Gariwo
https://it.gariwo.net/educazione/percorsi-didattici/elementari/dag-hammarskjold-23064.html
Gariwo

Dag Hammarskjöld

un uomo al servizio dell’umanità

Target l’attività si rivolge a studenti delle scuole di ogni ordine e grado
Modalità di svolgimento singoli studenti, gruppi o classe intera
Materiali PC, libri (vedi bibliografia)

Introduzione

Tra le figure al servizio del bene scelte per il 2021 rientra il segretario generale dell’ONU Dag Hammarskjöld, che ha prestato il suo servizio alla comunità mondiale dal 1953 al 1961 con l’obiettivo di “rigenerare l’umanità” attraverso la costruzione di una vera collaborazione internazionale condotta all’insegna della pace e della giustizia. Nato in Svezia, secondo Segretario generale delle Nazioni Unite dal 10 aprile 1953, fu l’unico Segretario Generale a morire in carica: il suo aereo si schiantò il 18 settembre 1961 - in un episodio le cui cause non saranno mai del tutto chiarite – a Ndola (nell’attuale Zambia), nel corso di una missione per risolvere la crisi congolese. In quell’anno gli verrà conferito il Premio Nobel per la Pace alla memoria, “in segno di gratitudine per tutto quello che ha fatto, per quello che ha ottenuto, per l’ideale per il quale ha combattuto: creare pace e magnanimità tra le nazioni e gli uomini”.

Bibliografia

Tracce di cammino di Dag Hammarskjöld a cura di G. Dotti, Qiqajon, 1992

Dag Hammarskjöld. La fede di Mister H. di F. Giampiccoli, Claudiana, Torino, 1969

Dag Hammarskjöld di S. Stolpe, Cittadella, Assisi, 1971

Articoli online

Per una nuova Umanità. L’esempio dei Giusti nel mondo segnato dal Covid, di Pietro Kuciukian, Gariwo

Dag Hammarskjöld: uomo politico e spiritualità, di Giulio Dotti, Gariwo

Il volto meno conosciuto di Dag Hammarskjöld, di Domenico Mondrone, Civiltà Cattolica, Anno 130 – vol. III, Quaderno 3099-3100, 4-18 agosto 1979

Comunicati

18 settembre 1961 - letto all’Assemblea dell’ONU dal capo dei servizi informazione Tavares De Sa. Il comunicato era stato inviato dall’Ambasciata degli USA di Leopoldville:
«È mio triste dovere annunziarvi la morte di Dag Hammarskjöld avvenuta in un incidente aereo nei pressi di Ndola nella notte tra domenica e lunedì. Il signor Hammarskjöld era diretto da Leopoldville a Ndola per iniziare con il presidente del Katanga Ciombè colloqui per una cessazione del fuoco in tale provincia (…). Conformemente all’esempio di dedizione al proprio dovere dato da Segretario generale, il Segretariato dell’ONU proseguirà il suo compito con profondo senso di dovere. Mi sia consentito aggiungere che ci troviamo di fronte a una perdita tragica, per le Nazioni Unite, per la causa della pace ovunque nel mondo e per l’umanità».

20 settembre 1961 - dichiarazione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU dopo una riunione segreta, con il voto contrario del rappresentante dell’Unione sovietica:
«La sua scomparsa rappresenta una grave perdita per le Nazioni Unite, per il Segretariato e per tutti gli Stati membri. Il signor Hammarskjöld era un dirigente di primissimo piano e negli ultimi anni è stato un campione della salvaguardia della pace. Il suo straordinario talento ha aiutato le Nazioni Unite a superare molte crisi (indubbiamente non tutte) e ha fatto dell’Organizzazione un importante strumento per l’edificazione di una comunità internazionale».

Il percorso

Lettura dei testi e degli articoli online

Lettura in classe dei testi su Dag Hammarskjöld, degli articoli e comunicati a lui dedicati. La lettura può essere corale o a piccolo gruppo.
Per aiutare gli studenti a comprendere al meglio la figura di Hammarskjöld, abbiamo individuato alcune citazioni significative tratte dal diario Tracce di cammino, che potranno essere proposte ai ragazzi:

