English version | Cerca nel sito:

Rom e Sinti. Il genocidio dimenticato.

Carla Osella
Tau Editrice, 2013

Questo libro, inserito nella collana dei quaderni della Fondazione Migrantes, è nato dall’amore verso il popolo rom e sinto con il quale da oltre quaranta anni l’autrice condivide la sua vita. Questo lavoro, iniziato nel 2005, è frutto di ricerche, visite, consultazioni di documenti, incontri con i direttori dei musei e, soprattutto, con le persone che erano state internate. Il progetto ha previsto sia le visite ai lager fondati dai nazisti durante l’ultima guerra mondiale, sia le foreste in cui venivano trucidati: è stato un pellegrinaggio nel dolore del passato dove milioni di uomini, donne e bambini soffrirono a causa della deportazione, la fame, il lavoro inumano cui erano sottoposti, mentre altri venivano assassinati nelle camere a gas.
Il filo rosso che collega ogni capitolo del libro è stato quello di dar voce a chi di loro ha vissuto il dramma della deportazione e della morte.

L'autrice
Carla Osella è nata a Torino, è sociologa e pedagogista, pubblicista e scrittrice, ha al suo attivo quaranta pubblicazioni su temi di spiritualità, libri per bambini, sulla cultura e le problematiche romanì. Nel 1971 sceglie di condividere il suo cammino di fede con una delle popolazioni più emarginate d’Europa e decide di andare a vivere con un gruppo di sinti piemontesi. Durante questa “avventura” i sinti le chiedono di lottare per la difesa dei loro diritti realizzando un sindacato, così insieme a 431 famiglie sinte, nasce l’A.I.Z.O. (Associazione Italiana Zingari Oggi) un’associazione di volontariato, presente attualmente in 15 regioni. 
Ha partecipato fin dagli anni ottanta agli incontri a Palazzo Chigi, ai Tavoli per i profughi della Ex-Jugoslavia e al Comitato nazionale per l’Infanzia. È intervenuta in varie Commissioni presso l’Unione Europea, al Consiglio d’Europa a Strasburgo e ha ricoperto una carica direttiva all’interno dell’“European Union Migrant’s Forum” nell’ambito della Commissione specifica sui Rom e Sinti a Bruxelles. È stata nominata dal Presidente della Repubblica nel 2011 “Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana” per attività svolte a fini sociali.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Libri - Rom e Sinti

il genocidio dimenticato

Racconti, testimonianze e saggi segnalati da Gariwo.