English version | Cerca nel sito:

Il ponte sulla Drina

Ivo Andric
Mondadori, Milano, 1995

In Bosnia, alla confluenza di due mondi, quello cristiano e quello musulmano, sorge Visegrad, da sempre città di incontro tra diverse culture. È qui che nel ‘500 il visir Mehmed Pascià volle far costruire il ponte diventato simbolo e testimonianza, poiché costruito grazie alla fatica e al sacrificio di molti cristiani, dell’incontro e dell’assimilazioni di due mondi diversi. Il ponte, con tutto il suo significato metaforico, risulta in tal modo il protagonista principale del romanzo di Andric, premio Nobel per la letteratura nel 1961, che con quest’opera ci offre un grande affresco della Bosnia dal ‘500 agli anni della Prima Guerra Mondiale.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Libri - Balcani, "Giusti" e pulizia etnica

racconti e testimonianze

segnalati da Gariwo