Gariwo
QR-code
https://it.gariwo.net/giardini/giardino-di-calvisano/
Gariwo
Calvisano

Calvisano

Venerdì 6 marzo 2015, con la posa di un monumento dell’artista Michele Della Maestra, grazie anche al sostegno di aziende e privati che hanno condiviso l’importante iniziativa “Per Non Dimenticare”, è stato inaugurato a Calvisano un Giardino dei Giusti, nell’area verde adiacente alla Scuola Secondaria di Primo Grado. 

Alla cerimonia di inaugurazione, presenti il Sindaco Giampaolo Turini, la Dirigente Scolastica Claudia Covri e il Parroco Don Gabriele Facchi. Il progetto di un Giardino dei Giusti a Calvisano nasce a cura di un Comitato composto da rappresentanti delle varie Associazioni locali, dell’Istituto Comprensivo e dell’Amministrazione comunale.

Inaugurazione del Giardino dei Giusti di Calvisano

Le persone onorate in questo Giardino

Filtra per:

Ordina per:

Nome
Irena Sendler
infermiera polacca, salvò circa 2.500 bambini ebrei
I Giusti di Nonantola
tutto il paese protesse i 73 giovani e 13 adulti israeliti che avevano trovato rifugio a Villa Emma
Armin T. Wegner
si appellò ai leader del suo tempo per fermare i genocidi contro gli armeni e gli ebrei
Felicia Bartolotta Impastato
la madre di Peppino Impastato
Don Pino Puglisi
il prete con i pantaloni, che denunciò la mafia
Antonino Caponnetto [biografia su sito esterno]
magistrato, guidò il pool antimafia dopo gli assassini di Borsellino e Falcone
Sergio Lana, Fabio Moreni, Guido Puletti
Giusti della solidarietà in Bosnia
Berta Cáceres
la protrettrice del fiume, attivista ambientale, leader dei popoli indigeni dell'Honduras
Roberto Mancini [la figura diverge dai criteri proposti da Gariwo per la scelta dei Giusti]
il poliziotto che difendeva l'ambiente
Yusra Mardini
una giovane nuotatrice per i diritti dei rifugiati
Gino Bartali
il campione che salvò gli ebrei
Věra Čáslavská
l'atleta ceca che si voltò in segno di protesta durante l'inno sovietico
Emil Zatopek
la "locomotiva umana"
Le scolare di Rorschach
la coraggiosa denuncia contro l'indifferenza del Governo Svizzero
Domenico Sesta e Luigi Spina [biografia su sito esterno]
gli studenti del Tunnel 29 che aiutarono molti berlinesi a fuggire da Berlino est
Massimo Tosti [biografia su sito esterno]
Capitano dei Carabinieri che favorì un corridoio di liberazione per molti ebrei durante la seconda guerra mondiale
Mario Borsa
il giornalista con la schiena dritta, antifascista, difensore della libertà e indipendenza dell'informazione
Ilaria Alpi e Milan Hrovatin [biografia su sito esterno]
giornalista e cineoperatore del TG3, assassinati a Mogadiscio nel 1994
Teresio Olivelli
il "ribelle per amore"

    Ci spiace, nessun Giusto corrisponde ai filtri che hai scelto.

    Sullo stesso tema