English version | Cerca nel sito:

Essere Giusti nel proprio tempo

I ragazzi delle seconde - Istituto Bonvesin de la Riva di Legnano

Disegno su Paul Rusesabagina realizzato dai ragazzi del Bonvesin

Disegno su Paul Rusesabagina realizzato dai ragazzi del Bonvesin

Consapevole del fatto che la scuola ha un ruolo fondamentale nella diffusione dei valori di libertà e tolleranza tra le nuove generazioni e che la memoria del Bene sia un potente strumento educativo e serva a prevenire genocidi e crimini contro l'Umanità, l’Istituto Bonvesin de la Riva da anni è attivo nella promozione di attività artistiche che si pongono come finalità la riflessione sull’importanza di tali principi.

Per l’anno scolastico 2018/19 le classi seconde dell’istituto hanno realizzato il progetto Essere Giusti nel proprio tempo con due scopi:

  • far conoscere la storia di sei Giusti che non hanno accettato compromessi, ma hanno combattuto le ingiustizie e hanno aiutato chi era perseguitato, pur non essendo eroi dai poteri sovrumani, ma persone normali che hanno fatto ciò che era giusto;
  • essere consapevoli che tutti noi nella vita di ogni giorno possiamo scegliere il bene per combatter il male.

Il progetto, che ha visto impegnati gli allievi per un intero anno scolastico, si è sviluppato in più fasi.

Prima fase: progettazione.

Ogni classe ha approfondito la figura di un Giusto attraverso le biografie reperibili presso l’associazione Gariwo e la ricerca di immagini, filmati, romanzi, documenti che riguardavano la sua vita. Contestualmente i ragazzi, singolarmente o a gruppi, hanno creato il bozzetto di un albero che rappresentasse graficamente la vicenda umana del personaggio prescelto dalla classe. Una commissione interna, composta dalla dirigente Elena Osnaghi e dagli insegnanti di educazione artistica, ha individuato i 6 migliori disegni.

Seconda fase: laboratorio di teatro.

Il punto di partenza del laboratorio è stata una riflessione guidata dall’insegnante di italiano, anche attraverso la lettura di brani, romanzi, articoli giornalistici, inerenti al tema dei Giusti.

Le letture hanno fornito lo spunto per la discussione e l’approfondimento in classe del tema in tutte le sue principali sfaccettature. Successivamente gli alunni, a partire dal lavoro di laboratorio condotto dall’operatore teatrale Riccardo Colombini, hanno elaborato e messo in scena una drammaturgia originale ispirata alla vita di uno dei seguenti Giusti: Gino Bartali, Don Pino Puglisi, Paul Rusesabagina, Sonita Alizadeh, Svetlana Broz, Irena Sendler.

Il giorno 18 maggio 2019 gli spettacoli così realizzati sono stati presentati al pubblico, che li ha accolti con grande entusiasmo.

Terza fase: realizzazione del bosco.

Gli alunni, coadiuvati dalla prof.ssa Maria Elena Santomarco, hanno dipinto sui muri di un corridoio della scuola una simbolica foresta dedicata ai loro Giusti. La caratteristica pregnante degli alberi è la presenza del nome dei Giusti, inserito in vario modo nei tronchi per mantenere viva la memoria di ciò che è accaduto.

Il giorno 6 giugno 2019la mostra è stata inaugurata alla presenza di alunni, genitori, insegnanti, autorità locali.

Si ringrazia la Prof.ssa Raffaella Gaviani per i materiali.

25 giugno 2019

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Essere Giusti nel proprio tempo

I disegni e gli spettacoli dei ragazzi delle seconde dell'Istituto Bonvesin de la Riva

Educazione

la didattica di Wefor al servizio della memoria

Diffondere la conoscenza dei Giusti tra i giovani è tra i principali obiettivi di Gariwo. Il veicolo più efficace è il rapporto con la scuola, attraverso gli insegnanti impegnati a confrontarsi con i problemi contemporanei nella formazione della coscienza civile e morale delle nuove generazioni... La memoria, individuale e collettiva, è un tassello fondamentale nella formazione dei giovani e un potente strumento nelle mani degli educatori: per questo parliamo di memoria educativa nella costruzione dell’identità...
Gariwo ha sviluppato con gli educatori, docenti, accademici, intellettuali e associazioni, sia in Italia che all’estero, uno scambio di esperienze, di informazioni e di elaborazioni, da rendere disponibili a tutti gli operatori della formazione, sotto forma di progetti didattici, riflessioni, relazioni, riferimenti teorici, indicazioni bibliografiche e notizie dal mondo dell’istruzione...
Per indicare i Giusti come punti di riferimento della coscienza europea, con il progetto Wefor abbiamo creato la didattica deGiardini virtuali d’Europa, dove idealmente sono piantati gli alberi per i Giusti dei diversi Paesi; una sezione è interamente dedicata alle scuole, dal titolo significativo YouFor, in cui sono raccolti i materiali per gli insegnanti, i contributi delle classi, gli elaborati e le ricerche degli studenti, oltre a un vasta raccolta di supporti di approfondimento. 

leggi tutto