Giusti nello sport, un confronto tra atleti e giornalisti

Giusti nello sport, un confronto tra atleti e giornalisti

Il resoconto della presentazione dell'ebook di Gariwo

Il 24 settembre atleti e autori hanno partecipato a una sorta di staffetta narrativa, susseguendosi nel racconto delle storie che compongono l’ebook. Storie di sportivi che, dalla Shoah ai giorni d’oggi, hanno scelto di difendere la dignità umana anche quando questa è stata la scelta la più scomoda.

L'atleta punita per aver alzato il pugno contro le ingiustize razziali

L'atleta punita per aver alzato il pugno contro le ingiustize razziali

L'incredibile storia della martellista statunitense Gwen Berry

Durante la premiazione per l'oro ai Giochi panamericani, Berry ha alzato il pugno in solidarietà a chi subisce soprusi per il colore della pelle.Un gesto che non è passato inosservato: prima è stata richiamata ufficialmente dal Comitato olimpico degli Stati Uniti, con conseguente sospensione per dodici mesi dall’attività agonistica, e ora non riesce a trovare uno sponsor.

Storie di Giusti nello sport

Storie di Giusti nello sport

di Antonio Ferrari

La discussione nel mondo ebraico sulle politiche di Netanyahu e le fratture all'interno delle comunità ebraiche stesse; il problema dei Giusti, da Yad Vashem ai Giusti tutto il mondo; l'ebook sui Giusti dello sport e la storia delle giovani calciatrici milanesi che sfidarono il Duce. Tutto questo nella rubrica Voci dal Vicino Oriente, di Antonio Ferrari per CorriereTv.

Gli olimpionici Giusti

Gli olimpionici Giusti

È proprio tra gli sportivi che troviamo alcune delle figure di Giusti che si sono battuti per la vita e la dignità umana, regalandoci un esempio che in queste giornate difficili sembra ancora più importante ricordare.

​Una storia d’amore, sport e dissenso

​Una storia d’amore, sport e dissenso

di Joshua Evangelista

I motivi per cui l’unione tra Dana ed Emil è unica nella storia sono molteplici. In una vita insieme hanno fatto la rivoluzione, scritto la storia delle Olimpiadi e sfidato le maglie di un regime totalitario. Senza mai perdere la tenerezza.

Il judoka iraniano che ha sfidato Teheran

Il judoka iraniano che ha sfidato Teheran

sport e dignità umana

Saeid Mollaei, nato a Teheran il 5 gennaio '92, è un judoka iraniano naturalizzato mongolo attualmente rifugiato politico in Germania, dove ha trovato accoglienza dopo le tensioni intercorse tra lui e le autorità di Teheran...

I Giusti e lo sport

I Giusti e lo sport

incontro al Giardino dei Giusti di Milano

Dibattito condotto dal giornalista Simone Zoppellaro, con Pietro Kuciukian, Console onorario d’Armenia in Italia e co-fondatore di Gariwo, e Ara Khatchadourian, runner e “ambasciatore di pace”.

I Giusti nello sport

I Giusti nello sport

Le storie degli atleti che hanno rischiato la vita per salvare persone in difficoltà

Tra i Giusti tra le Nazioni spiccano alcune personalità dello sport che hanno messo a repentaglio le loro vite per salvare persone in difficoltà. Ecco alcune storie.

Niente è stato vano. Il romanzo di Géza Kertész, lo Schindler del calcio

Niente è stato vano. Il romanzo di Géza Kertész, lo Schindler del calcio

di Claudio Colombo

Claudio Colombo è un giornalista di grande esperienza con alle spalle anni di Gazzetta dello Sport e conosce tecnicamente il mondo di cui si deve parlare per ricostruire la vita di uno sportivo ungherese come Géza Kertész, calciatore, allenatore, uomo di cultura e cittadino responsabile dell’onore della propria nazione nel momento cruciale dell’occupazione nazista e della persecuzione antiebraica. Il libro ricostruisce dettagliatamente la formazione nell’ambiente magiaro dell’inizio del XX secolo, la serietà e la posatezza di un giovane che si dedica con profitto alla pratica del nuovo sport del football.

La Shoah dello sport

La Shoah dello sport

di Leonardo Coen

La Shoah dello sport ha numeri spaventosi, sessantamila atleti persero la vita nei campi di sterminio secondo lo storico Sergio Giuntini (autore di Sport e Shoah, ed. Giuntini di Firenze) e di essi ben 220 erano stati campioni olimpici, mondiali e nazionali, star del calcio o dei ring, detentori di record e trofei internazionali.

Quando lo sport cambia la vita

Quando lo sport cambia la vita

la Nazionale afghana di basket in carrozzina

Storia della Nazionale afghana di basket in carrozzina. Il progetto nasce nel 2010 all’interno del programma della Croce Rossa per la riabilitazione dei disabili: Alberto Cairo decide infatti di organizzare anche attività per il tempo libero. E quale migliore idea se non lo sport?