English version | Cerca nel sito:

Piantato a Milano un albero per Sacharov

nel Giardino dei Giusti di tutto il mondo

Il cippo (Foto di Gariwo)

Il cippo (Foto di Gariwo)

Al Monte Stella, l'11 dicembre 2003 è stato piantato un albero in onore del fisico dissidente russo e Premio Nobel per la pace Andrej Sacharov. 
Alla cerimonia hanno partecipato la vedova Elena Bonner, giunta da Boston, e altri dissidenti dell'ex Unione Sovietica provenienti da Parigi e da Mosca, relatori al convegno "I Giusti nel Gulag. Il valore della resistenza morale al totalitarismo sovietico" in corso a Milano negli stessi giorni.

Sono intervenuti per ricordare la figura di Sacharov e il valore esemplare della resistenza dei Giusti nei Gulag sovietici: 

- Gabriele Nissim e Pietro Kuciukiana nome del Comitato per la Foresta dei Giusti
- Giovanni Marra 
presidente del Consiglio Comunale di Milano
- Emanuele Fiano
membro dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

11 dicembre 2003

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Altre gallerie fotografiche...

Il Giardino dei Giusti di Milano

contro tutti i genocidi

Il 24 gennaio 2003, a Milano, in un'area del parco Monte Stella, è stato inaugurato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, gestito da un'associazione appositamente costituita dal Comune di Milano insieme all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e al Comitato Foresta dei Giusti-Gariwo.
Nel corso degli anni sono state onorate figure esemplari di resistenza morale in Rwanda, in America Latina, in Bosnia, nell'Europa oppressa dal nazismo e dal comunismo, in Tunisia, in Russia, in Iran.

leggi tutto

La storia

Moshe Bejski

l'uomo che creò il Giardino dei Giusti