Gariwo
https://it.gariwo.net/giardini/giardino-di-milano/20032023-ventanni-del-giardino-dei-giusti-di-milano-25552.html
Gariwo

2003-2023: vent’anni del Giardino dei Giusti di Milano

un anno di attività per festeggiare insieme

Vogliamo celebrare i vent’anni del Giardino insieme a tutti coloro che hanno a cuore il messaggio dei Giusti e per farlo abbiamo pensato a un calendario di attività che si arricchirà durante tutto l’anno e che potrete consultare direttamente su questa pagina.

Dopo il concerto che ha aperto il ventennale del Giardino dei Giusti il 24 gennaio 2023 a Palazzo Marino a Milano, ci saranno una mostra al Memoriale della Shoah di Milano per scoprire il Giardino dei Giusti e il valore di creare un luogo come questo nella propria città, le celebrazioni della Giornata dei Giusti, visite guidate gratuite, laboratori per i più piccoli al Giardino e molto altro. Seguiteci qui per rimanere aggiornati!

Potrete partecipare anche organizzando un evento o un’attività negli spazi del Giardino per celebrare questo luogo della memoria simbolo di pace, solidarietà, responsabilità e giustizia: l’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano lancia una call for proposal!

Il Giardino dei Giusti di Milano ha anche una sua pagina dedicata dove trovate tutte le informazioni e curiosità su questo luogo.

La storia del Giardino dei Giusti. Da QT8 al mondo

Venti anni fa, il 24 gennaio 2003, nasceva a Milano il Giardino dei Giusti di tutto il mondo nella grande area verde del Monte Stella, sorta sulle macerie della città bombardata, con l’intento di riservare un luogo simbolico alla memoria delle figure esemplari di resistenza morale di ogni parte del mondo.
Il Giardino è stato voluto da Gariwo, su proposta del suo presidente Gabriele Nissim, insieme al Comune di Milano e all’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, che dal 2008 hanno costituito l’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano.

È uno spazio di dialogo e di educazione alla responsabilità personale immerso nella natura che onora, in occasione della Giornata dei Giusti - 6 marzo, le persone che in ogni parte del mondo hanno aiutato le vittime dei genocidi, delle persecuzioni, dei regimi totalitari. Mostra che ogni essere umano, esercitando anche il più piccolo spazio di libertà, ha la possibilità di diventare un argine nei confronti del male.
Negli anni, questo luogo, concepito dall’esempio del Giardino dei Giusti di Yad Vashem a Gerusalemme, è diventato familiare ai milanesi e non solo, tanto da ispirare la nascita di centinaia di altri Giardini dei Giusti nel mondo, spesso creati in aree storicamente simboliche, di crisi e conflitto, per ricordare che una scelta di bene può sempre fare la differenza.

Da questo luogo, abbiamo lanciato messaggi importanti per la difesa dei diritti e della vita umana, contro ogni forma di sopraffazione e violenza. Lo abbiamo fatto dopo gli attentati terroristici del 2015 a Parigi, ricordando chi si batte contro l’odio e per il dialogo, ci siamo interrogati sul tema della difesa dell’ambiente come difesa della vita, sulla tragedia dei migranti nel Mediterraneo e di tutti gli oppressi, abbiamo parlato del conflitto in Ucraina dando voce alla comunità ucraina e alle giornaliste russe che si spendono con grande rischio personale per la libertà d’informazione. 

Il Giardino è stato riqualificato nel 2019 ed è un luogo sempre aperto e a disposizione della cittadinanza che può richiedere l’utilizzo dei suoi spazi. È visitabile prenotando una visita guidata scrivendo a segreteria@gariwo.net o autonomamente attraverso l’audioguida. Ha ospitato, oltre alle cerimonie dedicate ai Giusti, concerti, laboratori per bambini, reading, attività sportive, presentazioni di libri. Per scrivere le nuove pagine della storia del Giardino dei Giusti partiamo dalle persone, quelle di cui raccontiamo le storie e quelle che sono passate e passeranno tra i suoi alberi. 

Vivere il giardino