Gariwo
QR-code
https://it.gariwo.net/giardini/gariwo-inaugura-il-primo-giardino-dei-giusti-in-america-latina-26453.html
Gariwo

Gariwo inaugura il primo Giardino dei Giusti in America Latina

nascerà venerdì 8 settembre a Mar del Plata in Argentina

Venerdì 8 settembre ore 14
Plazoleta Astor Piazzolla
, Diagonal Pueyrredon angolo Corrientes, Mar del Plata, Argentina 

Mar del Plata è una città costiera nella provincia di Buenos Aires, meta preferita degli argentini per trascorrere le vacanze estive. È un luogo ameno ma segnato forse più di altri dall’ombra nera della dittatura militare (1976-1981) di Jorge Rafael Videla. Fu qui, per esempio, che il figlio della fondatrice delle Madres de Plaza de Mayo Azucena Villaflor, Néstor De Vincenti Villaflor, trascorse gli ultimi giorni prima di essere sequestrato e diventare un desaparecido.

La fondazione Gariwo inaugurerà l'8 settembre 2023 alle ore 14 proprio a Mar del Plata (Plazoleta Astor Piazzolla, Diagonal Pueyrredon angolo Corrientes) il primo Giardino dei Giusti universali in America Latina (Jardín de las Personas Justas), insieme alla Municipalidad de General Pueyrredon di Mar del Plata e all’associazione Casa D’Italia. Alla cerimonia parteciperanno, oltre ai rappresentanti delle tre realtà coinvolte, delegazioni di studenti e studentesse, comunità religiose ed enti coinvolti oggi nella tutela dei diritti umani in Argentina e nella ricerca di verità e giustizia sui crimini commessi durante la dittatura che fece scomparire più di 30mila vite.

I primi Giusti onorati saranno tre figure dal respiro internazionale, legate a grandi genocidi del Novecento: Pierantonio Costa, console italiano a Kigali che salvò 375 bambini durante il genocidio in Ruanda; Armin T. Wegner, scrittore tedesco che con le sue fotografie denunciò il genocidio degli armeni e nel 1933 scrisse a Hitler di interrompere le persecuzioni contro gli ebrei, pagando con l’arresto e la tortura; Aristides de Sousa Mendes, console portoghese a Bordeaux che disobbedì agli ordini del suo governo e fornì visti di transito agli ebrei perseguitati. 
E tre figure argentine che in diversi contesti di oppressione hanno difeso i diritti e la dignità umani: Maria del Carmen “Coca” Maggi, preside della facoltà di Lettere e Filosofia dell’università di Mar del Plata che, nel 1975, fu assassinata da membri dell’organizzazione terroristica di ultra-destra Concentración Nacional Universitaria per aver difeso la libera e autonoma università; Silvia Ana Filler, attivista simbolo della partecipazione studentesca per la libertà e autonomia universitaria che, nel 1971, fu assassinata dalla Concentración Nacional Universitaria durante un'assemblea studentesca; Claudio Hugo “Pocho” Lepratti, attivista argentino impegnato nel difendere i più bisognosi che fu assassinato dalla polizia di Santa Fe nel vano tentativo di chiedere un cessate il fuoco, in una mensa dove si trovavano bambini, durante la crisi argentina del 2001.

Il Giardino dei Giusti in Argentina, primo in America Latina, vuole essere un nuovo punto di riferimento nel paese per l’educazione delle giovani generazioni alla responsabilità personale di fronte a ogni forma di violenza e crimine contro l’umanità, attraverso le storie di coloro che seppero e sanno andare contro corrente, difendendo chi è perseguitato.
La sua nascita assume un significato etico profondo in un paese come l’Argentina, segnato da un passato di crimini indicibili il cui percorso di giustizia non è a tutt'oggi concluso. Ci sono ancora, per esempio, le madri e famiglie argentine che non conoscono la verità sui propri figli e figlie scomparsi, le nonne che cercano i propri nipoti sottratti dai criminali di Videla ai genitori desaparecidos: la lotta delle associazioni delle Madres e Abuelas de Plaza de Mayo non si è mai fermata e ha trovato nuova linfa nei giovani che la sostengono.

Helena Savoldelli, Responsabile del coordinamento Redazione

30 agosto 2023

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati