English version | Cerca nel sito:

Rassegna stampa, le Carte di Gariwo contro l'odio nel Web e nello sport e in difesa dell'ambiente

al centro del terzo incontro di GariwoNetwork

La notizia del via alla raccolta di adesioni alle Carte delle responsabilità proposte da Gariwo per i social media (La Web realtà), lo sport (La contesa buona) e l’ambiente (La responsabilità di un pianeta fragile) è stata ripresa da agenzie di stampa, quotidiani, testate online, radio e televisioni.

Il quotidiano Avvenire ha pubblicato un articolo di Adam Smulevich e uno a firma di Massimiliano Castellani (i due giornalisti autori del libro Un calcio al razzismo, Giuntina, 2019) sulle pagine nazionali e nell'edizione milanese ha parlato dell'incontro di GariwoNetwork, durante il quale sono state presentato le Carte, segnalato anche dal settimanale Mi Tomorrow.

Sul Corriere della Sera, sezione Cultura, Alessia Rastelli ha parlato delle Carte di Gariwo contro l'odio, mentre su Il Fatto Quotidiano Leonardo Coen ha citato l'iniziativa di Gariwo in un commento sul corteo organizzato dagli ultrà neonazisti tifosi di una squadra di calcio croata in occasione di una partita a San Siro.
(Nel Box Approfondimenti la rassegna degli articoli cartacei).

Sulla Gazzetta dello Sport.it  Edoardo Lusena ha sintetizzato gli obiettivi della proposta di Gariwo per lo sport e indicato le prime adesioni di atleti e società sportive. 

AgenSIRAgenzia Comunica e il quotidiano online Il Sussidiario.net hanno presentato il 3° incontro internazionale di GariwoNetwork, durante il quale sono state illustrate le Carte delle responsabilità; Agenzia Comunica in un altro lancio ha riferito gli interventi dei relatori.

Moked, il portale dell'ebraismo italiano, ha dedicato quattro articoli all'iniziativa riassumendo l'incontro e i contenuti delle carte e ospitando il commento di Anna Foa e l'analisi di Viviana Kasam.

Mosaico, il sito della Comunità Ebraica di Milano, ha parlato della rete internazionale dei “Giardini dei giusti”, formata dai rappresentanti di 130 realtà nate in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia, e in un articolo a firma di Paolo Castellani ne ha approfondito i temi.

Tra le reti Mediaset Italia 1 ha trasmesso il servizio di Donata Rivolta nell'edizione delle 18.30 di Studio Aperto del 27 novembre. 

Radio Marconi ha mandato in onda l'intervista di Francesca Garrè a Viviana Vestrucci (Gariwo) nel programma Radio Aperta.  

3 dicembre 2019

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Educazione

la didattica di Wefor al servizio della memoria

Diffondere la conoscenza dei Giusti tra i giovani è tra i principali obiettivi di Gariwo. Il veicolo più efficace è il rapporto con la scuola, attraverso gli insegnanti impegnati a confrontarsi con i problemi contemporanei nella formazione della coscienza civile e morale delle nuove generazioni... La memoria, individuale e collettiva, è un tassello fondamentale nella formazione dei giovani e un potente strumento nelle mani degli educatori: per questo parliamo di memoria educativa nella costruzione dell’identità...
Gariwo ha sviluppato con gli educatori, docenti, accademici, intellettuali e associazioni, sia in Italia che all’estero, uno scambio di esperienze, di informazioni e di elaborazioni, da rendere disponibili a tutti gli operatori della formazione, sotto forma di progetti didattici, riflessioni, relazioni, riferimenti teorici, indicazioni bibliografiche e notizie dal mondo dell’istruzione...
Per indicare i Giusti come punti di riferimento della coscienza europea, con il progetto Wefor abbiamo creato la didattica deGiardini virtuali d’Europa, dove idealmente sono piantati gli alberi per i Giusti dei diversi Paesi; una sezione è interamente dedicata alle scuole, dal titolo significativo YouFor, in cui sono raccolti i materiali per gli insegnanti, i contributi delle classi, gli elaborati e le ricerche degli studenti, oltre a un vasta raccolta di supporti di approfondimento. 

leggi tutto