzi e delle ragazze.

Le classi, i cui elaborati sono risultati vincitori del primo, secondo, terzo premio e quelle a cui la giuria ha assegnato la menzione speciale, riceveranno un cofanetto prodotto da Ecofactory, con cui potranno piantare degli alberi in zone del centro e sud Italia oltre che in altre aree del mondo. L'ambiente e la sua protezione ci stanno a cuore e sappiamo che per combattere i cambiamenti climatici e il surriscaldamento globale l'impegno del singolo e delle nostre comunità è fondamentale per avere qualche speranza in questa grande missione che accomuna tutti noi.

La giuria, composta dalla Commissione educazione di Gariwo, da Franca Schiavon del Comune di Milano e da Giorgio Mortara dell’UCEI, ha assegnato i premi ai seguenti elaborati:

Scuole primarie

Per la categoria disegni vince il primo premio la classe quarta dell’Istituto Comprensivo "Vincenzo Laurenza” di Teano (Caserta) con un fumetto dedicato alla vita di Emilia Kamvisi, Giusta per l’accoglienza: «i disegni sono completati da una poesia dedicata ad una bambina ucraina, giunta nella classe, che rende l’attività di creazione dell’elaborato estremamente legata alla realtà presente e all’esperienza personale».

Il secondo premio va alla classe 4A della Scuola Primaria Anton Giulio Barrili di Genova che ha presentato un teatrino pieghevole dedicato a Giorgio Perlasca, per «la precisa caratterizzazione dei colori».
Il terzo premio va alla classe classe 5A dell’ICS Rosario Livatino di Ficarazzi (Palermo) per «l’originalità e la creatività» con un lavoro dedicato a Gino Bartali.
Una Menzione Speciale va alla classe 4B dell’ICS Aldo Moro di Casalnuovo (Napoli) per il fumetto dedicato a Nelson Mandela. L’elaborato si è contraddistinto perché «accresce la capacità di partecipazione e immedesimazione al tema scelto» da parte della classe.

Per la categoria testi vince il primo premio la classe 3B dell’Istituto Comprensivo Mons. Saba di Elmas (Cagliari) che «propone i percorsi di vita di alcuni Giusti, con una apprezzabile ricerca di storia locale. Spicca la ricostruzione della figura esemplare di Girolamo Sotgiu».
Il secondo premio va alla classe 3B dell’Istituto Comprensivo Amarelli di Corigliano (Cosenza) con un elaborato dedicato a Costantino Baratta: «l’elaborato ricostruisce con sensibilità e grande partecipazione emotiva la storia del tragico salvataggio in mare dei migranti il 3 ottobre del 2013».
Il terzo premio va alla classe 5B della Scuola Primaria S.G. Bosco di Salzano dell’Istituto Comprensivo Alighieri (Venezia) che ricostruisce le azioni di don Oddo Stocco ed è premiato per la coralità dell’esperienza.

Per la categoria video vince il primo premio la classe 2C dell’Istituto Comprensivo Rita Levi Montalcini di Noceto (Parma) per l’elaborato dedicato a Francesco Tirelli, perché «il lavoro rappresenta appieno lo spirito della scuola primaria e il percorso compiuto dagli alunni».
Il secondo posto va alla classe quinta dell’Istituto Comprensivo Monte Urano, Scuola Carlo Collodi di Torre San Patrizio (Fermo) per il video “Mare nostro”, dedicato al Giusto Costantino Baratta, per «le immagini efficaci e coinvolgenti introducono il tema dei migranti, sviluppato attorno ad una vera e propria sceneggiatura».
Il terzo premio va alla classe 4A della Scuola primaria di Piane di Falerone (Fermo) per «l’accurata ricerca della storia locale ricostruita e raccontata dai bambini con grande partecipazione e impegno corale che illustra la vicenda dei Giusti Quirino e Sperandia Stortini».

leggi tutto

Elaborati vincitori

Scuole secondarie di primo grado

Per la categoria disegni vince il primo premio la classe 2A del’IC Sandro Onofri di Roma, Scuola media Quartararo «per la sensibilità e partecipazione» con cui descrivono in dieci tavole la vicenda di Yusra Mardini.

Il secondo posto va alla classe 3E dell’Istituto Comprensivo Santa Lucia di Bergamo che con “Back to Siria” «ricostruiscono con grande partecipazione emotiva le vicende di Yusra Mardini e di Khaled Al Assad».
Il terzo posto ex-aequo va alla classe 3F della Scuola Ilaria Alpi di Chiavari (Genova) per le «immagini simboliche realizzate con tecnica sicura» con le quali viene descritto l’operato di Costantino Baratta. Anche la classe 3A dell’Istituto Comprensivo di San Polo di Piave (Treviso) riceve il terzo premio ex-aequo per l’elaborato “Giusti per la Libertà” per «la capacità degli studenti di attualizzare vicende del passato evidenziandone in modo efficace e creativo il collegamento con i drammi del presente».
Una Menzione Speciale va all’Istituto Comprensivo Foscolo di Taormina che con “tecnica espressiva” raccontano le storie di tre Giuste – Nasrin Sotoudeh, Halima Bashir, Wangari Muta Maathai – grazie a una «ammirevole capacità di ideazione e di sintesi».

Per la categoria testi vince il primo premio la classe 3C dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack di Gorle (Bergamo) con una poesia dedicata a Costantino Baratta che «evoca con immagini suggestive e delicate la bellezza dell’isola di Lampedusa che si contrappone alle tante tragedie consumatesi nel suo mare».
Il secondo premio va alle classi 3A e 3G dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Opera (Milano) per «lavori ampi e impegnativi» dedicati a Erwin Kräutler e Wallace Broecker.
Il terzo premio va alla classe 2C dell’Istituto di Garessio (Cuneo) che, prendendo esempio dalle azioni di Wallace Broecker, propone un «lavoro originale, valido esempio di cittadinanza attiva».

Per la categoria video il primo premio va alle classi 2A, 2B, 2C dell’Istituto Comprensivo di Montebello Vicentino (Vicenza) per l’elaborato dedicato a Pierantonio Costa  che «coniuga documentazione accurata e tecnica espressiva efficace, mostrando appassionata adesione ai valori che hanno ispirato l’azione del Giusto».
Il secondo premio va alla classe 3F dell’Istituto Comprensivo Val Rendena di Spiazzo Rendena (Trento) su Berta Cáceres e Sophie Scholl per l’alto «valore educativo» che esprime attraverso l’esempio dei Giusti.
Il terzo premio ex aequo va alla classe 1C dell’Istituto Comprensivo G. Guarino di Favara (Agrigento) per il video dedicato alla storia di Vito Fiorino per la «partecipazione convinta e appassionata dell’intero gruppo di lavoro». Il terzo premio ex aequo viene assegnato anche alla classe 3A dell’Istituto Comprensivo via F. Gentile di Roma per l’elaborato dedicato alla figura di Sophie Scholl per «l’adesione convinta degli studenti al suo messaggio di speranza».

leggi tutto

Elaborati vincitori

Scuole secondarie di secondo grado

Per la categoria disegni, il primo premio va alla classe 5TB del Liceo G.G. Trissino di Valdagno (Vicenza) che ha presentato un elaborato dedicato a Rinaldo Arnaldi e vince per il «disegno accurato e chiaro nella comunicazione, accompagnato da immagini fotografiche, documenti di archivio e opportune note storiche».

Il secondo premio va alle classe 5AG dell’IIS C. Olivetti di Ivrea (Torino) con un fumetto dedicato a Don Pino Puglisi. Vince il premio per «la chiarezza narrativa e la capacità di immedesimazione al tema scelto».
Il terzo premio va alla classe 5CT dell’ITT A. Gentileschi di Milano che ha dedicato l’elaborato a Julius Baumann e ha vinto per la «precisione e chiarezza».

Per la categoria testi, il primo premio va alla classe 4A del Liceo Cavalieri di Verbania per un racconto dedicato ai Giusti per gli Armeni. Vince il primo premio, perché «racconto ricco di fantasia costruito sul dialogo tra un ragazzo turco e una ragazza armena proiettati in un futuro in cui la memoria del genocidio si è cancellata e le pagine dei libri sono vuote». Il primo premio ex aequo va alla classe 1K dell'IISS Mauro Picone di Lercara (Palermo) per un testo corredato da disegno dedicato a Efi Latsoudi, attivista per i diritti umani a Lesbo. Vince il primo premio ex aequo per «l’accurata ricerca dei materiali che denotano una conoscenza precisa della situazione dei Campi di Lesbo e intensa immedesimazione al tema scelto».
Il terzo premio va alla classe 5A del Liceo Classico C. Nevio di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) con un testo dedicato a Giorgio Perlasca, per «grande forza comunicativa».
Una Menzione Speciale va alla classe 2BQ dell’IIS Righi di Cerignola per le «riflessioni puntuali» nello “Speciale Gariwo” dedicato a Gareth Jones.
Una Menzione Speciale va anche alla classe 5C ginnasio del Liceo Zucchi di Monza per l’«ideazione di un necrologio dedicato alla figura di Franco Basaglia che rivela capacità di immedesimazione nel tema complesso della psichiatria e soprattutto nella condizione di sofferenza estrema dei pazienti ai quali Franco Basaglia ha dedicato l’intera sua vita per modificare e abolire la condizione di reclusione».

Per la categoria video, il primo premio va alla classe 4L dell’I.I.S.S. Don Colletto di Corleone (Palermo) per l’«impegno corale degli studenti che rivelano grande capacità di immedesimazione e coinvolgimento nel tema della mafia», dedicando l’elaborato a Felicia Impastato.
Il secondo premio va alla classe 5A del Liceo Scientifico Amaldi di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) con un video dedicato a Gustav Herling, per «la ricerca documentaria con immagini d’epoca».
Il terzo premio va alle classi 1AM, 3AUE, 3BU dell’ISIS Pitagora di Montalbano Ionico «per un video che ricostruisce gli eventi della dittatura in Argentina del Generale Jorge Videla e mette a fuoco il tema dei desaparecidos e della protesta corale delle madri di Plaza de Mayo».
Una menzione speciale va alle classi 3B e 4B RIM dell’IIS Atestino di Este (Padova) che ha presentato un video su Miriam Novitch e Abdel Haidara, premiata per «immagini significative e toccanti sul tema del genocidio culturale che ha origine con il rogo dei libri a Berlino del 1933».

leggi tutto

Elaborati vincitori