I musulmani in Ruanda, una comunità che salvò i Tutsi durante il genocidio

I musulmani in Ruanda, una comunità che salvò i Tutsi durante il genocidio

di Françoise Kankindi

Durante il genocidio dei Tutsi in Ruanda, l'Islam non è stato tra gli obiettivi del genocidio, per cui i musulmani hanno potuto tenersi lontano dai massacri proteggendo i Tutsi della loro comunità. Infatti il posto più sicuro a Kigali durante il genocidio fu Biryogo, il luogo dove si riunì la maggior parte dei musulmani. Di Françoise Kankindi

​Ricordare combattendo l’ideologia genocida

​Ricordare combattendo l’ideologia genocida

di Françoise Kankindi

Editoriale di Françoise Kankindi, Bene Rwanda
La 22° Giornata della Memoria del Genocidio dei Tutsi, Kwibuka 22, ha come tema la lotta contro l’ideologia genocida che ha permeato profondamente la società ruandese sin dal 1959 per arrivare al suo culmine nel ’…

L'ONU condanna le violenze in Burundi

L'ONU condanna le violenze in Burundi

e minaccia possibili sanzioni

Passa la risoluzione redatta dal Quay d'Orsay per il Burundi, dove i tutsi sono di nuovo in fuga dalle città, com'era successo in Ruanda nel 1994. Lo stesso giorno, Amnesty e altre quattro grandi associazioni per i diritti umani hanno dichiarato che la "diplomazia preventiva dev'essere più di uno slogan alle Nazioni Unite".

Tra il Ruanda e il Congo

Tra il Ruanda e il Congo

la seconda parte del viaggio

La seconda parte del viaggio di Mauro Matteucci, tra i Memoriali del genocidio ruandese del 1994 e i territori teatro dello scontro con il movimento congolese M23.

Ruanda, un Paese nel cuore dell’umanità

Ruanda, un Paese nel cuore dell’umanità

il racconto di Mauro Matteucci

Mauro Matteucci, responsabile del Giardino dei Giusti di Pistoia, ci ha inviato una toccante e intensa testimonianza del suo viaggio in Ruanda. Insieme alla moglie, Matteucci ha attraversato il Paese delle mille colline, incontrando i testimoni del genocidio del 1994, in un viaggio attraverso ferite non ancora rimarginate e storie di speranza.

Per una Collina dei Giusti in Ruanda

Per una Collina dei Giusti in Ruanda

le iniziative guidate da Yolande Mukagasana

Yolande Mukagasana, fondatrice di GARIRWA e testimone infaticabile del genocidio ruandese onorata nel Giardino dei Giusti di Milano, ha tenuto una cerimonia il 28 marzo scorso per commemorare i 21 anni dalla tragedia

Il ricordo del 7 aprile

Il ricordo del 7 aprile

di Françoise Kankindi

Editoriale di Françoise Kankindi, presidente di Bene Rwanda
All’avvicinarsi del 7 aprile, noi ruandesi veniamo catapultati, nostro malgrado, nell’orrore immane del genocidio del 1994. Durante le cerimonie commemorative molti sopravvissuti vengono colti da malori, ed è un…

Bibi, a cinque anni in fuga dal Ruanda

Bibi, a cinque anni in fuga dal Ruanda

la sua storia nel libro di Christiana Ruggeri

A soli 5 anni Bibi ha vissuto la tragedia del genocidio ruandese. Oggi è una giovane donna che sta finendo gli studi di medicina a Roma. La sua storia è raccontata nel libro Dall'inferno si ritorna (Giunti Editore) dell'inviata del Tg2 Christiana Ruggeri.

Il nuovo Ruanda

Il nuovo Ruanda

a 21 anni dal genocidio

Sono passati 21 anni dall’abbattimento, nella notte tra il 6 e il 7 aprile 1994, dell’aereo del presidente Habyarimana, che diede il via al genocidio in Ruanda. Il Paese si presenta come la terza potenza africana, rivolta al futuro e alla ricostruzione. Ma quale spazio trova il passato in questo processo?

Antonia Locatelli, una donna coraggiosa contro il genocidio

Antonia Locatelli, una donna coraggiosa contro il genocidio

di Mauro Matteucci, Don Massimo Biancalani e Giancarlo Niccolai

Testimone del genocidio ruandese, nella notte tra il 9 e il 10 marzo 1992 fu uccisa da due colpi di arma da fuoco all’età di 55 anni. Grazie al sacrificio di Antonia, si salvarono almeno 300 tutsi: il governo ruandese dovette fermare i massacri a causa della pressione mediatica dell’operatrice italiana.

Le contraddizioni del presunto eroe del film "Hotel Rwanda"

Le contraddizioni del presunto eroe del film "Hotel Rwanda"

di Françoise Kankindi

Editoriale di Françoise Kankindi, Presidente dell'Associazione Bene-Rwanda
Ho seguito negli ultimi tempi le interviste e le conferenze tenute da Paul Rusesabagina in tante parti del mondo e sono profondamente colpita dalle evidenti contraddizioni insite nei messaggi dell’eroe, …

Parlare di genocidi in Israele

Parlare di genocidi in Israele

intervista ad Yair Auron

Yair Auron è uno storico israeliano, specializzato in studi sull’Olocausto e sui genocidi. Lo abbiamo intervistato alla vigilia della conferenza internazionale “The Study of the Shoah and Genocide - 20th Commemoration of the Rwanda Genocide”, prevista per il 4-5 novembre alla Open University.

carica altri contenuti