English version | Cerca nel sito:

Giardino di Tunisi

A Tunisi un albero per Alganesh Fessaha

In occasione della Giornata europea dei Giusti, mercoledì 22 marzo a Tunisi, nel primo Giardino dei Giusti del mondo arabo, un albero sarà dedicato all’attivista italoeritrea Alganesh Fessaha, fondatrice della ONG Ghandi, da anni impegnata nel soccorso ai profughi e nella lotta contro il traffico di esseri umani.


Come onoriamo i musulmani che resistono al terrorismo

Editoriale di Robert Satloff

Robert Satloff è Direttore Generale del Washington Institute for Near East Policy e autore di Tra i Giusti. Storie perdute dell'Olocausto nei Paesi arabi (Marsilio 2007). 


Nasce il Giardino dei Giusti di Tunisi: la notizia nei media

Stampa, web e radio e televisioni hanno rilanciato la notizia dell'inaugurazione del primo Giardino dei Giusti in un Paese arabo e musulmano, nato dalla collaborazione tra Gariwo e il Ministero italiano degli Esteri e con la partecipazione dell'Ambasciata d'Italia a Tunisi, che lo ospita a proprio interno. In coda all'articolo i link per la rassegna stampa.


Faraaz Hussein, il giusto: una riflessione dell'ambasciatore Emilio Barbarani

La figura del giovane Faraaz Hussein si erge luminosa nella sua tragica semplicità, e pone di nuovo l’interrogativo: che cosa è un “giusto”?


Il messaggio di sostegno di Brando Benifei per l'inaugurazione del Giardino dei Giusti di Tunisi

L'inaugurazione del Giardino dei Giusti di Tunisi, il primo in un Paese arabo ha ricevuto, insieme a molti altri, anche il sostegno di Brando Benifei, eurodeputato del gruppo S&D.


Inchinarsi al cospetto di persone normali

Con il Giardino noi ci inchiniamo rispettosi e riconoscenti al cospetto di persone normali, sconosciute fino al momento in cui hanno compiuto i loro gesti meritori. È un piacere dedicare il nostro impegno a queste persone.


Il Giardino di Tunisi

Il 15 luglio 2016 è stato inaugurato il Giardino dei Giusti di Tunisi, il primo in un paese arabo, all'interno dell'ambasciata d'Italia a Tunisi. I primi Giusti onorati sono Hamadi Abdesslem, Mohamed Buoazizi, Khaled Abdul Wahab, Khaled al-Asaad, Faraaz Hussein.

leggi tutto