English version | Cerca nel sito:

Medico senza frontiere. Ritratto di Carlo Urbani

Lucia Bellaspiga
Ancora, 2013

Il dottor Carlo Urbani ha dedicato la sua vita a proteggere e salvare la vita degli altri. È stato determinante nel garantire un'imminente reazione da parte della comunità internazionale alla Sindrome Respiratoria Acuta Severa, e questo era caratteristico della sua natura di professionista competente e sempre vigile. Se non avesse intuito che l'insorgere di quel virus era qualcosa di fuori dall'ordinario, molte più persone sarebbero cadute vittima della Sars. È la più crudele delle ironie che egli abbia perso la sua stessa vita ucciso dalla Sars, mentre cercava di preservare il prossimo dalla malattia. Il dottor Urbani lascia un esempio illuminante nella famiglia delle Nazioni Unite e nella comunità sanitaria di tutto il mondo. Per il suo contributo in prima linea nella lotta contro il virus lo ricorderemo come un eroe, nel senso più elevato e più vero del termine.

È con le parole dell'allora Segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan che si apre il libro di Lucia Bellaspiga, un testo agile che permette di conoscere il Carlo Urbani "uomo", il medico e il credente. 

Non è facile leggere queste pagine durante una pandemia, quella di Covid-19, che tanto somiglia a quella di SARS scongiurata dallo stesso Urbani. Tante immagini degli ultimi giorni di Urbani sono sovrapponibili a momenti che abbiamo tutti imparato a conoscere: una strana polmonite che non sparisce con gli antibiotici e che invece contagia il personale medico degli ospedali, infermieri stremati che piangono nelle corsie dei reparti, un governo che non vuole dare l'allarme mondiale, l'utilizzo di guanti, mascherine, dispositivi di protezione e procedure di quarantena. 

Non è facile, ma è fondamentale per capire un uomo, Urbani, che è diventato noto agli occhi del mondo nel momento della sua morte, ma che è ed è stato molto, molto altro. Un padre sempre attento ai suoi figli, a cui ha dedicato anche l'ultimo pensiero. Un medico impegnato nell'aiutare gli ultimi della terra, che da presidente di Msf Italia prima e da coordinatore dell'Oms poi ha condotto una vera e propria battaglia per la diffusione dei medicinali essenziali a tutta la popolazione mondiale. Un uomo di fede, di una spiritualità formata duranti i tanti viaggi, dall'Africa alla Cambogia, fino al Vietnam, dove si stabilirà con la famiglia e scoprirà - pagandolo con la sua stessa vita - l'arrivo del virus della SARS.
Ma anche un collega, un amico, un esempio positivo da scoprire e seguire in questo mondo segnato dal Covid.

Martina Landi, Responsabile redazione Gariwo

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Libri - Giusti

storie e riflessioni

Testi di approfondimento segnalati da Gariwo.