English version | Cerca nel sito:

Giorno delle Memoria 2021 con Gariwo

calendario delle iniziative

Il 27 gennaio viene celebrata la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz e con essa il Giorno della Memoria. Questa ricorrenza è riconosciuta dalle Nazioni Unite e viene celebrata anche in Italia dal 2001, dopo l'approvazione del Parlamento nel 2000 del disegno di legge volto a riconoscerla.

Gariwo è presente ad alcune iniziative, oltre ad organizzare come parte dell'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano lo spettacolo in diretta streaming dal Centro Asteria di Milano Il memorioso. Breve guida a distanza alla memoria del bene.

Ecco il calendario delle iniziative con Gariwo:

Dal 20 al 27 gennaio la Fondazione Filosofi lungo l'Oglio organizza: "Maratona della Memoria". Si tratterà di una serie di interventi online promossi dalla Fondazione presieduta dalla filosofa Francesca Nodari, direttore scientifico del festival omonimo che quest’anno ha celebrato l’importante traguardo della XV edizione. Tra gli interventi proposti, anche quello del presidente di Gariwo, Gabriele Nissim, La memoria del bene.

Dal 20 al 27 gennaio in streaming sulla pagina Fb Pietre d'inciampo a Monza e in Brianza e sul sito della Provincia: "Parole di
Memoria"
, una serie di eventi online organizzati dal Comitato delle Pietre d'inciampo di Monza e della Brianza in collaborazione con la Provincia di Monza e Brianza e con l'Ufficio scolastico Provinciale.
Anche il presidente di Gariwo Gabriele Nissim parteciperà il 24 gennaio con l'intervento "Coltivare i Giardini dei Giusti per contrastare la cultura del nemico".

27 gennaio in diretta sul canale youtube del CIRB, ore 9.00: I Giusti tra le Nazioni. Il Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica - CIRB, in collaborazione con il Seminario Permanente «Etica Bioetica Cittadinanza» del Dipartimento di Scienze sociali dell'Università di Napoli Federico II - Monte S. Angelo, con il Comitato Etico dell'Ateneo federiciano, con l'Unesco Chair in Bioethics e con l'Ufficio Scolastico Regionale della Campania, promuove per il Giorno della Memoria un convegno, dedicato al tema "I Giusti tra le Nazioni".

Parteciperà il presidente di Gariwo Gabriele Nissim con l'intervento "La bontà insensata". Si svolgerà online e potrà essere seguito in diretta sul canale youtube del CIRB.

27 gennaio, Milano, Teatro Pime, ore 10.00 in diretta streaming: Giusti di ieri, ingiustizie di oggi. Per abitare con responsabilità il nostro tempo. Una lente d'ingrandimento sui Giusti che hanno agito secondo coscienza salvando vite umane, ma anche e soprattutto sulle ingiustizie che ancora vengono compiute in tutto il mondo. Diverse nella forma da quella terribile dello sterminio di massa, ma non diverse nella sostanza: espressioni di odio e di mancanza di rispetto per la vita umana. Interverrà per Gariwo Carlo Sala, della Commissione didattica di Gariwo, seguiranno un reading su Irena Sendler e Giorgio Perlasca, Giusti tra le nazioni, a cura di Viandanti Teatranti, Oplà teatro e L'oblò, un intervento sui rohingya di Stefano Vecchia giornalista collaboratore di Mondo e Missione, un intervento di padre Fabrizio Calegari in diretta dal Bangladesh. Clicca per la locandina.

27 gennaio, Mondovì (CN), ore 17.00: webinar gratuito Memoria del futuro. Organizzato da Associazione Culturale Geronimo Carbonò e Associazione Culturale “Gli Spigolatori”. Per Gariwo parteciperà il saggista e scrittore Francesco M. Cataluccio. Durante il webinar sarà proiettato un filmato realizzato dagli studenti del Liceo Vasco-Beccaria-Govone di Mondovì. Link per partecipare: https://meet.google.com/vrx-wu...

27 gennaio, Bologna, ore 17.30 in streaming su FB e Youtube: La memoria ci fa scegliere la vita, "...al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati." Intervengono: Gabriele Nissim, Francesco M. Cataluccio, Andrea De Maria, Daniele De Paz, Giuseppe Giliberti. Presiede e apre i lavori prof.sa Cinzia Venturoli.

