​Bronislaw Geremek: un polacco europeo

​Bronislaw Geremek: un polacco europeo

di Francesco M. Cataluccio

“Quando mi viene qualche dubbio sull’Europa, mi metto ad ascoltare la musica di Bach: funziona subito!”, amava dire Bronisław Geremek, grande storico del medioevo, uno dei principali consiglieri di Solidarność e ministro degli esteri della Polonia democratica. Di Francesco M. Cataluccio

Il potere dei senza potere

Il potere dei senza potere

di Václav Havel

Nel contesto di crisi e di crisi di identità che da anni affligge l'Italia e l'Europa, quest'opera sollecita a interrogarsi sul rapporto tra l'uomo e la politica, tra l'"io" e il potere. Descrivendo un sistema post-totalitario, in cui l'"io" sembrerebbe condannato all'irrilevanza, sorprendentemente Havel ne fa invece il perno e il protagonista della vita pubblica perché "tutti coloro che vivono nella menzogna ad ogni momento possono essere folgorati dalla forza della verità"

Praga: una storia dimenticata

Praga: una storia dimenticata

di Francesco M. Cataluccio

In questi giorni si ricorda il cinquantesimo anniversario dell’invasione della Cecoslovacchia da parte dei carri armati del Patto di Varsavia, e la conseguente fine della cosiddetta “Primavera di Praga”. Si ricorda, ma già si tende a dimenticare. Di Francesco Cataluccio

Strasburgo ricorda Václav Havel

Strasburgo ricorda Václav Havel

Il nuovo edificio del Parlamento europeo porta il suo nome

A quasi 6 anni dalla scomparsa di Václav Havel - faro della lotta per la libertà - il nuovo edificio del Parlamento europeo di Strasburgo viene intitolato a suo nome e un suo busto in bronzo, opera della scultrice ceca Marie Šeborová, è posizionato davanti all'ingresso.

Il Socrate di Praga

Il Socrate di Praga

Un documentario dedicato a Jan Patocka

"Quando muore un filosofo, muore anche il suo pensiero? Qual è l’aldilà che attende non gli esseri umani, ma le loro idee?" Francesco Tava, filosofo e produttore esecutivo del film documentario dedicato a Jan Patočka, ci racconta la nascita di questo progetto.

​Un funerale strettamente sorvegliato

​Un funerale strettamente sorvegliato

40 anni fa moriva Jan Patocka, il filosofo dissidente portavoce di Charta 77

Tra la sua firma di Charta 77 e il suo decesso, Jan Patočka riuscì a lasciare un'impronta morale e intellettuale indelebile al manifesto e al dissenso; una traccia così profonda da superare la fine del regime, cui aveva contribuito in modo sostanziale, per incidere anche sulla costruzione del sistema democratico postrivoluzionario della Repubblica Ceca.

​Il monumento a Max van der Stoel e Jan Patocka

​Il monumento a Max van der Stoel e Jan Patocka

Un'opera artistica di rilievo per ricordare l'incontro segreto di quarant'anni fa

In un piccolo parco nel quartiere di Hládkov a Praga è stato inaugurato il monumento dello scultore Dominik Lang in memoria dell'incontro segreto presso l'Hotel Intercontinental di Praga tra l'allora ministro degli Esteri olandese Max van der Stoel e il filosofo dissidente Jan Patočka, portavoce di Charta 77. Un evento che cambiò lil destino del paese.

Václav Havel, i Plastic People e Charta '77

Václav Havel, i Plastic People e Charta '77

intervista a Jan Machacek

Oltrecortina

Oltrecortina

di Annalia Guglielmi

Nel suo libro Oltrecortina (Euno Edizioni), Annalia Guglielmi raccoglie le memorie dei suoi incontri fatti nell’Europa dell’Est della cortina di ferro, nel periodo che va dal 1973 al 1989. L’idea del libro, come ricorda Massimo Borghesi nella prefazione, è sorta con la rubrica sul sito di Gariwo oltre il Muro: note di viaggio, con cui abbiamo ripercorso il cammino che ha portato ai grandi mutamenti del 1989. Un’esperienza apparentemente confinata ai “senza potere”, ma che ha cambiato il volto dell’Europa.

Václav Havel, quel grande giovane che manca all’Europa

Václav Havel, quel grande giovane che manca all’Europa

di Gabriele Nissim

Il 5 ottobre Vaclav Havel avrebbe compiuto ottanta anni. A lui dobbiamo la battaglia contro la rassegnazione a Praga dopo l’invasione sovietica nel 1968, la nascita del movimento di Charta ‘77, la fine del comunismo in Cecoslovacchia, il divorzio indolore tra cechi e slovacchi dopo l’89, quando nello stesso tempo scoppiava la sanguinosa guerra delle nazioni nell’ex Jugoslavia, la riunificazione dell’Europa divisa dalla politica imperiale di Mosca.

A Praga 40 anni fa il processo ai The Plastic People of the Universe

A Praga 40 anni fa il processo ai The Plastic People of the Universe

primo segno di opposizione duratura al regime

Il processo diede il via alla prima opposizione organizzata contro il regime. Václav Havel si adoperò affinché la notizia fosse diffusa nel mondo, intuendo che poteva diventare la miccia per innescare la disgregazione del vecchio ordine politico e sociale. Di Andreas Pieralli

Il coraggio di Vera Cáslavská

Il coraggio di Vera Cáslavská

perdere tutto per non perdere la propria dignità

Quattro volte atleta dell’anno in Cecoslovacchia e, nel 1968, migliore atleta del mondo. Ma non fu solo con i suoi prodigi ginnici che questa donna formidabile stupì tutto il mondo. Di Andreas Pieralli

carica altri contenuti