English version | Cerca nel sito:

Shoah, per non dimenticare

il calendario di appuntamenti per il Giorno della Memoria 2012

Un calendario con alcune iniziative che in Italia e nel mondo sono state organizzate per ricordare lo sterminio degli ebrei. 
Se desideri segnalarci un evento puoi farlo scrivendo a redazione@gariwo.net.


GLI APPUNTAMENTI IN ITALIA

  • Dal 23 al 30 gennaio - Napoli: una settimana di eventi per ricordare la Shoah e in P.zza del Plebiscito un vagone usato per deportare gli ebrei ad Auswitz.
  • Dal 24 gennaio - Milano: a Palazzo Reale la mostra Memoria: i sommersi e i salvati, organizzata dall'associazione Figli della Shoah, con un approfondimento dedicato ai Giusti tra le Nazioni.
  • Dal 24 gennaio - Sasso Marconi: una serie di eventi dedicata ai Giusti tra le Nazioni, con il ricordo di Alfonso Canova e la proiezione per le scuole La dignità in un barattolo, su Irena Sendler.
  • 25 gennaio- Milano: al Liceo Volta incontro sulla "zona grigia", con lo studioso Stefano Levi Della Torre.
  • Dal 26 gennaio - Assisi: la città ricorda la Shoah raccontando le storie dei suoi Giusti, che hanno salvato centinaia di ebrei.
  • 26 gennaio - Travagliato: lectio magistralis del Rav. Giuseppe Laras, organizzata dall'Associazione culturale Filosofi lungo l'Oglio.

  • 27 gennaio - Carate Brianza: convegno: "La memoria è un compito: i Giusti, Elena Bono, Eugenio Corti".
  • 27 gennaio - Roma: al Quirinale commemorazione della Shoah con la consegna di medaglie da parte del Presidente Napolitano agli ex deportati o ai loro eredi.
  • 27 gennaio - Trento: un muro in p.zza Battisti con oltre duemila immagini degli ebrei condotti alle camere a gas sarà la cornice da cui partiranno i  450 ragazzi del "Treno  della Memoria" diretto ad Auschwitz. Altre iniziative in tutto il Trentino.
  • 27 gennaio - Seveso: nell'aula magna di via De Gasperi l'Associazione Senza Confini propone il documentario Seveso - Mathausen: appunti di viaggio e la storia di don Aurelio Giussani.
  • 28 gennaio - Bari: al liceo scientifico Salvemini la lettura drammaturgica "Il Giusto" dedicata a Khaled Abul Wahab, di Zaccaria Gallo (ore 20.30)
  • 28 gennaio - Padova: all'auditorium del centro culturale San Giovanni la reading Alice Herz-Sommer. Quando la musica spezza il filo spinato.
  • Fino al 29 gennaio - Milano: al Teatro Parenti lo spettacolo sui Giusti tratto dai libri di Gabriele Nissim Il Memorioso. Breve guida alla memoria del bene.
  • 30 gennaio - Roma: alla Casa della Memoria e della Storia un ricco calendario. Segnaliamo la presentazione del libro Non avevo la stella. La testimonianza di una bambina deportata per errore, di  Errico Marisa Catrone (Nuova dimensione).
  • Fino al 5 febbraio - Milano: al museo del Fumetto la mostra I fumetti della memoria. L'associazione "Senza confini" collaborando con la Fondazione Perlasca e la casa editrice Renoir Comics diffonderà la mostra nelle scuole.
  • Fino al 4 marzo - Roma: al Vittoriano la mostra I Ghetti nazisti, che ripercorre la storia dei ghetti polacchi.

GLI APPUNTAMENTI IN EDICOLA
Il dizionario dell'Olocausto: in edicola con Repubblica o Espresso a € 12,90 in più dal 25 gennaio.
Voci e immagini contro l'oblio: i film Train de Vie e Arrivederci ragazzi in edicola con il Corriere della Sera a un euro in più rispetto al prezzo del quotidiano, rispettivamente il 26 e il 28 gennaio).
Shoah: due dvd dedicati al processo di Norimberga  e alla memoria delle vittime, che includono anche il documentario Il Giudice dei Giusti realizzato da Gabriele Nissim. A 12,90 € in più con il quotidiano La Stampa, dal 27 gennaio.

RISORSE ONLINE
Ti racconto la storia. Voci dalla Shoah: il sito della collezione delle interviste in italiano dello USC Shoah Foundation Institute for Visual History and Education, conservate presso l’Archivio Centrale dello Stato in Roma.
Fratelli d'Italia?: il trailer del docu-film sulla deportazione degli ebrei di Milano.
Salvi per caso:  un documentario multimediale di Antonio Ferrari e Alessia Rastelli dedicato ai sopravvissuto della Shoah.
Il Giorno della Memoria per gli studenti: libri, film, percorsi didattici suggeriti dalla Fondazione Cdec.
 Auschwitz, la memoria e il presente: un saggio di Stefano Levi Della Torre.
GLI APPUNTAMENTI NEL MONDO
  • 27 gennaio - in tutta la Francia: presentazione della mostra itinerante "I Giusti di Francia" presso la sede dell'UNESCO di Parigi. È possibile visitarla anche presso i principali luoghi della Memoria del Paese 
  • 27 gennaio - Berlino: visita gratuita al Memoriale degli Ebrei Uccisi. Lo Stato tedesco ha iniziato le commemorazioni con una cerimonia solenne il 20 gennaio, data della firma dei protocolli di Wannsee. In quest'occasione il Presidente Wulff ha presentato le pubbliche scuse agli ebrei alla presenza dei rappresentanti dello Stato d'Israele.  

23 gennaio 2012

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Memoria

ricordare il passato per costruire il futuro

Il Comitato internazionale I Giusti per gli armeni. La Memoria è il futuro fondato da Piero Kuciukian per commemorare chi si è impegnato contro il genocidio del 1915, focalizza sin dal titolo la funzione del ricordo, che non è un nostalgico voltarsi indietro nella Storia, ma un ben più corposo dare un senso al passato per costruire un futuro che non ne ripeta gli errori. 
La memoria ha tanti risolti e presenta esiti contrastanti, in positivo o in negativo a seconda di come viene trattata. Riflettere sugli avvenimenti che ci hanno preceduto per capire il presente significa ricercare le coordinate che ci permettano di interpretare le nuove situazioni con la consapevolezza dei pericoli o delle opportunità che certi meccanismi culturali, sociali e individuali innescano. L'esperienza dei genocidi del Novecento, il fenomeno dei totalitarismi, sfociati in una devastante guerra mondiale, gli equilibri della guerra fredda, ci forniscono indizi molto precisi sulle pretese di egemonia geopolitica e sulle derive umanitarie da evitare; mentre l'esempio dei Giusti, il loro variegato impegno a favore dei perseguitati, la richiesta di libertà, l'autonomia di pensiero e l'istanza di difesa della dignità umana, sono altrettanti referenti da assumere per evitare le trappole dell'arroganza, della negazione della verità, del rifiuto della diversità, della chiusura all'altro, della decisione unilaterale.

leggi tutto

La storia

Willy Brandt

il Cancelliere tedesco che si inginocchiò al Memoriale della Shoah di Varsavia