Come narrare le storie dei Giusti

Come narrare le storie dei Giusti

di Francesco M. Cataluccio

Nel redigere l’Enciclopedia dei Giusti Gariwo ha cercato e cerca di far sì che ogni voce su un personaggio non sia una fredda scheda, come in Wikipedia o nelle altre enciclopedie, ma un vero racconto, sostenuto da ricerche approfondite e un controllo meticoloso delle fonti. Le voci dell’Enciclopedia dei Giusti non sono opere letterarie (nel senso di prevedere anche una parte di invenzione), ma narrazioni il più possibile ricche di particolari e costruite in modo tale da lasciare spazio a dubbi, domande, considerazioni critiche.

Gabriele Nissim nominato Commendatore al Merito della Repubblica Italiana

Gabriele Nissim nominato Commendatore al Merito della Repubblica Italiana

La cerimonia sabato 26 giugno ore 10, Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano

La Fondazione Gariwo ha appreso con orgoglio la notizia che il suo presidente e fondatore Gabriele Nissim è stato nominato Commendatore al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un risultato che premia un impegno ultratrentennale - prima da storico e scrittore, poi anche da presidente e fondatore di Gariwo - nel ricercare e promuovere le storie dei Giusti dell’umanità, che ieri come oggi hanno cercato o cercano di impedire i genocidi, di difendere i diritti dell'uomo e di salvaguardare la verità e la memoria delle persecuzioni.

Edith Bruck e “Il pane perduto”

Edith Bruck e “Il pane perduto”

di Enza Nunziato

In attesa che lo splendido Teatro Romano, mirabile palcoscenico d'autore, si colori di parole e di racconti da vivere e da sognare, abbiamo dialogato con Edith Bruck, una splendida autrice ungherese per nascita, ma italiana per scelta, semifinalista al Premio Strega, con il libro "Il pane perduto", edito dalla Nave di Teseo. Di Enza Nunziato

La lingua come patrimonio identitario dei curdi

La lingua come patrimonio identitario dei curdi

distinto dagli idiomi dei vicini arabi e turchi

Il Kurdistan è un territorio ricco di storia e cultura, reso unitario dall’aspetto linguistico che identifica la sua popolazione, in contrapposizione ai vicini arabi e turchi, che usano idiomi riconducibili a famiglie linguistiche assai diverse dal curdo, appartenente alle lingue iraniche, come il persiano, parte della comune famiglia indoeuropea.

I Giusti e la prevenzione dei genocidi. La nuova sfida di Gariwo nel mondo

I Giusti e la prevenzione dei genocidi. La nuova sfida di Gariwo nel mondo

di Gabriele Nissim

Attraverso la narrazione dei Giusti e la valorizzazione delle loro storie vogliamo insegnare alla società a prevenire i genocidi e ogni forma di odio che crea i presupposti per l’esclusione e la disumanizzazione.
I Giusti insegnano a pensare e ad agire. Rappresentano il più grande esempio etico che può creare nella società un meccanismo di emulazione. Essi con le loro azioni ci suggeriscono dei comportamenti individuali che ci danno la possibilità di prevenire i genocidi. Ci fanno comprendere che ognuno nel suo spazio personale può contribuire a spegnere i segni dell’odio che possono portare il mondo in una cattiva direzione.

Ambasciatori e collaboratori di Gariwo al Giardino dei Giusti di Milano

Ambasciatori e collaboratori di Gariwo al Giardino dei Giusti di Milano

l'annuale riunione sui progetti e il futuro della Fondazione

Ieri nella bella cornice del Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano si è tenuto l’annuale incontro degli ambasciatori e collaboratori di Gariwo. Un pomeriggio di dialogo e riflessione dedicato al lavoro di Gariwo e della sua rete sui Giusti e sulla valenza educativa del loro messaggio rispetto alla prevenzione dei genocidi e dei crimini contro l’umanità.

Antivaccinismo e antisemitismo sono legati da sempre

Antivaccinismo e antisemitismo sono legati da sempre

La pandemia da coronavirus ha fatto emergere ancora una volta il legame tra antivaccinismo e antisemitismo: secondo alcuni studiosi, combatterlo è fondamentale per la cooperazione tra paesi nel mondo dopo la pandemia

In diversi paesi europei e negli Stati Uniti la campagna antivaccinale è stata ed è tuttora fortemente caratterizzata da narrazioni e immagini antisemite. Diversi studiosi che si sono occupati di questo tema hanno evidenziato le radici profonde del legame tra antivaccinismo e antisemitismo e le diverse forme con cui è emerso nel corso della storia. Secondo alcuni di questi studiosi, combattere questo legame è fondamentale per il mondo che uscirà dalla pandemia.

Sirio ed Ercole. Una voce dalla terza generazione

Sirio ed Ercole. Una voce dalla terza generazione

di Francesco Ferrari

Pochi giorni fa, alla vigilia del 25 aprile, mi viene suggerito da mio suocero di guardare un sito. Contiene un link a un archivio, recante tutti i nomi dei partigiani italiani, con relative schede. Mi registro, faccio login, digito il nome e il cognome dello zio di mio padre. Ed appare. Il suo nome, il suo cognome, persino il suo nome di battaglia...

Kiev, capitale della memoria europea

Kiev, capitale della memoria europea

di Simone Zoppellaro

Non saprei trovare un’immagine migliore per descrivere la crisi dell’Europa di oggi, le sue contraddizioni irrisolte. Fratture che si credevano sepolte con la fine della Seconda guerra mondiale, e che riemergono oggi in tutta la loro ferocia, qui come nel Caucaso. Contraddizioni ignorate, con cecità ostinata, anche da molti a Bruxelles e nei nostri governi.

Il Jerusalem Post su Gariwo e il valore universale dei Giusti

Il Jerusalem Post su Gariwo e il valore universale dei Giusti

L’editoriale di Nadav Tamir su Gariwo, Israele e la memoria dei Giusti

In Israele dovremmo prendere in grande considerazione un movimento culturale che è nato in Italia e si è si sta estendendo in Europa e nel resto del mondo. Gabriele Nissim, un ebreo italiano, ha creato una organizzazione chiamata Gariwo. Gariwo ha universalizzato il concetto di Giusti tra le Nazioni – nato a Yad Vashem per onorare chi aveva salvato la vita di un ebreo – unendo ebrei, armeni, ruandesi, bosniaci e sopravvissuti di altri genocidi. La memoria degli uomini Giusti ha così un doppio significato, ebraico ed universale.

L'attivista ungherese Sebo Gábor riceve il premio Mária Ember 2021

L'attivista ungherese Sebo Gábor riceve il premio Mária Ember 2021

Gábor è il fondatore del memoriale civile "Palcoscenico della libertà" di Budapest

L'attivista ungherese Sebő Gábor vince il premio Mária Ember 2021, ha annunciato sabato un comunicato stampa dell'Associazione Raoul Wallenberg, promotrice del premio. Un'onorificenza che viene assegnata ogni anno a coloro che combattono il razzismo, lottano per i diritti umani e contribuiscono alla conoscenza della Shoah come parte della Storia e della cultura dell'Ungheria.

La storia di Gariwo

La storia di Gariwo

un documento ricostruisce le sue tappe fondamentali

Nel corso di 25 anni di attività, Gariwo ha condotto battaglie importanti in Italia e nel mondo per la memoria della Shoah, per la lotta al negazionismo, per la prevenzione dei genocidi, per il riconoscimento di quanti nel mondo si sono impegnati contro il male estremo. Questo documento ne ricostruisce alcune tappe fondamentali.

carica altri contenuti