English version | Cerca nel sito:

Un'alleanza più forte tra il Giardino dei Giusti e il Consiglio Comunale di Milano

L’impegno della delegazione consiliare dopo la visita al Giardino al Monte Stella

Da sinistra a destra: Marzia Pontone, Simonetta D'Amico, Anna Maria Samuelli, Gabriele Nissim e Roberta Osculati

Da sinistra a destra: Marzia Pontone, Simonetta D'Amico, Anna Maria Samuelli, Gabriele Nissim e Roberta Osculati


Milano, 10 luglio 2020 - Consolidare l’alleanza tra il Giardino dei Giusti e il Consiglio comunale di Milano per utilizzare al meglio le potenzialità educative di un luogo dedicato alla memoria del bene e alla solidarietà.

È l’impegno assunto dalla delegazione del Consiglio comunale, che ieri ha visitato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano, l’area del Parco del Monte Stella dedicata dal 2003 a onorare le figure esemplari di resistenza morale del passato e del presente, gestita da Gariwo assieme al Comune di Milano e all’UCEI.

“Questo giardino rappresenta un luogo importantissimo per la città di Milano, per me è il Giardino più bello d’Europa”, ha detto Simonetta D’Amico, Presidente della Commissione Casa, Lavori Pubblici, ERP. “La città deve andarne fiera e, come Consiglio comunale, ci impegneremo ancora di più per promuovere questo luogo, in modo che sia conosciuto da tutti i cittadini milanesi in quanto portatore di valori universali”.

Il valore della collaborazione stabilita negli anni tra il Giardino dei Giusti e la scuola è stata sottolineata da Roberta Osculati, Presidente della Commissione di studio sulle Politiche Familiari, che intende impegnarsi “affinché anche il Consiglio comunale dedichi maggiore attenzione a questa realtà, proprio a partire da una sinergia che possa portare a galla alcune urgenze dei ragazzi, come l’emarginazione e la minaccia del bullismo, purtroppo presenti in diversi istituti milanesi. Queste storie ci dicono che essere Giusti vuol dire fare una scelta personale”.

Di una collaborazione più stretta ha parlato Marzia Pontone, Presidente della Commissione Educazione, Istruzione, Università e Ricerca. “A nome della Commissione che presiedo desidero rimarcare il significato dell’alleanza tra città di Milano e Giardino, che va rinforzata ora dopo i difficili mesi del lockdown. È importante riprendere il lavoro per educare dei giovani e farlo anche in questo spazio, che non è solo un luogo di memoria, ma anche di scelte individuali coraggiose di tanti Giusti, ed è un onore ospitarlo nella nostra città”.

Alla visita hanno partecipato l’Assessore alla Cultura della Comunità ebraica milanese Gadi Schoenheit, la Responsabile della Commissione didattica di Gariwo Anna Maria Samuelli e il Presidente di Gariwo Gabriele Nissim, che ha rivolto un pensiero al Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolè, impossibilitato a partecipare all’incontro a causa di un grave lutto famigliare.

Rimarcando l’apprezzamento per la visita da parte delle delegate del Consiglio del Comune di Milano, Nissim si è soffermato sul rapporto tra politica e valori universali alla luce della crisi pandemica. “Il coronavirus ha mostrato la fragilità della vita. La mascherina dimostra che dobbiamo anche preservare la salute altrui, non solo la nostra. Da questa crisi dobbiamo trasmettere grandi valori all’umanità: dobbiamo fare tesoro di questa esperienza perché è sempre agendo insieme agli altri che si possono cambiare le cose”, ha dichiarato. “La politica deve raccogliere questi valori: non è più possibile che ci sia bullismo e disprezzo degli avversari. Dovrebbe esserci uno sforzo per cercare una solidarietà comune” ha concluso Nissim, invitando tutti i componenti del Consiglio comunale a visitare il Giardino, dove intanto sono riprese le visite guidate per tutti i cittadini che vogliono conoscere le figure onorate.

È possibile prenotarle via email scrivendo a segreteria@gariwo.net o chiamando il numero 02 36707648.

Le visite sono possibili tutti i giovedì alle 16.30 e alle 18.30. La durata è 60 minuti circa.

Il Giardino - situato in Piazza Santa Maria Nascente - via Isernia MM1 (QT8) - è comunque uno spazio aperto, non recintato e può essere visitato anche autonomamente con l’audioguida, che racconta le storie delle figure onorate.

10 luglio 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Il Giardino dei Giusti di Milano

contro tutti i genocidi

Il 24 gennaio 2003, a Milano, in un'area del parco Monte Stella, è stato inaugurato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, gestito da un'associazione appositamente costituita dal Comune di Milano insieme all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e al Comitato Foresta dei Giusti-Gariwo.
Nel corso degli anni sono state onorate figure esemplari di resistenza morale in Rwanda, in America Latina, in Bosnia, nell'Europa oppressa dal nazismo e dal comunismo, in Tunisia, in Russia, in Iran.

leggi tutto

Multimedia

Le parole della Ministra Fedeli

alla cerimonia del Monte Stella

La storia

Andrej Sacharov

ha difeso la pace e la dignità umana nel GULag