English version | Cerca nel sito:

Il secolo dei genocidi

B. Bruneteau
Il Mulino, Bologna, 2005

Se è vero che stermini di massa ricorrono lungo tutta la storia dell’umanità, è nel corso del Novecento che il particolare connubio tra razionalità totalitaria, nazionalismo e modernità ha determinato quella che è la peculiarità del fenomeno genocidario come fenomeno novecentesco.
Dopo aver precisato questa categoria analitica a partire da quando il termine “genocidio” venne coniato nel ’44, l’autore analizza le origini ottocentesche, ideologiche e storiche, del comportamento genocidario, che affondano nelle guerre di conquista coloniale e nella diffusione di un malinteso darwinismo sociale. Alla luce di tali premesse verranno poi passati in rassegna i grandi genocidi del XX secolo: gli armeni estirpati dall’impero ottomano, le liquidazioni sovietiche dei Gulag, lo sterminio del popolo ebraico per mano nazista, i massacri della Cambogia di Pol Pot e infine la pulizia etnica che negli anni ’90 ha drammaticamente segnato Bosnia Erzegovina e Rwanda.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Libri - Opere varie

per approfondire

segnalate da Gariwo