Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Nuovi Giusti nel Giardino di Varsavia

Raphael Lemkin, Armin Wegner e Adalbert Wojciech Zink

Il Giardino dei Giusti di Varsavia

Il Giardino dei Giusti di Varsavia

Il Giardino dei Giusti di Varsavia è nato nel 2014 nel distretto di Wola, in onore di coloro che hanno avuto il coraggio di difendere la dignità umana di fronte al genocidio e al totalitarismo, grazie al lavoro congiunto di Gariwo e della Casa degli incontri con la storia di Varsavia.

Anche quest’anno il Giardino dedicherà nuovi alberi e cippi a tre Giusti, nella cerimonia ufficiale che si svolgerà il 18 giugno alle ore 12.

I nomi di queste figure esemplari sono stati annunciati lo scorso 4 marzo dal presidente del Giardino di Varsavia Zbigniew Gluza, in occasione delle celebrazioni della Giornata europea dei Giusti. Si tratta di:

Raphael Lemkin, il grande giurista che ha formulato la definizione di genocidio e l’ha imposta al mondo. Avvocato polacco di origine ebraica, ha coniato il termine “genocidio” inserito nell’omonima Convenzione del 1948, approvata dalle Nazioni Unite grazie al suo sforzo incessante.

Armin Wegner, testimone del genocidio armeno prima e della Shoah poi che si appellò ai leader del suo tempo per denunciare e porre fine agli stermini, come ci testimoniano le lettere indirizzate a Wilson nel 1919 per chiedere una patria per gli armeni, e a Hitler nell’aprile del 1933 per invocare la fine dei comportamenti antiebraici del regime.

Adalbert Wojciech Zink, sacerdote cattolico di origine tedesca, vicario generale del Primate di Polonia e unico membro della gerarchia ecclesiastica che si rifiutò di firmare la dichiarazione  del settembre 1953 che approvava l’arresto del Primate Stefan Wyszyński. 

12 giugno 2018

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Il Giardino dei Giusti di Varsavia

il primo in Polonia

Il 5 giugno 2014 è nato il Giardino dei Giusti di Varsavia, il primo in Polonia - Paese che ha conosciuto i due totalitarismi del Novecento, nazismo e comunismo - nato sull'esempio del Giardino del Monte Stella. La scelta della data non è casuale: è stato infatti deciso di inaugurare il Giardino il giorno dopo il 25esimo anniversario delle prime elezioni semilibere in Polonia, il 4 giugno 1989, che portarono poi alla caduta del comunismo.

Il Giardino, situato nel quartiere di Wola, vicino al luogo in cui sorgeva il Ghetto, nasce dalla collaborazione tra Gariwo e il Comitato per il Giardino dei Giusti di Varsavia, costituito su impulso di Tadeusz Mazowiecki - ex Primo Ministro polacco e tra i fondatori di Solidarnosc - durante le celebrazioni della prima Giornata europea dei Giusti, il 6 marzo 2013.

leggi tutto

Multimedia

Nasce a Varsavia il Giardino dei Giusti

video-editoriale di Gabriele Nissim

La storia

Antonia Locatelli

fu assassinata per aver denunciato il genocidio in Rwanda