English version | Cerca nel sito:

Come se non fosse un fulmine

progetto educativo-culturale su i Giusti

Come se non fosse un fulmine - la scelta degli uomini Giusti
Testo e regia: Marianna Esposito 
Assistente alla regia: Diego Paul Galtieri 
Con: Liliana Benini, Alessandro Cassutti, Marianna Esposito, Annalisa Falché, Kàrun Grasso
Scenografie: Stefano Zullo
Coproduzione tecnica: Mamimò Teatro Piccolo Orologio 
Organizzazione e produzione: Elena Romeo 
Ufficio stampa: Sara Prandoni

La compagnia TeatRing propone  lo spettacolo "Come se non fosse un fulmine. La scelta degli uomini Giusti", un progetto educativo-culturale sui Giusti, che vi proponiamo di inserire tra le offerte didattiche per il prossimo anno scolastico 2019-2020.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio dalla Fondazione "Milano Loves You", che si occupa di premiare le eccellenze milanesi e il patrocinio da "Il Comitato per la Foresta dei Giusti - Gariwo onlus".

Come se non fosse un fulmine, che debutterà il 23 Settembre 2019 al Teatro Elfo Puccini, nasce dall'urgenza di ricordare a tutti che la scelta individuale ha un peso enorme nella costruzione del futuro. Che non bisogna essere eroi per agire in GIUSTIZIA. Che basterebbe anche una semplice azione di coraggio per non ripetere gli stessi errori del passato, soprattutto in questo periodo storico in cui vi sono pericolosissimi rimandi al passato, in Italia così come in altri luoghi del mondo.

Lo spettacolo parla non di uno, ma di molti Giusti: uomini sconosciuti, originari da diverse parti del mondo, che con le loro azioni coraggiose hanno salvato esseri umani da persecuzioni, guerre, genocidi e ingiustizie, anche rischiando la propria incolumità.

5 attori, 10 personaggi e 10 storie geograficamente e temporalmente differenti, perché il concetto di Giustizia sia trasmesso in larga scala e riguardi diversi ambiti: dalla Shoah alla guerra in Vietnam, dall'estremismo islamico alla salvaguardia della dignità dei migranti, alla tutela dei diritti umani in generale.

"Abbiamo sempre avuto una sconfinata fiducia nella giustizia. Laddove per giustizia non intendiamo legalità. Intendiamo il senso di cosa è GIUSTO. Abbiamo sempre creduto che gli esseri umani avessero una bussola morale che non sbaglia mai. Noi sappiamo cosa è giusto e cosa non lo è. Lo sappiamo.
Quindi cosa significa essere Giusti? Significa AGIRE.

Agire, prendere una decisione, decidere, re-cidere. Dire i NO giusti. A volte, anche i SI giusti. E la storia ci offre centinaia di esempi di persone comuni, che hanno preso decisioni importanti e con il loro agire hanno salvato anche soltanto un altro essere umano da genocidi, persecuzioni, guerre, fame, umiliazioni. Si sono ribellati alla mafia, hanno custodito l'arte, nascosto persone, aiutato migranti, accolto profughi in ogni parte del mondo, in ogni periodo storico.. Contro la legge, contro le “regole”. Perché regole e convenzioni non sempre significano giustizia.

Irena Sendler, Gino Bartali, Lutz Long, Khaled Al-Asaad, Dang Thuy Tram, Etty Hillesum e molti altri Giusti. Li vedremo nel momento cruciale della loro vita: il momento della scelta.
continuo la mia vita serenamente, mi volto dall'altra parte, oppure decido di agire?

Questo spettacolo è per voi. Questo spettacolo è per tutti noi. Per ricordarci quanto grandioso può essere il potere di una decisione individuale.

Per ricordarci che:
Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate. Ma lo diventerete, se non fate nulla per cambiarla”.

La Compagnia TeatRing, unitamente alla messa in scena dello spettacolo, offre percorsi di approfondimento all'interno delle classi, programmabili in altri giorni/orari, quali reading e dibattito e interviste ai personaggi. Un modo del tutto nuovo di proporre approfondimenti, dove gli attori si presentano direttamente da personaggi, e gli alunni hanno la possibilità di diventare dei “giornalisti”, ovvero di intervistarli.

Lo spettacolo può essere inserito tra le proposte teatrali del prossimo anno, con una data creata ad hoc, all’interno del vostro Istituto o in alternativa in un teatro di vostro appoggio.

Compagnia Teatring: info@teatring.it - www.teatring.it    338.4606518

Promozione e distribuzione: Elena Romeo 338.6972065 elena.romeo75@gmail.com

12 giugno 2019

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Educazione

la didattica di Wefor al servizio della memoria

Diffondere la conoscenza dei Giusti tra i giovani è tra i principali obiettivi di Gariwo. Il veicolo più efficace è il rapporto con la scuola, attraverso gli insegnanti impegnati a confrontarsi con i problemi contemporanei nella formazione della coscienza civile e morale delle nuove generazioni... La memoria, individuale e collettiva, è un tassello fondamentale nella formazione dei giovani e un potente strumento nelle mani degli educatori: per questo parliamo di memoria educativa nella costruzione dell’identità...
Gariwo ha sviluppato con gli educatori, docenti, accademici, intellettuali e associazioni, sia in Italia che all’estero, uno scambio di esperienze, di informazioni e di elaborazioni, da rendere disponibili a tutti gli operatori della formazione, sotto forma di progetti didattici, riflessioni, relazioni, riferimenti teorici, indicazioni bibliografiche e notizie dal mondo dell’istruzione...
Per indicare i Giusti come punti di riferimento della coscienza europea, con il progetto Wefor abbiamo creato la didattica deGiardini virtuali d’Europa, dove idealmente sono piantati gli alberi per i Giusti dei diversi Paesi; una sezione è interamente dedicata alle scuole, dal titolo significativo YouFor, in cui sono raccolti i materiali per gli insegnanti, i contributi delle classi, gli elaborati e le ricerche degli studenti, oltre a un vasta raccolta di supporti di approfondimento. 

leggi tutto

Il libro

Immaturità

Francesco M. Cataluccio

Multimedia

Gabriele Nissim, I Giusti custodi della coscienza dell'Europa

convegno "Le virtù dei Giusti e l'identità dell'Europa"