  • «Non guardare per terra a ogni passo: solo chi guarda lontano troverà la via.» (Tracce di cammino p.31)
  • «…Non puoi giocare con la menzogna senza perdere il diritto alla verità, non puoi giocare con la crudeltà senza perdere la mitezza del cuore. Chi vuole tenere pulito il suo giardino non lascia spazio alle erbacce.» (ibid. p.36)
  • «La bontà è così semplice: esistere sempre per gli altri, non cercare mai se stessi.» (ibd. p.107)
  • «Sei senza sostegno se hai scelto in favore di te stesso.» (ibd. p.111)
  • «Abbiamo la responsabilità delle nostre mancanze, ma nessuna gloria per le nostre azioni.» (ibd. p.115)
  • «La tua posizione non ti dà mai il diritto di comandare. Solo il dovere di vivere in modo tale da permettere agli altri di seguire il tuo ordine senza essere umiliati.» (ibid. p.123)
  • «È reale solo quella dignità che non viene sminuita dall’indifferenza altrui.» (ibid. p.124)
  • «Rispettare la parola è la prima regola nella disciplina che può educare una persona, alla maturità intellettiva, emotiva e morale. Rispettare la parola, usarla con estrema cura e incorruttibile amore per la verità, ecco una condizione perché maturino la società e la specie umana. Abusare della parola equivale a disprezzare l’essere umano. Mina i ponti, avvelena le fonti. Ci rimanda indietro nella lunga via dell’evoluzione umana…» (ibid. p.131)
  • «…Da generazioni di soldati e di uomini di governo della mia ascendenza paterna ho ereditato la persuasione che nessuna vita dava maggiore soddisfazione di una vita di servizio disinteressato al proprio paese e all’umanità. Questo servizio richiedeva il sacrificio di ogni interesse privato, ma nel contempo il coraggio di battersi fermamente per le proprie convinzioni.» (ibid. appendice, p. 147-148)

Confronto, elaborazione e ricerca

Con le nuove informazioni acquisite, i ragazzi divisi in piccoli gruppi, lavoreranno seguendo questo modello operativo:

  • Dopo avere letto la biografia di Dag Hammarskjöld ricava gli elementi che più ti hanno colpito, confrontati con i compagni e alla fine componi con loro un suo breve profilo, che non superi le 10 righe;
  • Pur ricoprendo ruoli di grande prestigio o di potere, ci sono state figure esemplari, tra queste Hammarskjöld, che hanno interpretato il proprio compito come servizio disinteressato alla comunità. Spiega che cosa significa “servizio disinteressato“ e fai qualche esempio provando a pensare alle tue relazioni in famiglia, a scuola, nello sport o nel tempo libero;
  • Fai una breve ricerca sulla nascita dell’ONU, ricostruendo il momento storico, indicando quale altra organizzazione aveva alle spalle e gli obiettivi iniziali; ricerca anche quali sono i pronunciamenti dell’ONU che hanno segnato il progresso nella storia della convivenza umana;
  • Leggi attentamente le citazioni ricavate dal Diario di Hammarskjöld e individua in esse le parole che appartengono all’agire dei “Giusti”;
  • Ricerca negli anni Cinquanta le missioni condotte da Hammarskjöld che hanno avuto un esito positivo;
  • C’è una parola importante che è legata all’opera e alla vita di Hammarskjöld: coraggio. Prova a capire dalla sua biografia e dalle missioni da lui condotte, fino all’ultima, come Segretario generale dell’ONU, quali sono stati i momenti in cui ha dovuto trovare dentro di sé tanto coraggio per agire.

Discussione finale

A classe intera gli studenti potranno discutere e confrontarsi sulle risposte e le ricerche emerse dal lavoro a piccolo gruppo.

Percorso per i più piccoli…

Rielaborazione dei testi

Rielaborazione dei testi e degli articoli online su Dag Hammarskjöld da parte delle maestre, per calibrare le informazioni adattandole alle esigenze dei bambini.

Confronto, elaborazione e ricerca

A classe intera e con l’aiuto delle maestre, i bambini potranno riflettere sulla figura di Dag Hammarskjöld, seguendo questo modello operativo:

  • Dag Hammarskjöld ha lavorato per molto tempo all’ONU. Che cos’è l’ONU? Di cosa si occupa? Sapevi che l’ONU ha creato una Convenzione sui Diritti dell'infanzia e dell’adolescenza? Ricerca queste informazioni.
  • Crea un piccolo vocabolario, corredato da immagini e disegni, sulle parole “giuste” che emergono dall’operato di Dag Hammarskjöld, potresti iniziare con coraggio, pace e giustizia. Per ogni parola inserita descrivi oltre al loro significato, il valore che hanno per te utilizzando degli degli esempi.

Conclusione

A conclusione del progetto invitiamo gli studenti a produrre un testo, un video, una canzone o disegni sulla figura di Dag Hammarskjöld che potranno essere inviati alla Commissione didattica di Gariwo.
Saremo felici di condividere i vostri elaborati sul nostro sito.