English version | Cerca nel sito:

Un Viale dei Giusti alla Farnesina

Via libera da Comune di Roma e Ministero degli Esteri. La strada ospiterà anche un Giardino dei Giusti

Il palazzo della Farnesina a Roma, che ospita il Ministero degli Esteri

Il palazzo della Farnesina a Roma, che ospita il Ministero degli Esteri

Gariwo è lieta di annunciare che ieri il Comune di Roma si è pronunciato positivamente per dedicare “Viale del Ministero degli Esteri” ai Giusti della diplomazia. È infatti in corso l’iter per modificare il nome del viale in “Viale dei Giusti della Farnesina”.

Un impegno importante, condiviso da Gariwo, Comune di Roma e Ministero degli Esteri, per ricordare quei diplomatici italiani che nella loro attività si sono distinti in atti di umanità durante le crisi internazionali, i genocidi e quelle situazioni estreme in cui i diritti umani fondamentali sono stati messi in discussione.

Tra i principali sostenitori di questo progetto è importante ricordare il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, l’ambasciatore Emilio Barbarani, la sindaca Virginia Raggi e il vicesindaco Luca Bergamo, che tanto si sono impegnati per accelerare l’iter del processo.

L’obiettivo dell’operazione non è solo legato alla toponomastica: nel viale verrà inaugurato un Giardino dei Giusti dedicato proprio alle eccellenze della diplomazia italiana, che hanno contributo a difendere la dignità umana. Un progetto che, ci si augura, possa contribuire a far diventare il nostro Paese punto di riferimento internazionale nella costruzione di Giardini dei Giusti in tutto il mondo.

La sindaca Raggi e il vicesindaco Bergamo hanno preso una decisione coraggiosa per la Capitale”, spiega Gabriele Nissim, presidente di Gariwo. “Vorrei ringraziare anche la Farnesina e il ministro Di Maio per avere dato, insieme a noi, il via a questo importante progetto. Con l’allargamento del concetto di Giusto dalla Shoah a ogni situazione di crisi umanitaria abbiamo innestato un percorso che nessuno aveva mai immaginato nel mondo. Rendendo omaggio in ogni situazione e in ogni epoca agli uomini migliori che difendono la dignità dell’uomo, possiamo ambire a far diventare l’Italia il paese messaggero della bellezza e della responsabilità. Siamo felici perché quando si accende la speranza nel mondo si dà senso alla vita e alla Politica”.

31 luglio 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

I Giardini dei Giusti

di tutto il mondo

I Giardini dei Giusti sono luoghi della memoria dedicati a coloro che si sono opposti alla violazione dei diritti umani nella Storia più recente, segnata dal diffondersi delle pratiche genocidarie.

Dopo il Giardino di Yad Vashem, nel Memoriale della Shoah a Gerusalemme, sono nati altri giardini in ogni parte del mondo, come a Yerevan, accanto al Museo del Genocidio degli Armeni, a Milano, a Sarajevo, in Polonia, negli Stati Uniti.

Gli alberi simboleggiano la vita e invitano a difenderla contro i messaggeri di morte; l'esempio dei Giusti diventa un richiamo per la nostra coscienza e dimostra che anche in condizioni estreme si può scegliere di non rimanere indifferenti.

Per questo i Giardini dei Giusti sono la memoria educativa delle nuove generazioni, protagoniste della Storia di domani, a cui propongono non solo un monito, ma un'alternativa percorribile e un messaggio di speranza.

La foresta dei Giusti

Giardini e altri luoghi della Memoria

in Italia e nel mondo