English version | Cerca nel sito:

Giardino di Milano

Rassegna stampa | Le figure dei nuovi Giusti raccontate dai giornali e dal web

I media hanno dato risalto all'annuncio dei nuovi Giusti per il 6 marzo 2020 al Giardino del Monte Stella. Ne hanno parlato, tra i quotidiani, il Corriere della Sera Milano, il Giorno.it; tra le agenzie Askanews, AgenSIR, Pressenza, Agenzia Comunica. Nell'online, Moked, Riforma.it, Affari Italiani, Milano Today, Il Dialogo di Monza, Globalist, Festival dei Diritti Umani.


Condanna al danneggiamento del Giardino dei Giusti

Tanti i messaggi arrivati in seguito alla diffusione della notizia del danneggiamento del Giardino dei Giusti del Monte Stella di Milano. Le parole di Dario Franceschini, Carlo Borghetti, Silvia Roggiani, Anita Pirovano, Ada Lucia De Cesaris e tanti altri.


Danneggiato il Giardino dei Giusti inaugurato da Liliana Segre

A un mese dall’inaugurazione e due giorni dopo la notizia della scorta assegnata a Liliana Segre, protagonista dell’inaugurazione stessa, il Giardino dei Giusti del Monte Stella di Milano è stato deturpato con vernice rossa e scritte. Non è un caso che questa provocazione sia avvenuta il giorno dopo la decisione del prefetto di affidare una scorta alla Senatrice.


Scelti i nuovi Giusti per il Monte Stella

L’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, composta da Comune, Gariwo e UCEI, ha scelto il tema e le figure per la cerimonia della prossima Giornata dei Giusti: “La responsabilità globale. La sfida dei Giusti per salvare il pianeta e l’Umanità”. In questa occasione onoreremo sei nuove figure: le donne di Rosenstrasse, Piero Martinetti, Wallace Broecker, Valerij Legasov, Yusra Mardini e Hevrin Khalaf. Scelti anche i Giusti per il Giardino Virtuale.


Testimonianza di Liliana Segre

I Giusti non sono e non sono stati mai indifferenti, e quindi bisogna pensare a loro come a un dono che ha ricevuto l’umanità intera. Così, con tutto lo stupore per il male altrui, dobbiamo ammirarli, non essere stupiti, ma accettare la felicità che ci siano stati e che continuino ad esserci, i Giusti.


Con Panetta al Giardino dei Giusti

Ieri mattina al Montestella non sono andato per confrontarmi con i miei ricordi, ma con un altro tipo di memoria. Da oltre 15 anni, infatti, la “montagna di Milano” ospita non più solo runners o bikers in cerca di sterrato cittadino, ma anche i visitatori del Giardino dei Giusti di tutto il Mondo.


Il Giardino dei Giusti di Milano

contro tutti i genocidi

Il 24 gennaio 2003, a Milano, in un'area del parco Monte Stella, è stato inaugurato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, gestito da un'associazione appositamente costituita dal Comune di Milano insieme all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e al Comitato Foresta dei Giusti-Gariwo.
Nel corso degli anni sono state onorate figure esemplari di resistenza morale in Rwanda, in America Latina, in Bosnia, nell'Europa oppressa dal nazismo e dal comunismo, in Tunisia, in Russia, in Iran.

leggi tutto