Gariwo
https://it.gariwo.net/giardini/giardino-di-tunisi/l-importanza-del-giardino-di-tunisi-15324.html
Gariwo

L'importanza del Giardino di Tunisi

il messaggio della Comunità ebraica di Milano

Il 15 luglio sarà inaugurato il Giardino dei Giusti di Tunisi, il primo in un Paese arabo, all'interno dell'Ambasciata italiana. Frutto del lavoro congiunto di Gariwo e della Farnesina, l'iniziativa ha raccolto numerose adesioni da parte di associazioni, istituzioni, comunità e personalità.
Riportiamo di seguito il messaggio inviato dalla Comunità ebraica di Milano:

‘Chi salva una vita, salva il mondo intero’ (TALMUD)

La Comunità Ebraica di Milano plaude ed è vicina al Ministero Italiano degli Affari Esteri, all’Ambasciata Italiana di Tunisi e a Gariwo, per questa straordinaria iniziativa. Dedicare 5 alberi ad altrettanti Giusti di fede islamica, che hanno rischiato o dato la loro vita per un mondo migliore è un messaggio di grande rilevanza in questi momenti difficili. Quando, spesso, risulta più facile voltarsi dall’altra parte per non guardare, chi soffre, chi è discriminato, chi è in pericolo di vita, per le sue idee o per il suo credo religioso. È parimenti importante che questa iniziativa abbia luogo in un Paese di religione musulmana, a dimostrazione che l’amore per il prossimo può non avere confini, politici o religiosi. Inoltre, come Comunità Ebraica di Milano, siamo felici che tutto ciò avvenga a Tunisi, per il particolare legame che ci lega alla locale Comunità Ebraica. In particolare con il suo rabbino capo, rav Hattab, il padre di Yoav, una delle 4 vittime dell’attentato terrorista al supermercato casher di Parigi, nel Gennaio 2015. Anche Yoav, che poteva salvarsi essendosi rifugiato nella cella frigorifera del supermercato, ha dato la sua vita quando decise di affrontare il terrorista per salvare la vita degli altri ostaggi. Abbiamo conosciuto rav Hattab a Milano e ne è nata un’amicizia che ci onora. Idealmente, pensando ai 5 Giusti a cui oggi viene dedicato un albero, ne aggiungiamo un sesto, pensando a un ragazzo tunisino, venuto in Europa a cercare la libertà, e che a Parigi è morto, per la libertà altrui. Ci spiace non poter essere presenti al vostro evento. Con affetto.

La Comunità Ebraica di Milano

6 luglio 2016

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati