English version | Cerca nel sito:

Quando si spengono le luci. Storie dal Terzo Reich

Erika Mann
Il Saggiatore, 2013

Dieci racconti che offrono uno spaccato di vita della Germania alle soglie della Seconda Guerra Mondiale; dieci racconti che hanno come protagonisti i tedeschi, la gente comune; dieci storie che raccontano l’impatto che nazismo, dittatura, economia di guerra, propaganda e delazioni hanno avuto sul popolo tedesco, sia dal punto di vista pratico, sia sotto l’aspetto umano, sociale e personale.

Come spiega l’autrice, i protagonisti sono volutamente persone comuni e le loro storie sono altrettanto comuni nella Germania del 1938: l’intento è espressamente quello di raccontare non l’eccezionalità, positiva o negativa, ma la “normalità” della vita in una cittadina tedesca in quegli anni. Partendo da episodi marginali, di ordinaria quotidianità, emergono spontaneamente tutte le contraddizioni della Germania nazionalsocialista, divisa tra propaganda e realtà, combattuta tra giustizia e convenienza personale.

Ogni racconto è preceduto da un quadro descrittivo gioioso e idilliaco, che amplifica il contrasto tra propaganda e realtà; i fatti sono invece narrati in modo chiaro e diretto, senza orpelli stilistici, commenti o approfondimenti e lo stile cronachistico costituisce proprio il punto di forza dell’opera, perché porta il lettore a scoprire autonomamente le contraddizioni e i dilemmi interiori dei personaggi: perseguire l’utile o il bene? Restare nella propria patria nonostante tutto, o abbandonarla? Reagire o arrendersi a un destino visto come ineluttabile? Assumersi la responsabilità delle proprie azioni o scaricarle su altri?

Ogni personaggio è simbolico di un comportamento: chi si adegua al regime, chi fa finta di farlo, chi vi si oppone da sempre, chi lo fa gradualmente, chi ha un improvviso risveglio della coscienza, chi si arrende, togliendosi la vita o impazzendo.

Dieci storie in apparenza slegate si riuniscono idealmente nel racconto finale, che riannoda i fili delle vicende dei vari personaggi, offrendo, dove possibile, un finale positivo, carico nonostante tutto di speranza e di fiducia per il futuro dell’essere umano.

Tea Camporesi

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Libri - Shoah e "Giusti tra le Nazioni" di fronte al nazismo

racconti e testimonianze

Romanzi, poesie, ricordi, resoconti segnalati da Gariwo.