English version | Cerca nel sito:

Giorno della Memoria 2017

Il calendario delle iniziative

Il 27 gennaio viene celebrata la liberazione del campo di sterminio di Aushwitz e con essa la Giornata della Memoria. Questa ricorrenza è riconosciuta dalle Nazioni Unite e viene celebrata anche in Italia dal 2001, dopo l'approvazione del Parlamento nel 2000 del disegno di legge volto a riconoscere questa ricorrenza.

Come ogni anno, le città italiane organizzano numerose iniziative per ricordare le vittime del nazismo e lo sterminio degli ebrei.

GLI EVENTI DI GARIWO

22 gennaio, Venezia: Voci dal mondo ebraico e armeno. Conversazione tra Antonia Arslan, scrittrice e saggista, e Gabriele Nissim, fondatore e presidente di Gariwo, con intermezzi musicali di Claudio Fanton (duduk) e Rouben Vitali (clarinetto). Auditorium del Conservatorio di Musica Benedetto Marcello, ore 16:30.

24 gennaio, Milano Dal passato al presente: i Giusti in mezzo a noi. L'iniziativa di Gariwo dedicata alle scuole di ogni ordine e grado. Verranno presentati e premiati i lavori degli studenti che hanno partecipato al concorso "Adotta un Giusto". Dopo i saluti del presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolè e il messaggio di Roberto Jarach, Vicepresidente Memoriale della Shoah di Milano, si ascolteranno le testimonianze di Regina Catrambone, che col marito ha fondato la MOAS per soccorrere i rifugiati nel Mediterraneo, e Padre Mussie Zerai, "l'angelo dei profughi", un eritreo presidente dell'associazione "Habeshia".  Ore 9:30 Teatro Elfo Puccini.

24 gennaio, MilanoPer non dimenticare con un attenzione anche all'attuale dramma dei profughi che rischiano la propria vita fuggendo da regimi liberticidi e violenti. Con Gabriele Nissim, Padre Mussie Zerai, e Regina Catrambone. Centro Pime Milano, ore 21.

26 gennaio, RomaDalla memoria della Shoah ai Giusti del nostro tempo. Gariwo alla Camera dei deputati per promuovere la legge per l'istituzione di una giornata in memoria dei Giusti dell'umanità da parte del Parlamento italiano. Palazzo Montecitorio, Sala del Mappamondo, ore 14:30.

IL CALENDARIO

15 gennaio-2 febbraio, Venaria Reale (TO): Echi da Auschwitz, mostra itinerante che raccoglie le immagini del progetto del fotografo Alessandro Lercara e della giornalista Barbara Odetto, nato dopo una visita nel 2011 nei Campi di Concentramento e Sterminio di Auschwitz-Birkenau. Due le location: InQubatore Qulturale e Biblioteca Civica Tancredi Milone.

20-22 gennaio, Milano: Verrà messa in scena l'opera teatrale di Alessandro Albertin sulla vita del Giusto Giorgio Perlasca, un uomo che ebbe il coraggio di dire no all'orrore del suo tempo e salvò la vita di oltre cinquemila ebrei. Spazio Banterle.

22 gennaio, Roma: Run For Mem, Corsa per la Memoria verso il Futuro. Organizzata dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei ministri e in collaborazione con l’Associazione Maccabi Italia e la Maratona di Roma, la corsa prevede due gare, una sportiva da 10 chilometri e una stracittadina di 3,5. Partenza da piazza 16 ottobre 1943, ore 10.

22 gennaio, Venezia: al Teatro Goldoni, Cerimonia Cittadina del Giornata della Memoria alla quale saranno presenti il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e Paolo Gninati, presidente della Comunità Ebraico di Venezia. A seguire il concerto a cura del Maestro Massimo Somenzi. Ore 11.

23 gennaio, Nizza Monferrato: L'alba di un nuovo giorno? Intervento del prof. Vincenzo Pinto. Accompagnamento musicale del Maestro Luca Cavallo al pianoforte e dei suoi allievi a flauto e chitarra. Seguiranno letture e momenti di riflessione. Auditorium Trinità, ore 21

24 gennaio, Milano: Verrà presentato il libro "Aliyah Bet - Sciesopoli: il ritorno alla vita di 800 Bambini sopravvissuti alla Shoah" della giovane scrittrice Anna Scandella. In seguito la scrittrice discuterà con i vari ospiti. Via Federico Confalonieri, 14. Ore 18.

