English version | Cerca nel sito:

Rassegna stampa | Il successo del Memorioso, monologo a distanza per 50mila studenti

gli articoli dei media sullo spettacolo per il Giorno della Memoria 2021

Lo spettacolo teatrale per le scuole "Il Memorioso. Breve guida a distanza alla memoria del bene”, trasmesso in diretta streaming dal Centro Asteria di Milano il 28 gennaio, ha avuto un buon riscontro sui media, che hanno sottolineato il successo dell'iniziativa, seguita da oltre 50mila studenti in tutta Italia.

L’evento, organizzato dall’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano (Comune di Milano, Gariwo e UCEI) in occasione del Giorno della Memoria, ha trovato spazio sulle pagine milanesi dei quotidiani Avvenire (articolo di Andrea D'Agostino), il Giorno, il Corriere della Sera (articolo di Claudia Cannella), la Repubblica (con un approndimento a firma di Piero Colaprico sul monologo intepretato dall'attore Massimiliano Speziani e ispirato ai libri di Gabriele Nissim, pubblicato anche su Repubblica Milano.it) e sul supplemento settimanale Tutto Milano di Repubblica.

Il Corriere della Sera ha annunciato lo spettacolo anche all'interno di un articolo su Gariwo nelle pagine della Cultura e nell'edizione online del supplemento settimanale Vivi Milano.

Del Memorioso ha parlato l'Osservatore Romano in un lungo articolo di Igor Traboni con un'intervista a Suor Elisabetta Stocchi, co-direttrice del Centro Asteria. Qui la versione online.

Oltre al lancio dell'Agenzia Comunica, molte le segnalazioni sulle testate online, da quelle locali come Milano Cityrumors, Mente Locale, Vivere Milano, Osservatore Meneghino, la Milano, Mi-Lorenteggio.com, a quelle dedicate al mondo della scuola come Scuola e Memoria (portale creato da UCEI e Ministero dell'Istruzione per sensibilizzare i giovani sui temi della Shoah e dell’antisemitismo), Informazione Scuola e Primo Levi Marino.edu.it, il sito dell'Istituto Comprensivo "Primo Levi" di Frattocchie - Marino (Roma).

L'annuncio del Memorioso è stato dato anche al di fuori della Lombardia, da Alta Rimini.it e Chiamami città.it (portali di informazione di Rimini e provincia), che hanno segnalato la partecipazione delle classi terze della scuola media “Alfredo Panzini” di Bellaria allo spettacolo a distanza.

L'iniziativa tenuta al Centro Asteria è stata annunciata dal giornale online Krapp’s Last Post. specializzato in progetti e percorsi formativi nell’ambito del teatro contemporaneo, che ha pubblicato la recensione dello spettacolo recitato da Speziani.

Nella sezione Approfondimenti su Gariwo sono disponibili gli articoli dei quotidiani cartacei.

1 febbraio 2021

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Memoria

ricordare il passato per costruire il futuro

Il Comitato internazionale I Giusti per gli armeni. La Memoria è il futuro fondato da Piero Kuciukian per commemorare chi si è impegnato contro il genocidio del 1915, focalizza sin dal titolo la funzione del ricordo, che non è un nostalgico voltarsi indietro nella Storia, ma un ben più corposo dare un senso al passato per costruire un futuro che non ne ripeta gli errori. 
La memoria ha tanti risolti e presenta esiti contrastanti, in positivo o in negativo a seconda di come viene trattata. Riflettere sugli avvenimenti che ci hanno preceduto per capire il presente significa ricercare le coordinate che ci permettano di interpretare le nuove situazioni con la consapevolezza dei pericoli o delle opportunità che certi meccanismi culturali, sociali e individuali innescano. L'esperienza dei genocidi del Novecento, il fenomeno dei totalitarismi, sfociati in una devastante guerra mondiale, gli equilibri della guerra fredda, ci forniscono indizi molto precisi sulle pretese di egemonia geopolitica e sulle derive umanitarie da evitare; mentre l'esempio dei Giusti, il loro variegato impegno a favore dei perseguitati, la richiesta di libertà, l'autonomia di pensiero e l'istanza di difesa della dignità umana, sono altrettanti referenti da assumere per evitare le trappole dell'arroganza, della negazione della verità, del rifiuto della diversità, della chiusura all'altro, della decisione unilaterale.

leggi tutto

La storia

Willy Brandt

il Cancelliere tedesco che si inginocchiò al Memoriale della Shoah di Varsavia