Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Valzer con Bashir

Ari Folman, David Polonski
Rizzoli Lizard, Milano, 2009

La graphic novel di Ari Folman e David Polonski Valzer con Bashir. Una storia di guerra racconta della strage di Sabra e Chatila. Tratta dall’omonimo film d’animazione, descrive gli eventi di cui lo stesso Folman è stato protagonista, avendo partecipato alla guerra in Libano nell’esercito israeliano. La narrazione si apre con un incubo: tutte le notti un amico e commilitone di Folman, sogna di essere inseguito da 26 cani famelici, quelli che ha dovuto uccidere per evitare che la sua brigata venisse scoperta. Ascoltando l’amico il protagonista inizia a chiedersi che cosa sia stata veramente la guerra a cui ha partecipato, ma di cui non ha alcun ricordo. Decide così di intraprendere un viaggio per raccogliere le testimonianze degli altri compagni di battaglia e scopre dai loro racconti che ciascuno ha rielaborato la memoria della guerra in modo diverso. Piano piano riemerge in Folman la memoria rimossa della strage, costringendolo a misurarsi con la disumanità della guerra.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Fumetti

per raccontare la realtà con la forza della fantasia

Nel mondo della graphic novel, fucina immaginifica del fantastico, la tendenza autobiografica, memorialistica, storica e di reportage del reale trasfigurato è sempre stata presente e spesso connaturata al lavoro dei grandi maestri dell'arte sequenziale.
Il fumetto, nel suo essere comunque stilizzato, antirealistico e interpretativo per natura e tradizione, determina infatti una forma di comunicazione efficacemente distaccata dalla materia trattata, permettendo così la narrazione incisiva di temi crudi e difficile come le storie dei genocidi che hanno caratterizzato il ventesimo secolo.
Anche le figure dei "Giusti" sono sempre più spesso assunte dalla graphic novel come forma artistica di espressione del reale, in cui si può specchiare la Storia per far emergere un messaggio etico rivolto ai giovani, di insegnamento e di speranza per il loro futuro.