24 gennaio, Borgo Ticino (NO): La serata sarà dedicata alla memoria polacca. Interverrà l'esperta Anna Swarc-Zajac che illustrerà lo schema di intervento eliminazionista del Terzo Reich. Antica Casa Balsari, ore 21.

24 gennaio, Milano: Presso il Magazzino della Musica verrà organizzata una serata per la memoria, la brezza profuma di rose. Ci saranno le testimonianze di Peppino Valota e Venanzio Gibillini con ambientazione musicale a cura dei Numantini. Ore 21.

25 gennaio, Milano:  l'incontro "Il cammino del Giusto, dalla tradizione ebraica, alla Shoah, agli attacchi terroristici attuali. Etica e esempi di chi si oppone al Male". Serata organizzata da Associazione Amici di Israele e condotta dal giornalista e scrittore Roberto Zadik. Con il docente e Rabbino Paolo Sciunnach, che approfondirà le figure di grandi Giusti dalla Torah, da Mosè a Giuseppe e alcune figure di importanti rabbini e pensatori, e lo storico Andrea Bienati che si occuperà di Memoria e di Giusti nella Shoah. Sinagoga Beth Shlomo, 20.30.

26 gennaio, Roma: Serata colorata, Le musiche dal campo di internamento di Ferramonti rivivono in uno straordinario concerto per il Giorno della Memoria. La storia dimenticata di Ferramonti verrà narrata dalla voce di Peppe Servillo. Il concerto propone un repertorio tipico degli Anni Trenta: jazz, kabarett, canzonette, avanspettacolo. Ma ci saranno anche brani di musica classica, canto corale e pezzi tratti dal repertorio ebraico, facendo rivivere le partiture ritrovate tra i molti documenti musicali di Ferramonti, creati e raccolti dagli internati. Auditorium Parco della Musica, ore 20.15

26 gennaio, Assisi (PG): Al via giovedì 26 con una serie d'incontri e visite ad Assisi. Dalle 10 fino alle 12.30 saranno disponibili visite guidate presso il "Museo della Memoria Assisi 1943-1944". Nel corso del pomeriggio, alle 15.30, sarà presentato il libro Manuela Dviri: "Un mondo senza di noi".

26 gennaio, Milano: L'Associazione Figli della Shoah organizza la serata "Milano ricorda la Shoah" nella quale si terranno letture, musiche e testimonianze in tributo a Elie Wiesel presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Ore 20:30.

26 gennaio, MilanoLa salvezza degli ebrei in Bulgaria ad opera di Dimitar Peshev. Presentazione del libro di Gabriele Nissim L'uomo che fermò Hitler. Modera Giuseppe Deiana. Intervengono Andrea Cattania, Martina Landi e Rossen Roufev. Biblioteca Chiesa Rossa, ore 20.45.

27 gennaio, Milano: Alle 10.00 verrà depositata una corona da parte del comune presso l'ex-Albergo Regina in via Silvio Pellico 7 e saranno presenti Lamberto Bertollé e di Giuliano Banfi del Comitato Permanente Antifascista. Alle 11.15 nella Sala Conferenze di Palazzo Reale ci sarà un incontro con gli studenti. Tra i partecipanti ci saranno anche Venanzio Gibillini e Franco Schoenheit, ex deportati e Giuseppe Sala, Sindaco di Milano.

27 gennaio, BasiglioI Giusti tra passato e presente. Incontro con Salvatore Pennisi, Commissione didattica Gariwo, e Cristina Miedico, direttrice Museo Archeologico di Angera. Sala Consiliare del Comune, ore 10

27 gennaio, Cavriglia (AR)verranno piantati degli olivi nei giardini delle scuole primarie del Comune intitolate a Miep Gies, Giusta nella storia. In collaborazione con “Gariwo la Foresta dei Giusti”. Museo Mine, ore 10.30

27 gennaio, Milano: incontro Giorno della memoria, un albero simobolo di vita dedicato a chi si è opposto con responsabilità individuale ai crimini contro l'umanità. Con Cristiana Zanetti e Amedeo Poggi della Commissione didattica Gariwo, Aldo Luperini (Comitato Unico di Garanzia), coro e letture del Liceo Donatelli Pascal. Auditorium CNR, ore 14

27 gennaio, Thiene (VI): La scrittrice Paola Valente presenterà il suo nuovo libro "È stato il silenzio". Una storia sulla Shoah. Un iniziativa riservata agli studenti delle classi V scuole primarie di Thiene. Auditorium Città di Thiene "Fonato".