27 gennaio, ore 19.00 in diretta streaming sulle pagine FB di Casa Comune, GariwoPierfrancesco MajorinoDaniele NahumDiana De MarchiLe donne di Rosenstrasse e le eroine che combatterono in nazifascismo. Intervengono Lamberto BertoléSonia Brunetti, Diana De Marchi, Pierfrancesco Majorino, Daniele Nahum, Martina Landi.

27 gennaio, Albairate (MI), Biblioteca civica "L. Germani", ore 20.45 in streaming Zoom: La memoria della Shoah nel tempo della pandemia. L’esempio dell’agire responsabile e profetico dei Giusti. Interviene Carlo Sala, della Commissione didattica di Gariwo. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.  

28 gennaio in diretta streaming dal Centro Asteria di Milano, dalle 10.00: Il memorioso. Breve guida a distanza alla memoria del bene. Uno spettacolo di Massimiliano Speziani, in occasione del Giorno della Memoria 2021. Con interventi di Lamberto Bertolè, Gabriele Nissim, Emanuele Fiano, suor Elisabetta Stocchi. Perché è necessario ricordare? Questa domanda è stata il punto di partenza per la costruzione di “Il memorioso”, un lavoro teatrale scritto a quattro mani dall’attore Massimiliano Speziani insieme a Paola Bigatto, che ne curò la regia, sugli scritti di Gabriele Nissim. In occasione del Giorno della Memoria 2021, e a dieci anni esatti dalla prima messa in scena, l’Associazione Giardino dei Giusti di Milano (composta da Gariwo insieme al Comune di Milano e all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane), offre a tutti gli studenti d’Italia, provenienti da scuole di ogni ordine e grado, la possibilità di assistere via streaming a un evento online tratto dallo spettacolo. Clicca per iscriverti con i tuoi studenti.

28 gennaio, in diretta streaming sulle pagine Comune di Rignano Flaminio e Comune di Faleria e sul canale Youtube di Rignano Flaminio: Presentazione de "L'uomo che fermò Hitler", di Gabriele Nissim, presidente di Gariwo. Interverrà l'autore.

3 febbraio, videoconferenza dalle 11.00 alle 12.30 su Zoom L'utopia concreta di Alexander Langer: Europa, convivenza interetnica e conversione ecologica. Con Gariwo, l'Università di Tubinga e l'Istituto Italiano di Cultura a Stoccarda. Interverrà Simone Zoppellaro.

14 gennaio 2021

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Memoria

ricordare il passato per costruire il futuro

Il Comitato internazionale I Giusti per gli armeni. La Memoria è il futuro fondato da Piero Kuciukian per commemorare chi si è impegnato contro il genocidio del 1915, focalizza sin dal titolo la funzione del ricordo, che non è un nostalgico voltarsi indietro nella Storia, ma un ben più corposo dare un senso al passato per costruire un futuro che non ne ripeta gli errori. 
La memoria ha tanti risolti e presenta esiti contrastanti, in positivo o in negativo a seconda di come viene trattata. Riflettere sugli avvenimenti che ci hanno preceduto per capire il presente significa ricercare le coordinate che ci permettano di interpretare le nuove situazioni con la consapevolezza dei pericoli o delle opportunità che certi meccanismi culturali, sociali e individuali innescano. L'esperienza dei genocidi del Novecento, il fenomeno dei totalitarismi, sfociati in una devastante guerra mondiale, gli equilibri della guerra fredda, ci forniscono indizi molto precisi sulle pretese di egemonia geopolitica e sulle derive umanitarie da evitare; mentre l'esempio dei Giusti, il loro variegato impegno a favore dei perseguitati, la richiesta di libertà, l'autonomia di pensiero e l'istanza di difesa della dignità umana, sono altrettanti referenti da assumere per evitare le trappole dell'arroganza, della negazione della verità, del rifiuto della diversità, della chiusura all'altro, della decisione unilaterale.

leggi tutto

La storia

Willy Brandt

il Cancelliere tedesco che si inginocchiò al Memoriale della Shoah di Varsavia