English version | Cerca nel sito:

Simeen Hussein al Liceo Rummo di Benevento

l'incontro con la madre di Faraaz Hussein

"Le luci del quartiere Gulshan accoglievano turisti e residenti in quella calda notte d’estate, quando il profumo del tè, confuso con quello delle acque del Buriganga, avrebbe lasciato il posto all’odore degli spari e della morte, in una Dacca martirizzata dalla furia di pochi folli. Anche Faraaz è nell’Holey Artisan Bakery, il locale in cui i terroristi hanno fatto irruzione e preso in ostaggio i clienti: non ci sono possibilità di trattare, sono jihadisti, sono pronti a morire e non esitano ad uccidere. Anche Marco, Nadia, Vincenzo, Simona sono lì: stanno per essere ammazzati. «Solo chi saprà recitare il Corano sarà salvo!». Al tavolo di Faraaz ci sono le sue amiche Tarishi, di origini indù, e Abinta, di famiglia musulmana non praticante. Inutile chiedere loro di recitare i versetti del Corano per aver salva la vita. Solo Faraaz può farlo: la sua formazione musulmana glielo permette, ma gli è stato inculcato il rispetto e la tutela per l’altro ed un atteggiamento egoistico lo avrebbe comunque segnato profondamente per il resto della vita. È per questo che sceglie la morte: «Reciterò i versetti del Corano, ma lo farò anche per le mie amiche. Senza la loro vita non ci sarebbe salvezza per la mia.»

Faraaz ha vent’anni e ad affermare di voler vivere non sono le sue implorazioni, ma il suo sguardo, non le sue preghiere, ma il candore di un’età vissuta con responsabilità e generosità, non il suo diritto, ma il suo senso di giustizia.
Quello di cui parliamo è un sogno, il sogno di vivere in un mondo in cui chi siede accanto a noi, pur di vederci al sicuro è pronto a morire; il sogno di sentirsi Giusti senza dover rispettare alcuna legge scritta; il sogno di trovare la vita nella vita esemplare di chi non teme la morte. Quello di Faraaz è un sogno unico, che proprio grazie a Faraaz è diventato realtà".

Con queste parole gli studenti del Liceo Scientifico Rummo di Benevento hanno scelto la figura di Faraaz Hussein come Giusto da onorare nel Giardino dell’Istituto. In questo Liceo, lo scorso novembre, è stata accolta a Benevento Simeen, la madre di Faraaz. Il giovane, bengalese e musulmano, durante l’attentato del 1 luglio 2016 a Dacca ha rinunciato a salvarsi per non lasciare le sue amiche, che con lui si trovavano al ristorante Holey Artisan.

Leggi l’articolo di Alessandra Renis comparso sulla Gazzetta di Benevento e scopri la biografia completa di Faraaz Hussein.

3 dicembre 2019

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Educazione

la didattica di Wefor al servizio della memoria

Diffondere la conoscenza dei Giusti tra i giovani è tra i principali obiettivi di Gariwo. Il veicolo più efficace è il rapporto con la scuola, attraverso gli insegnanti impegnati a confrontarsi con i problemi contemporanei nella formazione della coscienza civile e morale delle nuove generazioni... La memoria, individuale e collettiva, è un tassello fondamentale nella formazione dei giovani e un potente strumento nelle mani degli educatori: per questo parliamo di memoria educativa nella costruzione dell’identità...
Gariwo ha sviluppato con gli educatori, docenti, accademici, intellettuali e associazioni, sia in Italia che all’estero, uno scambio di esperienze, di informazioni e di elaborazioni, da rendere disponibili a tutti gli operatori della formazione, sotto forma di progetti didattici, riflessioni, relazioni, riferimenti teorici, indicazioni bibliografiche e notizie dal mondo dell’istruzione...
Per indicare i Giusti come punti di riferimento della coscienza europea, con il progetto Wefor abbiamo creato la didattica deGiardini virtuali d’Europa, dove idealmente sono piantati gli alberi per i Giusti dei diversi Paesi; una sezione è interamente dedicata alle scuole, dal titolo significativo YouFor, in cui sono raccolti i materiali per gli insegnanti, i contributi delle classi, gli elaborati e le ricerche degli studenti, oltre a un vasta raccolta di supporti di approfondimento. 

leggi tutto