English version | Cerca nel sito:

MediaVox: Osservatorio sull’odio online

dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

Anche Gariwo aderisce con grande entusiasmo al progetto MediaVox, Osservatorio sull’odio online dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, una voce che diffonde, attraverso la sua pagina Fb, una contronarrazione positiva per arginare l’hate speech online. Mediavox ha quindi il suo centro all’Università Cattolica, ma soprattutto è una rete di reti che unisce singoli, associazioni, esperti e attivisti in questo obiettivo comune. 

Un team di esperti ideatori e curatori di questa sfida comunicativa: Milena Santerini, Ordinaria di Pedagogia nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del S.Cuore di Milano e guida del progetto, Agostino Giovagnoli, Professore ordinario di Storia contemporanea presso la Facoltà di Lettere dell’Università Cattolica di Milano, Stefano Pasta, giornalista con all'attivo numerose inchieste nel campo del sociale, Marco Della Vedova, ricercatore e docente al Dipartimento di Matematica e Fisica dell'Università Cattolica di Brescia.

L’appena nata pagina Facebook MediaVox sarà il cuore della comunicazione del progetto, una finestra su un mondo di inclusione, dialogo etico ed esempi positivi. Non uno spazio per creare polemiche o rispondere singolarmente a episodi di hate speech, ma proprio per raccontare di comportamenti virtuosi come antidoto alla cultura del nemico, mostrare una realtà di “non odio” che esiste ed è possibile. Lo si farà creando contenuti propri o rilanciandone da fonti affidabili, seguendo sempre il fil rouge della lotta all'intolleranza attraverso informazione critica su storie di vita e sul presente. 

E poi Mediavox vuole anche studiare il sentiment della Rete per intercettare flussi di notizie e commenti che possono creare una coscienza matura della realtà o, al contrario, suscitare odio, rabbia, frustrazione, divisione. Attrarre informazioni, narrazioni e materiali dalle comunità della rete coinvolgendole direttamente nell’elaborazione della comunicazione.

Insomma un'idea coraggiosa e controcorrente, uno scambio virtuoso a cui Gariwo parteciperà insieme a molte altre realtà.

Cosa aspetti? Se non l'hai ancora fatto, vai sulla pagina Facebook MediaVox e inizia a seguirci! #MediaVox 

12 marzo 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Educazione

la didattica di Wefor al servizio della memoria

Diffondere la conoscenza dei Giusti tra i giovani è tra i principali obiettivi di Gariwo. Il veicolo più efficace è il rapporto con la scuola, attraverso gli insegnanti impegnati a confrontarsi con i problemi contemporanei nella formazione della coscienza civile e morale delle nuove generazioni... La memoria, individuale e collettiva, è un tassello fondamentale nella formazione dei giovani e un potente strumento nelle mani degli educatori: per questo parliamo di memoria educativa nella costruzione dell’identità...
Gariwo ha sviluppato con gli educatori, docenti, accademici, intellettuali e associazioni, sia in Italia che all’estero, uno scambio di esperienze, di informazioni e di elaborazioni, da rendere disponibili a tutti gli operatori della formazione, sotto forma di progetti didattici, riflessioni, relazioni, riferimenti teorici, indicazioni bibliografiche e notizie dal mondo dell’istruzione...
Per indicare i Giusti come punti di riferimento della coscienza europea, con il progetto Wefor abbiamo creato la didattica deGiardini virtuali d’Europa, dove idealmente sono piantati gli alberi per i Giusti dei diversi Paesi; una sezione è interamente dedicata alle scuole, dal titolo significativo YouFor, in cui sono raccolti i materiali per gli insegnanti, i contributi delle classi, gli elaborati e le ricerche degli studenti, oltre a un vasta raccolta di supporti di approfondimento. 

leggi tutto