Tre grandi pericoli ancora attuali

Tre grandi pericoli ancora attuali

una riflessione di Annalia Gugliemi sulla Polonia di oggi e di ieri

Bronisław Geremek, nel 1990, proponeva una riflessione, che oggi risulta drammaticamente attuale, sui pericoli corsi dalle società post-comuniste: il populismo, la tentazione di instaurare governi dalla mano forte, il nazionalismo. Le sue parole tornano alla mente guardando quanto sta accadendo oggi in Polonia e in altri Paesi del vecchio blocco sovietico.

Cina, ampio programma di detenzione degli uighuri

Cina, ampio programma di detenzione degli uighuri

si punta a "trasformare" la loro cultura e religione

La popolazione musulmana dello Xijiang vive una realtà di stigma e frammentazione sociale e subisce il più grande piano di internamento del dopo Mao. Pechino nega gli abusi, ma ve ne sono numerose prove. L'obiettivo della Cina: "Creare cittadini leali".

Perseguitato perché cosmopolita

Perseguitato perché cosmopolita

scomparsa del poeta Naum Korzhavin

Si è spento nel North Carolina all'età di 92 anni il poeta di origine ebraica Naum Korzhavin. Nato in Ucraina, a Kiev, nel 1925, fu perseguitato dall'URSS per 40 anni perché era considerato un elemento "asociale" a causa del suo presunto "cosmopolitismo".

"Se non posso partire morirò qui, senza Xiaobo non c'è più nulla"

"Se non posso partire morirò qui, senza Xiaobo non c'è più nulla"

Liu Xia ancora prigioniera a Pechino

A Pechino, la poetessa e pittrice cinese Liu Xia - moglie del Premio Nobel per la Pace Liu Xiaobo, dissidente autore di “Carta 08per uno Stato di diritto in Cina deceduto dopo una lunga detenzione a luglio 2017 - vive ancora prigioniera in casa sua, trattenuta dagli agenti del Ministero cinese per la sicurezza dello Stato, colpevole solo di aver sognato la democrazia assieme al marito.

Arrestato il  dissidente cinese Yu Wensheng

Arrestato il dissidente cinese Yu Wensheng

da tempo criticava il monopartitismo

Yu Wensheng, famoso avvocato e difensore dei diritti umani cinese di 50 anni, è stato arrestato il 19 gennaio mentre accompagnava il figlio a scuola. Si trova ora in un luogo di detenzione segreto e congiunti e colleghi temono per lui.

La vera storia di come i nazisti sono tornati nel Parlamento tedesco

La vera storia di come i nazisti sono tornati nel Parlamento tedesco

Perché il fallimento della denazificazione nell'ex DDR alimenta l'estrema destra in Germania

Presentiamo tradotta l'analisi di Leon Kohl, giornalista freelance e studioso presso la London School of Economics and Political Studies e la Fondazione studi sul popolo tedesco, sui vasti consensi raccolti dall'estrema destra in Germania. Un successo che si spiega in parte con il negazionismo di Stato dell'ex DDR.

Varsavia e l'indipendenza dell'odio

Varsavia e l'indipendenza dell'odio

di Francesco M. Cataluccio

Di seguito proponiamo l'articolo di Francesco Matteo Cataluccio - scrittore e saggista italiano - pubblicato sul Post martedì 14 novembre, in occasione della manifestazione xenofoba e antieuropea che ha riempito le strade di Varsavia nel giorno dell'indipendenza polacca.

"Bach? Un povero orfano tedesco adottato da una grande famiglia ebraica"

"Bach? Un povero orfano tedesco adottato da una grande famiglia ebraica"

storia della grande arpista ceca Zusana Ruzickova

Il 27 settembre 2017 è morta a Praga Zusana Ruzickova - celebre musicista - discendente di una ricca e numerosa famiglia cecoslovacca di Pilsen, sopravvissuta al nazismo. Grande interprete di Bach, quando fu deportata in un campo di lavoro portò con sé un piccolo frammento manoscritto dei suoi spartiti.

L'arte post-sovietica di Ilya Kabakov

L'arte post-sovietica di Ilya Kabakov

il soggetto nell'URSS, tra impegno e fuga

Nell'opera The Man Who Flew Into Space From His Apartment (l'uomo che fuggì nello spazio dal suo appartamento), l'artista russo nato nel 1933 ha proposto il tema della resistenza dell'individuo alla collettivizzazione e al controllo sociale. Retrospettive su di lui sono in corso a Londra e Washington.

I diari di Stalingrado: le storie di guerra che Stalin censurò perché troppo veritiere

I diari di Stalingrado: le storie di guerra che Stalin censurò perché troppo veritiere

intervista allo storico Jochen Hellbeck

Durante la battaglia più feroce della storia, gli storici sovietici intervistarono oltre 200 soldati dell'Armata Rossa. Oggi, Jochen Hellbeck è diventato il primo storico a leggere le loro storie. Presentiamo l'intervista al professore realizzata da Michal Shapira, lettore senior in Storia e Studi di genere alla Tel Aviv University.

​Il pomo armato della discordia

​Il pomo armato della discordia

di Andreas Pieralli

Nel quartiere praghese di Smíchov, nella piazza intitolata ai Carristi sovietici, su un piedistallo di granito, fa bella mostra di sé un carro armato sovietico in memoria della liberazione di Praga nel maggio 1945.

Corea, Paese diviso

Corea, Paese diviso

incontro all'ISPI con la dissidente Hye Jin Lim

Si è svolto martedì 28 marzo alle 18 l'incontro Nord Corea: Una Minaccia Fuori Controllo? organizzato dall'Istituto Studi di Politica Internazionale a Milano. Oltre a numerosi esperti, era presente la dissidente Hye Jin Lim, che ha perso un figlio di 5 anni nel Gulag.

carica altri contenuti