Il problema storico dell’indipendenza ungherese

Il problema storico dell’indipendenza ungherese

Eroi in fiamme. Makuch e gli altri che sfidarono l’URSS

Eroi in fiamme. Makuch e gli altri che sfidarono l’URSS

Tra il 1968 segnato dall'invasione di Praga, e la caduta dell'impero sovietico nel 1991, alcuni eroi solitari osarono sfidare il gigante rosso ricorrendo al gesto più estremo: l'immolazione di se stessi attraverso il fuoco. Tra questi Vasyl' Makuch, che si uccise nel centro di Kiev nel 1968 - precedendo il più celebre Jan Palach - per protestare sia contro l'occupazione della Cecoslovacchia, sia contro l'annientamento della nazione ucraina...

Dal passato al presente, il coraggio dei pensatori del dissenso, argine alle tentazioni autoritarie e all'isolamento nazionalistico

Dal passato al presente, il coraggio dei pensatori del dissenso, argine alle tentazioni autoritarie e all'isolamento nazionalistico

Francesco M. Cataluccio nel terzo incontro del Seminario online insegnanti 2020

Intervento di Francesco M. Cataluccio, storico e saggista, in occasione del terzo incontro del Seminario online insegnanti 2020: "L’agire responsabile fra la memoria dei Giusti e i contesti storici".

Dal passato al presente: il coraggio dei pensatori del dissenso, argine alle tentazioni autoritarie e all’isolamento nazionalistico

Dal passato al presente: il coraggio dei pensatori del dissenso, argine alle tentazioni autoritarie e all’isolamento nazionalistico

Francesco M. Cataluccio

I dissidenti intellettuali sono le formichine che hanno indebolito le radici della grande quercia del Potere delegittimandolo difronte al resto del mondo e dando coraggio e voce alla società civile. Con le loro denunce e proteste hanno accelerato l’implosione dell’impero. Anche se poi le cause del crollo furono di natura più disparata. Nel caso dell’URSS, dove il ruolo dei “dissidenti”, a causa dell’imponente apparato repressivo, è stato più di testimonianza che di militanza attiva, si è assistito a una fine che, come si vede oggi non è stata del tutto una fine e le cause sono ancora da comprendere a fondo.

Kunderiana

Kunderiana

di Francesco M. Cataluccio

Pubblichiamo di seguito un breve "dizionario" di termini su Milan Kundera, ad opera di Francesco M. Cataluccio, comparso il 21 giugno 2020 su Il Foglio. Il testo completo è disponibile nel box approfondimenti.

​Una storia d’amore, sport e dissenso

​Una storia d’amore, sport e dissenso

di Joshua Evangelista

I motivi per cui l’unione tra Dana ed Emil è unica nella storia sono molteplici. In una vita insieme hanno fatto la rivoluzione, scritto la storia delle Olimpiadi e sfidato le maglie di un regime totalitario. Senza mai perdere la tenerezza.

Intervista a Tadeusz Konopka, tra i fondatori Solidarnosc di Cracovia

Intervista a Tadeusz Konopka, tra i fondatori Solidarnosc di Cracovia

a trent'anni dalla caduta del Muro di Berlino

In un manifesto apparso a Danzica l’anno scorso nel museo della Seconda guerra mondiale leggiamo: “Essere polacco è un orgoglio; il mondo sarebbe migliore se gli uomini degli altri Paesi assomigliassero di più ai polacchi”. Credo che questo slogan esprima bene l’attuale posizione del governo.

Havel's Place

Havel's Place

a novembre a Milano un'opera dedicata al Presidente ceco

In occasione del trentennale della "Rivoluzione di Velluto", sarà inaugurata nel Cortile della Legnaia dell’Università degli Studi di Milano l’installazione Havel’s Place di Bořek Šípek. Appuntamento alle ore 11 del 3 novembre all'Università degli Studi di Milano, e alle 15.30 al Giardino dei Giusti del Monte Stella. Insieme a noi anche Dagmar Havlová, vedova del Presidente Václav Havel e Alena Šeredová, testimonial dell’iniziativa.

Ricordo di Karol Modzelewski

Ricordo di Karol Modzelewski

di Francesco M. Cataluccio

"In Karol Modzelewski, sin dal primo incontro nella primavera del 1980, trovai un amico sincero e premuroso, curioso e amante della polemica politica. Sono contento di avergli dato la soddisfazione di pubblicare in italiano il suo libro più importante, L’Europa dei barbari, frutto di anni di ricerche, spesso interrotte dalle necessità della battaglia politica". Di Francesco M.Cataluccio

István Bibó

István Bibó

storia di un Giusto

Chi era Paweł Adamowicz

Chi era Paweł Adamowicz

il sindaco difensore della libertà

“L’odio ha colpito al cuore la libertà. La democrazia polacca senza Pawel sarà più povera e più triste, ma che fortuna che ci sia stato nella storia della Polonia”. Così l’intellettuale e attivista polacco leader dell’opposizione democratica, fondatore e direttore di Gazeta Wyborcza, Adam Michnik, ha parlato al quotidiano La Repubblica del primo cittadino di Danzica, ucciso a colpi di pugnale da un 27enne che accusava l’opposizione liberale di averlo incarcerato ingiustamente.

​Jan Palach non è per tutti

​Jan Palach non è per tutti

un appello dal Giardino dei Giusti di Praga

Un appello dal Giardino dei Giusti di Praga contro l'utilizzo della figura di Jan Palach - il giovane che il 16 gennaio 1969 si immolò a Praga per per rivendicare la dignità di ogni uomo nel pensare con la propria testa e scegliere cosa diventare - durante un concerto di estrema destra organizzato a Verona il prossimo 19 gennaio.

carica altri contenuti