Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Guerre e Pace

la quarta edizione del Festival dei Diritti Umani

Guerre e Pace. Quarta edizione del Festival dei Diritti Umani

Guerre e Pace. Quarta edizione del Festival dei Diritti Umani

Dal 2 all'11 maggio 2019 si terrà a MilanoBologna, Firenze Roma il Festival dei Diritti Umani, di cui anche quest'anno Gariwo è media partner. La grande novità è che questa "avventura del cinema e della parola" - come l'ha definita ieri il presidente del Festival Paolo Bernasconi all'anteprima e presentazione della quarta edizione Yemen: la guerra che ci riguarda, svoltasi significativamente nella sede milanese della Croce Rossa Italiana - sarà per la prima volta itinerante in 4 città italiane, che hanno deciso di allearsi nella diffusione e condivisione della consapevolezza dei diritti. La Triennale di Milano ospiterà il Festival insieme al Cinema Lumière di Bologna, all'Auditorium Santa Apollonia di Firenze e al MAXXI - Museo Nazionale delle arti del XXI secolo di Roma.

Il tema "Guerre e Pace" viene scelto in un momento in cui un quinto del pianeta è in guerra e parlare di conflitti significa non voltarsi dall'altra parte di fronte alle tensioni, agli squilibri e alle migrazioni che stanno attraversando il mondo, significa indagarne le cause e iniziare delle buone pratiche volte al raggiungimento della pace. I diritti uguali per tutti sono la base per vincere questa sfida e far sì che la pace non sia solo "una tregua fra la guerra di ieri e quella di domani", dichiara Danilo De Biasio, direttore del Festival dei Diritti Umani. Con una serie di incontri pensati per le scuole e per le università, proiezioni di film documentari, dibattiti con intellettuali, scrittori e giornalisti italiani e internazionali, dialoghi con testimoni e con chi lavora sul campo, mostre e reportage fotografici, il Festival vuole far luce su un genere umano attuale intriso di violenza per il quale "le vie d'uscita pacifiche sono difficili e quindi vanno incoraggiate", aggiunge ancora il direttore De Biasio. 

Oltre alle guerre per procura, alle armi vendute dalle grandi potenze ai Paesi in conflitto che distruggono le città e le società, ai campi di battaglia che coincidono con i luoghi della società civile e non fanno sconti a nessuno, nemmeno ai bambini, si parlerà molto anche di cambiamenti climatici, che, non solo minacciano il nostro intero ecosistema, ma colpiscono le società già più deboli generando nuove migrazioni e nuovi conflitti. Anche Gariwo parla da qualche anno del cambiamento climatico e delle sue conseguenze che toccano la questione dei genocidi e, durante la Giornata dei Giusti dell'umanità 2019 al Giardino di Milano, il presidente Gabriele Nissim ha annunciato che sarà proprio l'ambiente, insieme allo sport, il tema della Giornata dei Giusti del prossimo anno.  

Per il programma dettagliato del Festival clicca qui.

L'ingresso al Festival è gratuito fino ad esaurimento posti.                            

4 aprile 2019

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Educazione

la didattica di Wefor al servizio della memoria

Diffondere la conoscenza dei Giusti tra i giovani è tra i principali obiettivi di Gariwo. Il veicolo più efficace è il rapporto con la scuola, attraverso gli insegnanti impegnati a confrontarsi con i problemi contemporanei nella formazione della coscienza civile e morale delle nuove generazioni... La memoria, individuale e collettiva, è un tassello fondamentale nella formazione dei giovani e un potente strumento nelle mani degli educatori: per questo parliamo di memoria educativa nella costruzione dell’identità...
Gariwo ha sviluppato con gli educatori, docenti, accademici, intellettuali e associazioni, sia in Italia che all’estero, uno scambio di esperienze, di informazioni e di elaborazioni, da rendere disponibili a tutti gli operatori della formazione, sotto forma di progetti didattici, riflessioni, relazioni, riferimenti teorici, indicazioni bibliografiche e notizie dal mondo dell’istruzione...
Per indicare i Giusti come punti di riferimento della coscienza europea, con il progetto Wefor abbiamo creato la didattica deGiardini virtuali d’Europa, dove idealmente sono piantati gli alberi per i Giusti dei diversi Paesi; una sezione è interamente dedicata alle scuole, dal titolo significativo YouFor, in cui sono raccolti i materiali per gli insegnanti, i contributi delle classi, gli elaborati e le ricerche degli studenti, oltre a un vasta raccolta di supporti di approfondimento. 

leggi tutto

Il libro

I buoni

Luca Rastello

Multimedia

Premiazione sezione medie

bando "Adotta un Giusto 2018/19"