27 gennaio, Lugano (Svizzera): L'Associazione Svizzera-Israele e la Fondazione Federica Spitzer propongono con LuganoInScena una serata al teatro LAC di Lugano. Per l'evento commemorativo di quest'anno saranno suonati brani di Giuseppe Verdi, della colonna sonora di Schindler's List, e Issak Tavior. Ore 20:30

27 gennaio, Verano Brianza (MB)Un incontro di dialogo interreligioso e interculturale verrà organizzato presso la Biblioteca Comunale. Nel corso della serata sarà piantumato un ulivo, simbolo di pace, dedicato Gino Bartali, un "Giusto fra le nazione".

27 gennaio, Pistoia: «Sono il n°A5384 di Auschwitz-Birkenau » Liana Millu: testimonianze di vita nel lager da Care ragazze, cari ragazzi a cura di Mauro Matteuccie Il fumo di Birkenau di Liana Millu – Adattamento drammaturgico di Chiara Cecchi. Letture sceniche a cura del GAD « Città di Pistoia » diretto da Franco Checchi. Ore 17, Auditorium Terzani della Biblioteca San Giorgio di Pistoia. La rappresentazione sarà ripetuta sabato 4 febbraio alle ore 17,30 nella chiesa di Sta Maria Maggiore di Vicofaro.

28 gennaio, Carpi (MO): Verrà messa in scena lo spettacolo teatrale "Tiergartenstrasse 4 - Un Giardino per Ofelia" sul cosiddetto "Olocausto minore" che prevedeva l'eliminazione dei disabili. Lo spettacolo è ad ingresso gratuito. Teatro Comunale di Carpi, ore 19.

29 gennaio, Cavriglia (AR): “Passeggiata della Memoria con musica e parole”, con la chitarra di Antonio Gabellini e la voce di Roberto Vasarri. La partenza è prevista dal Borgo di Castelnuovo e si proseguirà fino al monumento dei caduti di Meleto Valdarno. Ore 9.00.

29 gennaio, Thiene (VI): L'associazione "Amici di Schio - Grigny" organizza un'incontro sulla ferocia nazista in Francia con le testimonianze di Raymonde Rogow e Claude Aubertin. I momenti musicali sono a cura del coro delle classi di quinte della scuola primaria S.ta Dorotea. Teatro Comunale, ore 17.

3 febbraio, Diano san Pietro (IM): Per il giorno dell memoria verrà inaugurato il Giardino dei Diritti Umani in onore e ricordo: delle Madres e Abuelas de Plaza de Mao; di Lady Aung San Suu Kyi; di Francesca Morvillo Falcone ed Emanuela Loi; di Alba Risso e Rina Saguato. Frazione Borganzo, Piazza Martiri della Libertà. Ore 10.30

10 gennaio 2017

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Memoria

ricordare il passato per costruire il futuro

Il Comitato internazionale I Giusti per gli armeni. La Memoria è il futuro fondato da Piero Kuciukian per commemorare chi si è impegnato contro il genocidio del 1915, focalizza sin dal titolo la funzione del ricordo, che non è un nostalgico voltarsi indietro nella Storia, ma un ben più corposo dare un senso al passato per costruire un futuro che non ne ripeta gli errori. 
La memoria ha tanti risolti e presenta esiti contrastanti, in positivo o in negativo a seconda di come viene trattata. Riflettere sugli avvenimenti che ci hanno preceduto per capire il presente significa ricercare le coordinate che ci permettano di interpretare le nuove situazioni con la consapevolezza dei pericoli o delle opportunità che certi meccanismi culturali, sociali e individuali innescano. L'esperienza dei genocidi del Novecento, il fenomeno dei totalitarismi, sfociati in una devastante guerra mondiale, gli equilibri della guerra fredda, ci forniscono indizi molto precisi sulle pretese di egemonia geopolitica e sulle derive umanitarie da evitare; mentre l'esempio dei Giusti, il loro variegato impegno a favore dei perseguitati, la richiesta di libertà, l'autonomia di pensiero e l'istanza di difesa della dignità umana, sono altrettanti referenti da assumere per evitare le trappole dell'arroganza, della negazione della verità, del rifiuto della diversità, della chiusura all'altro, della decisione unilaterale.

leggi tutto

La storia

Willy Brandt

il Cancelliere tedesco che si inginocchiò al Memoriale della Shoah di Varsavia