English version | Cerca nel sito:

Giardino di Milano

"Perdono mio padre e il Sudafrica"

Il Premio Nobel Desmond Tutu è cresciuto nel Sudafrica dell'apartheid in una famiglia dove il padre picchiava la madre. Dalla rabbia e dalla pietà verso il genitore e se stesso ha tratto una grande lezione che poi ha saputo trasmettere a tutto il Paese anche grazie all'amicizia con Nelson Mandela, cui Gariwo ha dedicato un albero nel Giardino dei Giusti di Milano. 


"Innamoratevi della libertà"

Milano celebra la seconda Giornata europea dei Giusti con l’annuale cerimonia di dedica dei nuovi alberi al Giardino del Monte Stella. Scoperti i cippi in onore di Nelson Mandela, Angelo Giuseppe Roncalli, Beatrice Rohner, Giuseppe Sala, Fernanda Wittgens e don Giovanni Barbareschi.


"Contro una nuova crociata"

Yolande Mukagasana, Giusta e testimone onorata al Giardino dei Giusti di Milano come testimone di verità, lancia un appello per fermare il genocidio in Repubblica Centrafricana. "Come una madre, cari fratelli africani, vi chiedo: 'Datemi un'altra ragione di speranza. Il Centro Africa oggi è diventato il Rwanda di ieri. Ma noi possiamo fermare il massacro". 


Le altre "Wittgens"

Monuments Women che salvarono l'arte oltre a partecipare alla Resistenza, allo sforzo bellico alleato e in qualche caso al salvataggio degli ebrei. Il 6 marzo onoreremo con un albero al Giardino dei Giusti di Milano la direttrice di Brera Fernanda Wittgens. Qui ricordiamo alcune sue colleghe di Francia e Paesi anglosassoni. 


Il genocidio del Rwanda 20 anni dopo

"Una popolazione giovane, consapevole dell'orrore ma senza sentirsi accusata". Questa la speranza per il futuro del Rwanda secondo Pierantonio Costa, il console italiano, Giusto al Giardino di Milano, che nel 1994 salvò oltre 300 bambini dalla furia annientatrice degli estremisti hutu.  


I nuovi Giusti al Giardino di Milano

Aspettando le celebrazioni del 6 marzo, Giornata europea dei Giusti, vi proponiamo le schede biografiche di tre delle sei figure esemplari che verranno onorate al Giardino del Monte Stella di Milano: Nelson Mandela, Beatrice Rohner e Giovanni XXIII.


Il Giardino dei Giusti di Milano

contro tutti i genocidi

Il 24 gennaio 2003, a Milano, in un'area del parco Monte Stella, è stato inaugurato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, gestito da un'associazione appositamente costituita dal Comune di Milano insieme all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e al Comitato Foresta dei Giusti-Gariwo.
Nel corso degli anni sono state onorate figure esemplari di resistenza morale in Rwanda, in America Latina, in Bosnia, nell'Europa oppressa dal nazismo e dal comunismo, in Tunisia, in Russia, in Iran.

leggi tutto

La storia

Rocco Chinnici

coraggioso promotore del primo pool antimafia del Tribunale di Palermo, ucciso dalle cosche